Electri: la redermalizzazione del contorno occhi a base di acido succinico

Quali sono i soggetti per cui è indicato Electri, quali sono le zone dove può essere eseguito il trattamento, numero di sedute e loro frequenza, tempi recupero, effetti collaterali, sperimentazione clinica, costi

Quali sono i soggetti per cui è indicato il trattamento

Electri è adatto per:

  • i pazienti di ogni età, anche giovani, proprio per la capacità del prodotto di prevenire i primi segni dell’invecchiamento,
  • tutti i tipi di pelle.

Quali sono le aree del viso in cui può essere utilizzato Electri

Electri può essere utilizzato nella zona,

  • della fronte,
  • delle guance,
  • periorbitale,
  • periorale (mento e codice a barre).

Numero di sedute e loro frequenza

Nonostante il protocollo preveda  una sola seduta con Electri mediante  la quale si ottiene un miglioramento complessivo dell’area in cui è stato eseguito il trattamento,  per mantenere   l’effetto, è consigliabile ripetere il trattamento  a distanza di  3/4 mesi dalla prima seduta.

 Tempi di recupero dopo il trattamento

Il  trattamento con Electri consente la ripresa immediata delle attività quotidiane. Infatti, come appena sottolineato i  ponfetti che si formano durante la procedura d’infiltrazione del prodotto (ben visibili nelle foto sotto pubblicate) tendono a  scomparire in circa un paio d’ore anche nel caso in cui il trattamento sia eseguito in zona perioculare.

Quali sono gli effetti collaterali e le complicanze legate al trattamento con Electri

Il trattamento non comporta nessuna complicanza. Electri infatti non contiene sostanze estranee all’organismo e dai test clinici eseguiti sui pazienti  è risultato:

  • altamente biocompatibile, 
  • ipoallergenico.

Gli effetti collaterali eventuali, tutti  temporanei  e comuni a qualunque  altra pratica iniettiva analoga sono:

  • rossore della durata di qualche ora,
  • edema risolvibile in circa 24 ore che può persistere per un tempo maggiore   (48/72 ore) nel caso il trattamento venga eseguito in zona perioculare ,
  • prurito nel punto d’iniezione, della durata di qualche ora,
  • eventuale comparsa di lividi, soprattutto in chi ha la pelle molto sottile che, a seconda della loro profondità, possono permanere fino a 10 giorni
  • presenza di “ponfetti”che si formano  in corrispondenza dell’infiltrazione del prodotto, della durata di un paio d’ore dopo la procedura.

Sperimentazione clinica con Electri

Da uno studio clinico  “Hyaluronic Acid-Based Injectable Implant Predermal (Electri)” condotto nel 2015 dal dott.  Evgeniy Eroshkin,  condotto su 80 pazienti di età compresa tra 30 e 45 anni con vari tipi di invecchiamento cutaneo, trattati  con Electri, si è potuto verificare, dopo una sola seduta di trattamento, un aumento:

  • dell’idratazione della pelle del 56%, 
  • dell’espressione della proteina  KI-67 (proteina nucleare strettamente associata con la proliferazione cellulare) che indica chiaramente un aumento significativo della proliferazione epidermica all’interno dello strato basale.

  .

Dall’esame microscopico della pelle è evidente come, dopo una sola seduta  Electri, i pazienti del gruppo di studio hanno mostrato:

  • una riduzione della profondità delle rughe del 15-60% delle rughe,
  • miglioramenti strutturali visibili dello strato corneo.

  Costi

Il trattamento con Electri ha un costo di circa 200/250 euro a seduta.

0 0 voti
Valutazione
Iscriviti
Notificami
guest
22 Commenti
Il più votato
Più recente Il più vecchio
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
22
0
Mi piacerebbe avere le tue opinioni, commenta pure.x