Cerca
Close this search box.

Lo provo per voi. La mia esperienza con la combo detergente + lipogel a base di cannabinoidi utili per il benessere intimo

Indice

Come ben sapete un anno e mezzo fa ho fondato insieme ad alcuni amiche e professionisti l’associazione MenopauseBoost-rivoluzione menopausa nata con vari obiettivi:

  • SUPPORTARE le DONNE e PREPARARLE alla menopausa, facendo capire loro che STARE BENE SI PUO’ anche e nonostante la menopausa
  • creare CONSAPEVOLEZZA attraverso l’INFORMAZIONE corretta,
  • sfatare TABU’e RETAGGI CULTURALI e SCIENTIFICI,
  • SENSIBILIZZARE LE ISTITUZIONI e il MONDO del LAVORO,
  • dare DIGNITA’ e VALORE ad una fase della vita a lungo dimenticata,  
  • creare una RETE di medici PREPARATI e COMPETENTI. 
Il manifesto della nostra associazione MenopauseBoost

Tra le aziende partner dell’associazione, che credono e supportano il nostro progetto e che si sono rese disponibili a fornire un codice sconto a TUTTE le iscritte, abbiamo anche la Farmacia San Carlo di Ferrara e l’azienda Teris Farma specializzata nella formulazione di prodotti a base di CBD (cannabidiolo). La TERIS infatti proviene da un’esperienza trentennale all’interno di un laboratorio galenico, quest’ultimo altamente specializzato per la preparazione di terapie a base di Cannabis Medica, ormoni bioientici e preparazioni veterinarie. L’azienda oggi ha tra i suoi obiettivi quello di supportare le donne in tutte le fasi della loro vita e in particolare cercando durante menopausa fase a lungo dimenticata e trascurata. Obiettivo che si sposa perfettamente con la nostra filosofia

Entrambe le aziende ci hanno supportato durante un paio di nostri incontri rivolti alle donne ed hanno distribuito alcuni campioncini. Quindi probabilmente alcune di voi già li conoscono. Personalmente ho iniziato un paio di mesi fa ad utilizzare alcuni dei loro prodotti (la linea è molto ampia), a base di Cannabinoidi, utili per il benessere intimo.

Ne ho testati due, i più versatili ed adatti alla mia situazione:

  • CBMousse
  • CBGyn.

Ma prima di scoprire qual è stata la mia esperienza con questi due prodotti, vediamo di capire, a cosa servono e come sono stati formulati.

Cosa sono i cannabinoidi

cannabinoidi sono sostanze fondamentali per il benessere dell’organismo e possono essere

  • prodotti naturalmente dal corpo umano (cannabinoidi endogeni)
  • derivati dalle piante (fitocannabinoidi). E’ il caso di quelli presenti all’interno della cannabis e dei suoi derivati.

Che cosa sono i cannabinoidi

cannabinoidi sono estratti dalla cannabis che contiene oltre 100 diversi tipi di cannabinoidi.

I più studiati sono in particolare due, il CBD e il THC, ai quali si affiancano cannabinoidi minori come il CBG

I cannabionoidi e i loro effetti sull’organismo

Cosa è il CBD

Il CBD, acronimo di cannabidiolo, è una  sostanza naturale che viene estratta  dalla pianta di canapa. È uno degli oltre 100 cannabinoidi che possono essere isolati dalla pianta di Cannabis. A differenza del più noto cannabinoide, il tetraidrocannabinolo (THC), il CBD non produce effetti psicoattivi 

La pianta di canapa

Cosa è la canapa

La canapa è una pianta erbacea il cui nome scientifico è Cannabis Sativa e fa parte della famiglia delle Cannabaceae.

Il suo uso ha origini antichissime. I primi ad utilizzarla si ritiene infatti che siano stati i cinesi 8/9 mila anni. Le fibre resistenti del fusto erano infatti ideali per:

  • la produzione di corde e funi,
  • la lavorazione tessile.

Inoltre, il colore bianchissimo della polpa la rendeva adatta alla produzione di una carta sottile e di alta qualità.

I semi della pianta di Canapa venivano e vengono tuttora utilizzati nell’industria alimentare per produrre olio, pane, pasta, biscotti e altri alimenti che apportano un alto contenuto in proteine facilmente digeribili e un rapporto bilanciato tra acidi grassi omega 3 e omega 6.

Le infiorescenze femminili delle varietà medicinali sono, invece, ricche in una classe di composti noti come cannabinoidi, ai quali sono state associate proprietà terapeutiche sin dall’antichità. Gli antichi utilizzavano gli estratti di canapa come analgesici e in particolare per migliorare:

  • i reumatismi,
  • dolori mestruali e nella dismenorrea,
  • l’epilessia.

Si tratta di una potenzialità terapeutica che è stata sfruttata anche in Occidente fino alla fine dell’Ottocento.

I vari tipi di cannabis

Esistono essenzialmente 2 varietà standard di piante di cannabis:

  • Cannabis indica,
  • Cannabis sativa

Un tempo era maggiormente evidenziata tale distinzione. Attualmente per comodità viene effettuato un mix delle tue tipologie.

Differenze tra Cannabis Indica e Sativa

La distinzione principale risiede nelle tipologie di infiorescenze le quali presentano differenti concentrazioni di THC e di CBD. Ne riporto alcune di seguito:

  • BEDROCAN 22% THC < 1% CBD
  • BEDIOL 6,5% THC 9% CBD
  • BEDICA 14% THC < 1% CBD
  • BEDROLITE 1% THC 9% CBD
  • FM2 7,5-8% THC 8-12% CBD
L’infiorescenza della cannabis

Quindi a seconda della tipologia di infiorescenza la cannabis ha funzioni ed effetti differenti sull’organismo umano. La differenza sostanziale dipende dalla percentuale di:

  • THC
  • CBD
Differenti concentrazioni di THC e CBD nelle due tipologie di cannabis

Tali infiorescenze oltre a contenere più THC, tendono anche a contenere meno CBD, e la differenza, negli anni è diventata sempre più pronunciata.

