Cerca
Close this search box.

Lo provo per voi. Testosterone topico per migliorare il calo della libido in menopausa

Indice

Quali sono le terapie che si possono utilizzare per migliorare i sintomi della GSM

L’obiettivo principale dei trattamenti è quello di:

  • alleviare i sintomi della della GSM,
  • migliorare la funzionalità sessuale.

Il trattamento può consistere in:

  • terapie ormonale con prodotti a base di estrogeni e/o androgeni locali, generalmente considerata il “gold standard”
  • terapie non ormonali come lubrificanti e creme idratanti,
  • modulatori selettivi del recettore degli estrogeni (SERM) tra i più utilizzati l’Ospemifene utilizzabile anche dalle donne operate di carcinoma mammario una volta terminate le cure,
  • tecnologie laser,
  • trasferimento di cellule staminali da tessuto adiposo (Seffigyn o Lipogems). Si tratta di metodiche con studi scientifici pubblicati condotti su un numero esiguo di pazienti, ma con risultati molto promettenti.
Courtesy of https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/32399320/

E tutte queste terapie possono essere combinate tra loro per ottenere il massimo dei benefici.

Si tratta sempre di terapie locali o che agiscono a livello locale (i SERM ad esempio vengo assunti per bocca ma hanno efficacia solo a livello locale).

Infatti sono molti i casi in cui, anche le donne che assumono terapia ormonale sostitutiva estroprogestinica, non riescono ad ottenere sufficienti benefici a livello vaginale ed è indispensabile abbinare ad essa trattamenti a livello locale.

In questo articolo parlerò solo della terapia topica vaginale a base di testosterone bioidentico e affronterò le altre terapie nei prossimi articoli.

Quali sono gli effetti degli androgeni a livello vaginale

Gli androgeni hanno un effetto diretto sulla struttura e funzione vaginale così come emerge da questo studio.

Questo perchè:

  • i recettori per gli  androgeni sono presenti (19)
    • nella mucosa,
    • nella lamina e nell’endotelio vascolare
  • la densità recettoriale per gli androgeni aumenta dalla cervice alla vulva.

Qual è l’azione del testosterone vaginale

Se la densità recettoriale per gli androgeni aumenta dalla cervice alla vulva, va da se che il testosterone, l’androgeno per eccellenza, ad uso topico può avere un’azione su:

  • il trofismo dei tessuti e sull’idratazione,
  • la vasodilatazione,
  • la lubrificazione,
  • l’aumento della densità delle fibre nervose vaginali,

Questi effetti portano ad:

  • un miglioramento dei sintomi della GSM,
  • un aumento della libido.

Quale testosterone vaginale utilizzare?

Purtroppo NON esiste una formulazione adatta per la donna prodotta dall’industria farmaceutica.

Esiste il testosterone propionato, molto utilizzato in passato (anni ’70/80) che pone dei limiti di utilizzo.

Essendo l’emivita del prodotto molto lunga, il suo utilizzo quotidiano porta ad accumulo e potrebbe comportare:

  • aumento di peso
  • comparsa di peli, brufoli o pelle grassa,
  • abbassamento dei toni vocali.
Emivita degli esteri in giorni (Courtesy of https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/8232579/)

Diventa quindi indispensabile utilizzare il TESTOSTERONE BIOIDENTICO ad uso topico.

Quali caratteristiche ha il testosterone bioidentico (vegetal origin)

Il Testosterone topico Vegetal Origin è una Testosterone bioidentico galenico ottenuto per semisintesi da una matrice vegetale contenente molecole a base steroidea (Es. diosgenina da Dioscorea villosa).
Gli ormoni vegetal origin sono ormoni bioidentici da non confondere con:

  •   Fitoestrogeni,
  •   Fitoandrogeni,
  •   Fitoprogestinici.

Il testosterone bioidentico vegetal origin è formulato in Pentravan® (11,12), una crema olio in acqua.

  • a base di fosfatidilcolina,
  • priva di petrolati (vaselina), fragranze e sostanze comunemente sensibilizzanti tipo i parabeni.

E’ testata per uso dermatologico e ginecologico.

L’applicazione giornaliera di Testosterone Bioidendico RIPRODUCE L’ANDAMENTO CIRCADIANO fisiologico  dell’ormone con un picco di massima concentrazione plasmatica a 3 ore e completa  ristabilizzazione al valore basale a 12 ore.  E quindi non comporta accumulo.

Livelli di testosterone totale plasmatico post applicazione vestibulo-vulvare di 3 mg 17TH WORLD CONGRESS ON CONTROVERSIES IN OBSTETRICS,
GYNECOLOGY & INFERTILITY (COGI) Maia, Haddad et al.
Pulsatile administration of testosterone by the vaginal route using Pentravan®” 2012

Come si utilizza il testosterone bioidentico vaginale e in quale dosaggio

Il testosterone bioidentico deve essere utilizzato in sede vestibolo vulvare e in particolar modo:

  • in zona clitoridea,
  • a livello della forchetta vulvare.

La somministrazione è molto semplice perchè avviene attraverso un dispenser (topi-click) approvato dalla Food and Drug Administration, che consente di dosare esattamente la quantità quotidiana che si deve applicare. 

