Retinolo e Retinoidi: differenze e analogie

Cosa è il retinolo, a cosa serve, differenze tra retinolo e acido retinoico, gli errori più comuni sul retinolo

Che cosa è il retinolo

Per  retinolo si intende vitamina  A  pura, indicata spesso anche come vitamina normalizzante per la sua capacità di convertire le cellule anormali   della pelle.

Il retinolo è un potente antiossidante che combatte i radicali liberi che danneggiano la pelle e la riparano dai danni che hanno già avuto luogo.

Retinolo = Vitamina A

Come appena sostenuto l’aspetto  fondamentale da sottolineare è che:

  • una volta applicato sulla pelle il retinolo si trasforma in acido retinoico o tretinoina,
  • poiché il retinolo è vitamina A e la vitamina A viene convertita in acido retinoico, il retinolo è un retinoide e tutti i prodotti che contengono  retinolo fanno parte della categoria dei  retinoidi.

A proposito di questa molecola gli aspetti da puntualizzare e chiarire sono:

Per chi è adatto il retinolo

Un prodotto al retinolo, come gli altri retinoidi, può essere utilizzato fin dalla giovane età per migliorare :

  • rughe e linee di espressione,
  • macchie solari e senili,
  • segni e cicatrici da acne,
  • acne, brufoli e punti neri per la sua funzione seboregolatrice,
  • texture della pelle irregolare (pori dilatati).

Differenze tra Retinolo e Acido Retinoico

Le differenze principali tra acido  retinoico e retinolo consistono nel fatto che

il Retinolo

  • si concentra su una singola  problematica della pelle
  • viene utilizzato in situazioni  non patologiche della cute,
  • è indicato per trattare/prevenire ed aumentare  la resistenza della pelle,
  • può essere utilizzato sempre, in modo continuativo, senza interruzione,
  • la tolleranza alla molecola aumenta nel lungo periodo

l’Acido retinoico

  • si rivolge a più problematiche contemporaneamente,
  • viene utilizzato nel trattamento di patologie (rosacea, acne),
  • è un vero e proprio trattamento,
  • è utilizzabile per brevi periodi , massimo per 5 mesi,
  • la pelle non si abitua e nel lungo periodo  manifesta intolleranza.

Si tratta di distinzioni fondamentali che possono guidare il paziente  nella scelta della molecola più corretta per la proprio inestetismo e la propria pelle,  cercando un approccio graduale ed evitando di utilizzare trattamenti eccessivamente aggressivi  che potrebbero spingere il paziente a rinunciare al trattamento.  

Gli errori più comuni a proposito del  retinolo

E’ errore comune  pensare che il retinolo:

renda la pelle più sottile e quindi più vulnerabile alle scottature solari e alla comparsa delle rughe stesse. Il retinolo in genere causa arrossamento e desquamazione nelle prime settimane di utilizzo, ma in realtà il suo utilizzo, nel tempo, ispessisce l’epidermide e la rafforza. 

 

sia un  esfoliante: poichè il retinolo ha come effetto collaterale quello della desquamazione, più o meno intensa a seconda della percentuale di principio attivo contenuto, si è portati a ritenere che sia un esfoliante. In realtà lo scopo del retinolo è quello di agire come antiossidante e riprogrammatore cellulare .

sia fotosensibilizzante: l’utilizzo del retinolo riduce lo spessore dello strato corneo il che può comportare  una maggiore sensibilità della pelle alla luce  solare con conseguente maggior rischio di scottature.

0 0 voti
Valutazione
Iscriviti
Notificami
guest
16 Commenti
Il più votato
Più recente Il più vecchio
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
16
0
Mi piacerebbe avere le tue opinioni, commenta pure.x