Botox off-label: efficacia e rischi

Lo scorso week end ho partecipato ad un congresso di medicina estetica, organizzato dalla FIME  (Federazione Italiana Medici Estetici), incentrato sui trattamenti applicabili al  terzo inferiore del volto e del collo.

Le relazioni sono state tutte molto interessanti. Alcune hanno introdotto qualche novità, almeno per me, delle quali voglio riferire.

Comincerei dai trattamenti Botox off-label (fuori indicazione vedi sotto) dei quali avevo già accennato in alcuni articoli (  La Tossina Botulinica (Botox)  I TRATTAMENTI MEDICO ESTETICI PER LA BELLEZZA DEL COLLO , I TRATTAMENTI DI MEDICINA ESTETICA PER LA BELLEZZA DELLE LABBRA

Nel mondo della medicina estetica,  originariamente, la parte superiore del volto (rughe dinamiche: glabellari,  della fronte, perioculari) veniva classicamente trattata con la tossina botulinica mentre  la parte inferiore (cosiddetto terzo medio inferiore) era appannaggio esclusivo dell’acido ialuronico.

Invece ….

Invece oggi è possibile trattare anche la parte inferiore del viso, dallo zigomo in giù, utilizzando la tossina botulinica, se pur in modalità off-label,  come trattamento unico o in sinergia con l’acido ialuronico.

Al congresso i medici intervenuti, tutti esperti in trattamenti di questo tipo, hanno messo in evidenza l’efficacia di tali procedure e gli eventuali rischi connessi.

Prima però vediamo di riassumere cosa è e a cosa serve la tossina botulinica e se esiste una tossina, tra quelle approvate ed utilizzabili, migliore e più duratura dell’altra.

0 0 voti
Valutazione
Iscriviti
Notificami
guest
11 Commenti
Il più votato
Più recente Il più vecchio
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
11
0
Mi piacerebbe avere le tue opinioni, commenta pure.x