Un’analisi del 2016 (1) effettuata negli USA, paese in cui vi è meno rigore rispetto all’Europa relativamente ai controlli su questi prodotti, ha rilevato che la potenza media delle piante di cannabis, è aumentata da circa il 4% nel 1995 al 12% nel 2014. I livelli medi di CBD sono diminuiti dallo 0,28% nel 2001 a meno dello 0,15% nel 2014.

In ogni caso, in Italia, per ogni tipologia di infiorescenza viene analizzata e certificata la concentrazione di CBD e THC contenuta.

Cosa è il THC

Il THC o tetraidrocannabinolo è il componente attivo primario che rende la sostanza psicoattiva

Cosa è CBD

Il CBD è un cannabinoide con funzioni terapeutiche NON psicoattive. Negli ultimi anni, il CBD è diventato sempre più popolare grazie ai suoi effetti benefici.

È infatti usato per trattare una varietà di condizioni, tra cui:

  • dolore cronico,
  • ansia, 
  • infiammazione,
  • patologie auto-immuni.
Differenze tra THC e CBD

Il sistema endocannabinoide

La cannabis sativa è stata uno strumento importante nell’arsenale dell’erborista e nella farmacopea medica per millenni, ma è stato solo negli ultimi 25 anni che la scienza ha fornito una migliore comprensione della sua miriade di benefici.

Già tra la fine degli anni ‘80 e i primi anni ’90, si capì che i cannabinoidi, compreso il THC, agiscono legandosi a specifiche proteine espresse a livello delle membrane cellulari, i recettori per i cannabinoidi.

  • Recettori di tipo 1 (CB1) espressi nel sistema nervoso centrale (cervello) e periferico (nervi) e in altri organi periferici. I recettori CB1 sono presenti in densità inferiori in cuore, polmoni, testicoli, ovaio, midollo osseo, timo, utero e cellule immunitarie.
  • Recettori di tipo 2 (CB2) espressi sulle cellule del sistema immunitario, compresi macrofagi, mastociti e milza. Nel sistema nervoso centrale si trovano principalmente a livello del midollo spinale. (10)
Come sono collocati i recettori cannabinoidi nell’organismo

Successivamente, alla fine degli anni ’90, alcuni ricercatori, hanno scoperto l‘esistenza di cannabinoidi prodotti dal nostro organismo( l’anandamide e il 2-arachidonilglicerolo) e il sistema cannabinoide endogeno altresì detto endocannabinoide. Si tratta di un sistema di recettori sparsi in tutto il corpo che si legano con i cannabinoidi. Infatti entrambi gli endocannabinoidi interagiscono con i recettori CB1 e CB2, gli stessi con cui interagiscono i cannabinoidi esogeni contenuti nella Cannabis (11).

Il sistema endocannabinoide agisce su moltissimi processi fisiologici e cognitivi ed è globalmente coinvolto nel mantenimento dell’omeostasi, ovvero il mantenimento di un ambiente interno stabile, nonostante le oscillazioni dell’ambiente esterno. Inoltre la mancanza di endocannabinoidi può comportare vari stati patologici (emicraniafibromialgiainfiammazioni croniche dell’intestino (MICI) ) che rispondono favorevolmente a terapie a base di cannabinoidi.(6,7,8,9).

Le funzioni regolate dal sistema endocannabinoide

I cannabinoidi promuovono l’omeostasi a tutti i livelli della vita biologica. Un esempio è quello dell’autofagia, un meccanismo attraverso cui l’organismo elimina le cellule danneggiate e le sostituisce con cellule più sane. Ecco questo processo è mediato dal Sistema Endocannabinoide.

Sebbene il nostro organismo possieda i propri cannabinoidi endogeni che funzionano di fatto da antinfiammatori, i cannabinoidi di origine vegetale (fitocannabinoidi) o sintetica sono stati studiati come potenziali opzioni terapeutiche in un varietà di aree e possono essere utilizzati quando il sistema endocannabionoide si inceppa.

Quindi in caso di squilibri o carenze il CBD, può essere utile in quanto reintegra e stimola il corretto funzionamento di questo sistema.

La biologia molecolare di base del Sistema Endocannabinoide ed alcuni degli effetti molecolari dei fitocannabinoidi (courtesy of Clinicians’ Guide to Cannabidiol and Hemp Oils)

Effetti del CBD

Il CBD ha molteplici effetti, quali:

  • migliorare l’ansia, lo stress, i disturbi dell’umore, l’insonnia (14,15,16)
  • agire da immunomodulatore ed antinfiammatorio (19,20,12)
  • ridurre il dolore cronico, articolare e quello provocato dalla vulvodinia (12,13,16,17)
  • ridurre la nausea ed il vomito oltre ad avere effetti sull’appetito (THC in particolare)(12).
Benefici del CBD

La cannabis è stata inoltre studiata come potenziale trattamento per una varietà di condizioni di dolore ginecologico, tra cui: 

  • endometriosi,
  • dismenorrea,
  • dolore pelvico,
  • Vulvodinia e Vestibolodinia.

Nel caso ad esempio dell’endometriosi, la cannabis ha dimostrato di ridurre l’infiammazione e il dolore, fornendo potenzialmente un’alternativa ai tradizionali farmaci antidolorifici come descritto anche in letteratura (34)

0 0 voti
Valutazione
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
0
Mi piacerebbe avere le tue opinioni, commenta pure.x