Il glutatione: la molecola del benessere

Introduzione

Avevo concluso l’articolo L’ossigeno ozono terapia: la mia esperienza lasciandovi con una promessa: parlavi di una molecola chiamata glutatione. Vi avevo infatti raccontato che la dottoressa Beltrami, nel caso in cui l’ossigeno ozonoterapia venga utilizzata per via sistemica, con lo scopo di prevenire l’invecchiamento,  per potenziarne gli effetti antiossidanti ed anti-radicali liberi effettua,  alla fine di ogni seduta, una iniezione di glutatione intramuscolo. Eccomi pronta ad assolvere alla mia promessa, con un approfondimento proprio su questa molecola.

Prima però voglio cercare di spiegarvi bene cosa s’intende con il termine “antiossidante” e che cosa  sono i radicali liberi, di cui tanto si sente parlare, e perché sono cosi dannosi per l’organismo.

Che cosa sono i radicali liberi e come si formano

Ogni cellula del nostro organismo necessita di grandi quantità di ossigeno per produrre l’energia che le serve per funzionare.

L’utilizzo dell’ossigeno, pur essendo vitale per la cellula, può provocare dei danni (danno ossidativo) causati dai Radicali Liberi dell’ossigeno (ROS) che si formano durante le reazioni chimiche che avvengono all’interno della cellula stessa.   In natura un esempio dei danni ossidativi provocati dai Radicali Liberi dell’ossigeno è fornito dallo scurirsi di una mela, appena tagliata,  a contatto con l’aria. 

I radicali liberi sono molecole instabili, ovvero, molecole che possiedono un solo elettrone  (invece di due). Tale mancanza fa sì che queste molecole siano pronte a reagire con qualsiasi altra molecola con cui vengono in contatto, alla quale cercano di “catturare” l’elettrone mancante, in modo tale da poter raggiungere un assetto stabile. In questo modo queste molecole, a cui viene “rubato” un elettrone, sono danneggiate, diventano a loro volta instabili  e, a loro volta, ricercano un elettrone da catturare, innescando in questo modo un meccanismo d’instabilità a catena, che se non viene arrestato, danneggia le strutture cellulari.

La produzione di radicali liberi può dipendere:

  • dalle normali  reazioni cellulari che utilizzano ossigeno per produrre energia (fattori fisiologici endogeni),
  • da fattori esterni (fattori  ambientali esogeni).

Dato che non è possibile impedire la formazione dei radicali liberi (fattori fisiologici endogeni), il nostro organismo ha elaborato un meccanismo di difesa che riesce ad annullarne la produzione, e di neutralizzarne quindi gli effetti negativi. In condizioni fisiologiche normali vi è infatti uno stato di equilibrio tra la produzione endogena di Radicali Liberi e la loro neutralizzazione da parte dell’organismo.

Ma con il passare degli anni, questo meccanismo, a causa di vari fattori esogeni, tende ad “incepparsi”: i radicali liberi si accumulano  svolgendo una potente azione ossidante per tutto l’organismo.

Infatti quando prevale la produzione di radicali liberi, si viene a determinare un danno (stress ossidativo) nel quale i Radicali Liberi in eccesso iniziano a determinare alterazioni e/o danni che possono condurre all’instaurarsi di una malattia.

Il danno da radicali liberi produrrebbe soprattutto alterazioni:

  • al  DNA, ovvero al patrimonio genetico, alterandone le informazioni genetiche,
  • ai mitocondri, ovvero le strutture indispensabili per la produzione dell’energia.

Queste alterazioni  possono condurre:

  • a fenomeni degenerativi cellulari che possono accelerare il processo di invecchiamento,
  • a numerose malattie  dovute  ad una prevalenza dei radicali liberi su quelli antiossidanti di difesa, quali ad esempio:
    • arteriosclerosi,
    • le artriti,
    • malattie neurodegenerative (morbo di Alzheimer, morbo di Parkinson),
    • diabete,
    • alcune forme di cancro. 

A livello cutaneo i radicali liberi possono provocare alterazioni nella produzione di collagene e di elastina o un indurimento delle loro strutture, che  porta ad un invecchiamento precoce della pelle.

Ma quali sono i fattori esogeni che provocano la formazione di radicali liberi? Se volete saperlo andate alla pagina successiva….

