Botox off-label: efficacia e rischi

Botox off-label: bande platismatiche e rughe del collo, sorriso gengivale, punta del naso cadente, rughe della marionetta

Quindi, lasciando stare la legge, nella parte inferiore del viso, dagli occhi in giù, il botox può essere utilizzato, ma il medico deve conoscere bene l’anatomia del viso ed avere molta esperienza, in quanto i muscoli mimici sono molto vicini e hanno una funzione molto importante che non deve essere modificata. Quindi è d’obbligo sottolineare che: 

  • il trattamento risulta più complesso,
  • i risultati potrebbero essere meno evidenti rispetto a quelli che si ottengono utilizzando la tossina con procedure on-label,
  • il rischio di complicanze ed inestetismi può essere elevato.

Il botox off-label può essere effettuato per ridurre:

Bande platismatiche  e rughe orizzontali del collo 

Il trattamento si chiama Nefertiti lifting dal nome della regina egizia famosa per la sua bellezza  ed è indicato per quelle persone che hanno bande platismatiche evidenti ed una moderata lassità della pelle del collo (vedi articolo: I TRATTAMENTI MEDICO ESTETICI PER LA BELLEZZA DEL COLLO)

Considerando che gran parte delle rughe del collo sono dovute ad una continua contrazione dei suoi muscoli (principalmente il muscolo plastisma), è possibile diminuire il numero delle rughe rilassando il muscolo grazie al botox. Lo scopo del trattamento  è quello di attenuare le bande verticali del muscolo platisma, ovvero quei cordoni che tendono a formarsi sul collo. Il trattamento permette di ridefinire anche il contorno mandibolare.

 Trattamenti

Nefertiti: collo perfetto

La procedura prevede una serie di  iniezioni di tossina botulinica,  appositamente preparata ad una concentrazione specifica che dovrà essere iniettata superficialmente. E’ importante sapere che la muscolatura che muove il collo  non verrà assolutamente interessata.

Courtesy of dott. Giovanni Salti

Prima e dopo il trattamento

Prima e dopo il trattamento. (Courtesy of dott. Giovanni Salti)

Effetti collaterali eventuali: nel caso in cui la tossina venisse infiltrata troppo in  profondità potrebbe provocare, disfagia, disfonia distonia (disordini del movimento). Avendo la tossina botulinica efficacia temporanea, si tratta di effetti collaterali risolvibili, man mano che il suo effetto tende a svanire. 

Quanto si mantengono i risultati: il massimo effetto  si ottiene a distanza di 2/3 mesi dal trattamento e il risultato si mantiene per 8/10 mesi

Bibliografia

Botulinum Toxin for Neck Rejuvenation: Assessing Efficacy and Redefining Patient Selection, Nasr MW ed altri Plast Reconstr Surg. Luglio 2017

Sorriso gengivale (gummy smile

L’utilizzo del botox (vedi articolo: Sorriso gengivale: la soluzione nel Botox )  in questo caso è molto efficace.

Il sorriso gengivale non è  sempre causato da gengive troppo grandi o da denti troppo piccoli, bensì da un iper lavoro dei muscoli elevatori del labbro superiore (troppo forti e tonici) che, all’atto di sorridere, fanno appunto sollevare eccessivamente il labbro, problematica, talvolta, associata  ad un labbro più corto del normale. Questo difetto si può correggere completamente o in parte riducendo l’attività dei muscoli che sollevano il labbro superiore, facendo delle microiniezioni di botulino in determinati punti alla base e ai lati del naso. Il farmaco rende meno tonici i muscoli, il labbro si allunga e i muscoli elevatori non riescono più a sollevarlo del tutto, ridimensionando così l’esposizione gengivale. 

Un esempio di sorriso gengivale prima e dopo il trattamento con Botox

Nei casi di sorriso gengivale  di III e IV grado è consigliabile il trattamento di tipo chirurgico.

Rischi eventuali: asimmetrie del sorriso. Avendo la tossina botulinica efficacia temporanea, si tratta di effetti collaterali risolvibili, man mano che il suo effetto tende a svanire 

Quanto si mantengono i risultati: 4/6 mesi circa

Punta del naso cadente

Il trattamento consiste in un’iniezione alla base del naso (columella).

Punti d’iniezione (Courtesy of dott. Massimo Signorini)

Il trattamento deve essere effettuato solo nei  pazienti in cui l’inestetismo sia di natura muscolare e non dipenda da un problema legato al setto nasale. In tal caso il trattamento risulterebbe inefficace. 

Prima e dopo il trattamento

Effetti collaterali eventuali: è possibile che si verifichi un allungamento del labbro superiore ed un suo leggero appiattimento. Avendo la tossina botulinica efficacia temporanea, si tratta di effetti collaterali risolvibili, man mano che il suo effetto tende a svanire 

E’ quindi sconsigliato nei soggetti con labbra sottili o con labbro superiore eccessivamente lungo

Quanto si mantengono i risultati: 4/6 mesi circa

Rughe della marionetta 

Sono quelle che si formano ai lati della bocca. Il miglioramento che si riesce ad ottenere è lieve e quasi sempre, per ottenere risultati visibili, soprattutto nel caso in cui l’inestetismo sia marcato, al trattamento con tossina botulinica è necessario associare l’utilizzo di un filler.

 I

Rischi eventuali: in caso di errata infiltrazione del prodotto in un muscolo adiacente, potrebbe verificarsi un’asimmetria del sorriso (ptosi del labbro inferiore). Avendo la tossina botulinica efficacia temporanea, si tratta di effetti collaterali risolvibili, man mano che il suo effetto tende a svanire.

Quanto si mantengono i risultati: 4/6 mesi circa

0 0 voti
Valutazione
Iscriviti
Notificami
guest
11 Commenti
Il più votato
Più recente Il più vecchio
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
11
0
Mi piacerebbe avere le tue opinioni, commenta pure.x