Dopo il trattamento con il Botox possono manifestarsi complicanze? Interviene il dott. Giovanni Salti

Botox: dopo quanto tempo si apprezzano i risultati, quanto tempo durano, effetti collaterali, VERO O FALSO, sicurezza del trattamento, differenze con i Fillers

Dopo quanto tempo si vede  il risultato  del Botox?

Il risultato del Botox non è immediato. L’effetto definitivo lo si nota a distanza di 7/10 giorni dal trattamento 

Quanto dura l’effetto del botox?

Il trattamento a base di Botox ha una durata variabile che va dai 3 ai 6 mesi. E’ importante considerare che il trattamento con il botox è dose dipendente . Quindi più prodotto si inietta più il trattamento durerà. Ma  è anche vero che:

  • quanto più prodotto si inietta tanto più il risultato potrebbe essere innaturale,
  • in alcune zone non si possono iniettare troppe unità senza causare effetti collaterali indesiderati.

Quali sono gli effetti collaterali che possono presentarsi dopo il trattamento con Botox?

Gli unici REALI effetti collaterali che possono presentarsi dopo il trattamento con tossina botulinica sono:

  • un leggero eventuale mal di testa che può durare circa 1/3 giorni,
  • un piccolo  ematoma in sede di iniezione causato dall’insulto dell’ago sulla pelle. Si tratta di un evento peraltro raro con questo tipo di trattamento che viene eseguito superficialmente e con una sostanza molto fluida,
  • leggero rossore in sede di iniezione della durata di qualche ora.

Il trattamento con il Botox provoca un effetto troppo stirato solo se ….

Il trattamento con il Botox provoca un effetto troppo stirato o congelato e quindi  riduce l’espressività inespressivo del viso nel caso in cui  il prodotto venga utilizzato

  • in quantità eccessiva  
  • ad una diluizione non idonea. La tossina botulinica deve essere diluita e la sua diluizione dipende
    • dal risultato che viene richiesto dalla paziente o che il medico vuole ottenere,
    • dalla zona del viso in cui il prodotto deve essere iniettato (a zone diverse corrispondono diluizioni diverse).

Se il desiderio è quello di eliminare  le rughe, ma nello stesso tempo si vuole conservare il movimento e l’espressività del viso, si userà una dose minore di tossina botulinica o una diluizione maggiore. In questo caso, l’espressività del viso sarà mantenuta. In alcuni casi ad esempio in cui si desideri un risultato molto naturale,  si può infatti utilizzare il Microbotox

Vero o falso sul Botox

Il Botox provoca una paralisi permanente del muscolo: FALSO 

Con il Botox si ottiene il  rilassamento temporaneo del  muscolo che dopo  4/6 mesi dal trattamento, riprende la sua  funzione. Terminato  questo periodo, nel caso in cui  si vogliono mantenere i risultati conseguiti, sarà necessario ripetere il trattamento

Il Botox causa l’atrofia del muscolo: FALSO

I muscoli trattati con il farmaco  riprendono  la loro attività e ritornano a funzionare una volta  terminato l’effetto del botox.  Questa certezza deriva sia dall’esperienza sull’utilizzo del botox per le distonie muscolari, sia dall’esperienza estetica.

Il Botox, ad uso estetico o terapeutico, causa danni al cervello: FALSO

Questo timore potrebbe derivare   da uno studio condotto dal dott. Matteo Caleo dell’Istituto di Neuroscienze del CNR di Pisa e pubblicato sul Journal of Neuroscience nel 2008. (Vedi https://aiteb.it/)

Si tratta di una ricerca, eseguita su ratti,  la quale effettivamente dimostrò che il botulino risale lungo i neuroni dal punto di iniezione fino al cervello.  Tale esperimento non è peraltro minimamente comparabile con l’uso estetico o terapeutico del farmaco perchè

  • i dosaggi utilizzati per l’indagine sui ratti erano estremamente elevati rispetto all’utilizzo in medicina e in estetica (mediamente 2.500 volte superiore),
  • i ratti e gli umani non possono essere comparabili poiché molto diversi dal punto di vista fisiologico,
  • le iniezioni di botulino sui ratti furono effettuate alla base del muscolo olfattivo, le cui fibre nervose sono in diretto collegamento con il cervello, in pratica direttamente all’interno di strutture nervose. Cosa che  non avviene mai per i trattamenti estetici o terapeutici.