Join the discussion 12 Comments

  • Giuseppe ha detto:

    Cosa ne pensa di questo articolo in cui parla di un possibile effetto paradosso del glutatione e di altri integratori?
    http://www.lescienze.it/news/2015/10/17/news/ruolo_antiossidanti_promuovere_cancro-2808310/

    • Faceboost ha detto:

      Carissimo Giuseppe. Questa è una vecchia diatriba se pur supportata da studi. Ci sono i fautori degli antiossidanti e i loro detrattori. La medicina non è una scienza esatta e questo ne è la dimostrazione. Sono tanti anni che si parla della vit.E come responsabile, nel caso di presenza di tumori, di una accelerazione della loro proliferazione. Pensi che già 17 anni fa parlando con un amico medico se ne discusse. E lui da medico mi disse che avrebbe continuata a prenderla, anche perchè non c’era niente di certo a supporto. “Sembra, aggiunse, che in presenza di tumore le cellule tumorali si riproducano con maggiore velocità. Però finchè il tumore non c’è, è un ottimo antiossidante che protegge dalla formazione del tumore stesso”. Lo stesso varrebbe per il NAC che è un precursore del glutatione. Io non sono un medico nè una biologa, nè una ricercatrice. Quindi non sono in grado di dirle dove stia la verità. Le dico solo che personalmente continuerò ad assumere antossidanti perchè sono convinta della loro efficacia. Tra l’altro sono seguita da medici antiage che li ritengono, nelle dosi e nei tempi opportuni, validi e non dannosi. A presto.

  • Giuseppe ha detto:

    Grazie della risposta. Gentilissima e molto concreta

  • Faceboost ha detto:

    Ciao Daniela. Grazie per i complimenti. Glutaredox non l’ho mai preso perché di glutatione io faccio le iniezioni intramuscolo. Per gli altri integratori dimmi cosa vuoi sapere che ti spiego volentieri. Per le creme al retinolo io utilizzo quelle di Obagi. Sono quelle che hanno la più alta concentrazione di principio attivo. Anche su questo chiedi pure. A presto.

    • Daniela ha detto:

      Ciao Michela. Grazie per la tua attenzione . Quindi io ho 58 anni tra poco, sono ipotiroidea ed isterectomizzata completamente ,. Faccio la tos con il Tibolone .
      Chiaramente botox , filler, laser dalla dott estetica ecc.
      Integratori presi poco ma leggendoti ho iniziato con Glutaredox e gli altri due che segnali : dici che bastano per darmi un aiuto ? Sono un po’ fissata con il mio aspetto lo,ammetto .
      Creme invece continuò a cambiarle : ho la pelle sensibile e sempre un po’ poco liscia : usato Matricium, Retincare, una della skinceutical non ricordo quale , quelle di Restylane, alcune di estee lauder pro, ma non ho ancora incontrato ciò che mi soddisfa e mi da una pelle wow() …anche perché se nutro poi brufoli e butto fuori lucido, se non nutro sembro una mummia del terziario .
      Casinista vero? Ah faccio anche un massaggio al viso settimanale di stimolazione . Se puoi gentilmente darmi qualche dritta ti ringrazio . Buon 2019 Daniela

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Daniela. Qui caschi bene Anche io sono fissata! Non credi? Sulla mia fissazione ho creato un blog! Più fissata di così!!! Gli amminoacidi devi renderli prima di andare in palestra Generalmente sono circa 5 pastiglie. Prendili comunque anche se non ti alleni. Il DDm matrice puoi prenderlo quando vuoi. Come altri integratori ti consiglio l’acido ascorbico 5 grammi al giorno e la vit D. Inoltre vit E 3000 unità. Come creme io uso e consiglio quelle di Obagi. Le creme migliori che abbia mai utilizzato in tutta la mia vita. Riducono la produzione di sebo che secondo Mr Obagi danneggia la pelle e la rende “malata”. Le vendono solo i medici quindi devi vedere qual’è quello più vicino a te andando sul sito https://enermedica.it/zo-skin-health/. Se hai domande io sono qui. A presto

  • Faceboost ha detto:

    Ciao Daniela. Gli amminoacidi devi renderli prima di andare in palestra Generalmente sono circa 5 pastiglie. Prendili comunque anche se no ti alleni. Il DDm matrice puoi pernderlo quando vuoi. A colazione va benissimo. Come creme al retinolo io uso quelle di Obagi. Le creme migliori che abbia mai utilizzato in tutta la mia vita. Le vendono solo i medici quindi devi vedere qual’è quello più vicino a te andando sul sito https://enermedica.it/zo-skin-health/. Se hai domande io sono qui. A presto.

  • Maria ha detto:

    Anche io ci vorrei capire qualcosa sono interessata … Vorrei sapere le dosi i tempi opportuni. Validi che non fanno danno. Grazie

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Maria. Io posso dirti quello che faccio personalmente. In ogni caso sarebbe meglio tu sentissi il tuo medico, anche se è vero che il glutatione non ha nessuna controindicazione e come dice il mio, di medici, “dovrebbero utilizzarlo tutti”. Allora io mi faccio due iniezioni intramuscolo alla settimana per tre mesi. Poi interrompo per due me e poi riprendo. E così via…. A presto

    • Maria Oteri ha detto:

      Ho mandato un messaggio al mio medico vediamo cosa mi dice domani. Se no faccio come te. Grazie a presto

    • Faceboost ha detto:

      Ok perfetto. Poi fammi sapere. A presto

Leave a Reply