La mia esperienza con EM Sculpt: il trattamento che tonifica la muscolatura e riduce le adiposità localizzate

La mia esperienza con EM Sculpt

Ho eseguito 8 sedute di trattamento con Em Sculpt. Due a settimana, come da protocollo.

Come avviene il trattamento è visibile nel video pubblicato.

Il trattamento non è indolore come si sottolinea ovunque. È parecchio fastidioso e la prima seduta la definirei addirittura piuttosto dolorosa. Poi probabilmente l’organismo si abitua al tipo di stimolazione e il dolore si trasforma in fastidio assolutamente sopportabile. Altrimenti ovvio che 8 sedute, ognuna di mezz’ora, non sarei riuscita a sostenerle.

Durante il trattamento si avvertono due tipi di impulsi elettromagnetici:

  • uno profondo che stimola la tonificazione di tutto il muscolo e in cui si avverte il muscolo che si contrae intensamente (ben visibile anche nel video). La sensazione è simile ad una sorta di formicolio quando la potenza è bassa che diventa simile ad una scossa elettrica mano a mano che la potenza aumenta,
  • l’altro più superficiale e ritmato che lavora sulla potenza del muscolo. La sensazione in questo caso è simile ad un colpo di martello. Questo impulso per me è stato quello più fastidioso, in tutte le sedute, non solo nella prima.

Dopo la seduta non ho avuto nessun dolore nè indolenzimento, nonostante il muscolo abbia lavorato a fondo. Questo perchè, come osservato, il lavoro se pur intenso, non comporta produzione di acido lattico.

Cosa ho ottenuto con EM Sculpt

Voglio fare una premessa. Ognuno di noi reagisce ai trattamenti in modo differente. E io racconto sempre la mia personale esperienza. Quindi quelli che sono i risultati che personalmente, su me stessa riesco ad ottenere. Che non rappresenta la totalità dei casi.

Detto ciò, sinceramente, dopo 8 sedute, eseguite due volte a settimana come da protocollo, posso dire di non avere ottenuto gli effetti desiderati o comunque quelli che mi sarei aspettata (ecco perchè non metto foto del trattamento).

Che poi non mi pareva di avere aspettative irrealistiche. Avrei semplicemente voluto vedermi con il gluteo leggermente più sollevato (meno scivolato verso il basso) e leggermente più proiettato. Che è quello che promette EM Sculpt. E che risulta anche dagli studi scientifici pubblicati.

Risultato a due mesi di distanza dopo 4 sedute di trattamento pubblicato su https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7869812/

Voglio sottolineare che:

  • ho una muscolatura che non risponde benissimo neppure all’attività fisica. Sono longilinea e impiego moltissimo tempo per potenziare e tonificare i muscoli di tutti i distretti corporei. E questo non solo ora che sono ANTA, ma anche in giovane età,
  • mi alleno con regolarità con i pesi (pesanti) quindi i miei glutei sono tutto sommato abbastanza tonici a livello muscolare se pur un pò scesi a causa della lassità cutanea, che come ben sappiamo è indipendente dal muscolo.

Quando ho parlato con la dottoressa dei risultati deludenti che avevo avuto, lei ha teso a sottolineare che in realtà, da un trattamento di questo tipo, ciò che si riesce ad ottenere a livello dei glutei (in realtà lei fin dall’inizio mi aveva sconsigliato di provare il trattamento in quella zona, ma io non ho voluto darle ascolto) è una tonificazione senza sollevamento che si tende più a sentire che a vedere. E che dalla sua esperienza le zone più responsive sono:

  • l’addome che migliora anche grazie all’effetto lipolitico del trattamento che non si ha sui glutei (per fortuna),
  • interno coscia e polpaccio, ossia zone molto difficili da tonificare e potenziare anche con un allenamento intensivo in palestra.

Ed ha aggiunto che nel mio caso, non ho avuto la possibilità di apprezzare risultati evidenti, essendo i miei glutei già abbastanza tonici e allenati. Mi ha quindi proposto di riprovare nella zona dell’interno coscia, zona che effettivamente non riesco ad allenare in modo adeguato.

Devo dire che è innegabile che, durante il trattamento il muscolo lavori intensamente e quindi potrebbe valere la pena provare in una zona che, effettivamente, ho difficoltà a tonificare come vorrei. Ci penserò a Settembre…..Se dovessi ritentare vi farò sapere com’è andata.

In ogni caso, indipendentemente dai risultati ottenuti su me stessa, penso che per tonificare la muscolatura, non si possa prescindere dall’attività fisica. Pensare di tonificare o perdere grasso solo con i macchinari, è un’illusione. C’è poco da fare, niente si ottiene senza fatica. E diciamo che macchinari di questo tipo, laddove diano risultati, possono rappresentare un completamento per rifinire e definire il lavoro svolto con l’attività fisica, alla quale devono essere sempre abbinati.

Una considerazione aggiuntiva

Voglio spezzare una lancia nei confronti di questa tecnologia. Dopo che EM Sculpt è uscito, molte aziende hanno cercato di imitarlo.

Ultimamente sono stata invitata presso due studi medici per provare i competitors. Ed ho accettato l’invito perchè ero curiosa di capire se ci fossero differenze percepibili tra le varie tecnologie. Vi dico la verità. Le altre apparecchiature non hanno niente a che vedere e neppure sono minimamente confrontabili con EM Sculpt. Con le “imitazioni” non si raggiungono assolutamente le contrazioni sovramassimali di EM Sculpt. Il trattamento è più blando (anche meno doloroso, va detto) e meno intenso.

C’è però da fare un’osservazione. Il trattamento con le tecnologie concorrenti costa mediamente un terzo. Circa 80 euro a seduta, contro le 300 di EM Sculpt. Quindi sicuramente, essendo il prezzo allettante, si è invogliati a provare.

Però attenzione. Vi lascio con questo mio dubbio. Se non ha funzionato EM Sculpt (non in assoluto, almeno su di me) figuratevi la concorrenza……

0 0 voti
Valutazione
Iscriviti
Notificami
guest
4 Commenti
Il più votato
Più recente Il più vecchio
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
4
0
Mi piacerebbe avere le tue opinioni, commenta pure.x