Il Botox è un veleno: FALSO

Spesso i timori nei confronti del Botox sono dovuti al fatto che la tossina botulinica  è  un veleno. Anzi, è la sostanza più tossica finora conosciuta, oltre ad essere fonte di avvelenamento alimentare. Questo  induce a pensare che il farmaco possa essere dannoso, come tutti gli altri farmaci, in una dose non terapeutica.  Ma nelle quantità usate in medicina estetica, che sono infinitesimalila tossina botulinica non è pericolosa, non può essere considerata un veleno nè comportare  problemi all’organismo (per avvelenare una persona con questo farmaco, si dovrebbero utilizzare più di 60 fiale). Del resto è abbastanza frequente in farmacologia utilizzare veleni a scopo terapeutico. Pensiamo ad esempio al curaro utilizzato come anestetico.

Il Botox  ha effetto preventivo sulla formazione delle rughe: VERO

Il trattamento con il Botox rilassando il muscolo evita la formazione delle rughe di espressione che nel tempo si fissano e diventano permanenti. Quindi chi inizia in giovane età ad eseguire il trattamento, eviterà  il  formarsi  delle rughe di espressione.

Il trattamento con il Botox provoca un effetto troppo stirato: 

Questa affermazione è VERA solo il viso diventa troppo “stirato” se il prodotto è troppo concentrato o ne viene utilizzato troppo. La tossina botulinica deve essere diluita e la sua diluizione dipende sia dal risultato che viene richiesto dalla paziente o che il medico vuole ottenere, sia dalla zona del viso in cui il prodotto deve essere iniettato (a zone diverse corrispondono diluizioni diverse). Se si vuol spianare le rughe, ma nello stesso tempo si vuole conservare il movimento e l’espressività del viso, si userà una dose minore di tossina botulinica o una diluizione maggiore. In questo caso, l’espressività del viso sarà mantenuta.

Il Botox è un trattamento standardizzato: FALSO

Il Botox è un trattamento che deve essere personalizzato su ogni paziente sulla base del “funzionamento” della muscolatura di ognuno.

Il Botox funziona solo dove viene iniettato: VERO

Non esistono problemi di migrazione con il Botox (vedi Botulinum Toxin in Aesthetic Medicine: Myths and Realities.)

Il trattamento con il Botox è sicuro?

Di seguito  alcune considerazioni che indicano la sicurezza ed affidabilità del trattamento a base di Botox e che dovrebbero essere in grado di rassicurare tutte voi.

  • Il botulino è un farmaco sicuro ed efficace.  Se usato con corretti dosaggi e da medici esperti, ha ben pochi effetti collaterali. Come per qualunque altro farmaco, il trattamento con botulino può produrre effetti collaterali che, nella maggioranza dei casi, sono  riconducibili ad una scarsa esperienza del medico che ha effettuato il trattamentoI trattamenti a base di tossina botulinica sono in costante aumento. Si tratta del trattamento estetico più richiesto negli USA e 25 milioni di persone si sono sottoposte a questo trattamento e continuano a ripeterlo, indice questo della sua efficacia e sicurezza. E ancora non c’è nessuno studio ne’ prova scientifica che dimostri la pericolosità del trattamento neppure a livello del sistema nervoso.
  • La tossina botulinica è un farmaco non un Medical Device come ad esempio l’acido ialuronico e come tale può essere commercializzata solo dopo essere stata sottoposta a numerosi e stringenti controlli che ne dimostrino la sicurezza e l’efficacia e solo dopo avere ottenuto l’approvazione del Ministero della Salute.
  • La sicurezza e l’efficacia sono garantite e provate dalla ricerca medica e dall’esperienza clinica iniziate nel 1989.
    Oggi, il botulino è un farmaco usato in medicina con una buona tolleranza e un ridotto tasso di complicanze e di effetti collaterali. Se dosato e somministrato correttamente.

Quando si usa il filler e quando il botox?

Filler e il botox hanno indicazioni differenti.

I fillers  (dall’inglese to fill riempire) si usano per “riempire” e colmare delle depressioni o delle rughe statiche.

Il botox si usa per eliminare o migliorare le rughe dinamiche.

Questa immagine, che gira sul web e che tende a dimostrare i “disastri” da Botox, fa DISINFORMAZIONE. In questo caso i “disastri” non sono dovuti al Botox, ma ad altro. Sicuramente fillers (nelle labbra il botox non si inietta) abbinati a chirurgia  disastrosa.

0 0 voti
Valutazione
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
0
Mi piacerebbe avere le tue opinioni, commenta pure.x