Il dosaggio ottimale deve essere stabilito con il proprio medico sulla base delle esigenze della singola paziente. Solitamente la somministrazione standard è pari a 2 click che corrispondono esattamente a 2,8mg di testosterone al giorno. Tale dosaggio non altera la  concentrazione plasmatica di estradiolo ed SHBG come emerge da questo studio

La preparazione è standard: ogni dispenser da 90 mg di prodotto contiene lo 0,56% di testosterone vegetal origin.

Il dispenser topi click del testosterone bioidentico ad uso topico
Il testosterone bioidentico ad uso topico

Quali sono i benefici che si ottengono dall’utilizzo del testosterone topico vegetal origin

L’utilizzo del testosterone topico ha notevoli benefici

  • sulla libido. In particolare su:
    • la lubrificazione,
    • l’idratazione,
    • l’eccitazione,
    • la congestione dei corpi cavernosi aumentando il numero degli orgasmi
  • sull’atrofia vulvo-vaginale.
Gli effetti del testosterone vaginale

Quali sono le controindicazioni all’utilizzo del testosterone bioidentico topico

Il testosterone bioidentico per uso topico non può essere utilizzato dalle donne che hanno avuto un carcinoma mammario.

In realtà uno studio del 2017 pubblicato su Oncology Nursing Forum indica che il testosterone vegetale potrebbe essere utilizzato, a livello vaginale, nelle donne sopravvissute a carcinoma mammario che sono in cura con Anastrazolo o con gli Inibitori Aromatasi i quali, inibendo l’enzima che converte gli androgeni in estrogeni, fanno sì che il testosterone circolante non venga convertito in estradiolo. Sappiamo infatti che alle donne che hanno avuto un carcinoma mammario ormono-dipendente vengono prescritte cure che azzerano completamente gli estrogeni.

Ma dal momento che non tutti gli oncologi sono concordi su l’utilizzo del testosterone, laddove non vi sia il parere favorevole del medico, non può essere prescritto.

Quali sono gli effetti collaterali del testosterone bioidentico ad uso topico

Ho osservato in precedenza che gli studi scientifici indicano che l‘utilizzo del testosterone vaginale bioidentico, ai dosaggi citati (2,8 mg al giorno):

  • non comporta accumulo
  • non ha effetto sistemico

Quindi non comporta gli effetti collaterali tipici degli ormoni androgeni.

Dopo quanto tempo dall’utilizzo si cominciano ad avvertire i benefici del testosterone bioidentico ad uso topico

Ovviamente si tratta di tempistiche molto individuali, ma generalmente il miglioramento dei sintomi si avverte dopo 2/3 settimane dall’inizio dell’applicazione del prodotto.

Dove si acquista il testosterone bioidentico ad uso topico

Come ho accennato in precedenza si tratta di un prodotto galenico preparato da farmacie accreditate dietro presentazione di ricetta medica in originale e non ripetibile. La prescrizione deve essere fatta dal ginecologo o dall’endocrinologo.

Quanto costa il testosterone bioidentico ad uso topico

Un dipenser da 90 gr di testosterone bioidentico ad uso topico ha un prezzo che va dai 60 ai 70 euro e dura circa due mesi, se l’applicazione è pari a due click ed è quotidiana.

A cosa serve il testosterone transdermico bioidentico

Il testosterone transdermico può rivelarsi molto utile in donne che presentano sintomi da deprivazione androgenica, che non riguardano solo la sfera non sessuale e vulvo-vaginale, ma che sono generalizzati e che concernono:

  • tendenza ad accumulare adipe sull’addome e sul punto vita e a perdere massa magra con aumento della massa grassa,
  • scarsa energia vitale, una condizione simile alla depressione,
  • maggiore sensazione di stanchezza fisica,
  • minore vivacità anche cognitiva,
  • maggiore difficoltà ad affrontare l’esercizio fisico.

In questi casi, in abbinamento al testosterone biodentico ad uso topico, si può utilizzare il testosterone transdermico bioidentico, con effetto sistemico, da applicare nell’interno braccia e nell’interno coscia, alternando ogni volta i siti di applicazione.

Anche in questo caso si tratta di una preparazione galenica allestita da farmacie accreditate, in contenitori topi-click, dietro presentazione di ricetta medica in originale e non ripetibile. La prescrizione deve essere fatta dal ginecologo o dall’endocrinologo.

Il costo per 150 ml di prodotto è pari a 70/80 euro e la sua durata è variabile a seconda del quantitativo da utilizzare indicato dal medico.

Il testosterone bioidentico transdermico nel dispenser topi click
Il testosterone bioidentico transdermico

Quali sono gli effetti collaterali del testosterone transdermico bioidentico

L’utilizzo del testosterone transdermico bioidentico può comportare, nelle donne sensibili agli androgeni:

  • aumento di peso
  • comparsa di peli, brufoli o pelle grassa,
  • abbassamento dei toni vocali.

Quindi è molto importante:

  • allestire una preparazione con una percentuale di testosterone adeguata,
  • utilizzare il dosaggio indicato dal medico.

Nel caso in cui si manifestasse una sintomatologia come quella descritta è opportuno interrompere l’applicazione

3.5 2 voti
Valutazione
Iscriviti
Notificami
guest
6 Commenti
Il più votato
Più recente Il più vecchio
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
6
0
Mi piacerebbe avere le tue opinioni, commenta pure.x