La creatina: utile presidio per lo sportivo e per contrastare l’invecchiamento di ossa e muscoli. Interviene il professor Fabrizio Angelini

Introduzione

Due settimane fa sono stata invitata al congresso SINUT (Societa Italiana Nutraceutica).

Tra le relazioni alcune mi hanno particolarmente appassionato. In particolar modo quella  del Prof. Fabrizio Angelini in cui si parlava dell’importanza della creatina nello sport (e non solo) è stata  talmente  interessante ed entusiasmante ed a tratti anche spiritosa (non poteva essere altrimenti visto le sue origini! il professore è toscano come me) che ho deciso di trarci un articolo.

Il prof. Fabrizio Angelini

Il prof Angelini è  specialista in Endocrinologia e Malattie Metaboliche, Presidente della Società Italiana di Nutrizione dello Sport e del Benessere (SINSeB) è oltre che  Membro dell’Advisory Board dell’International Society of Sport Nutrition (ISSN), docente di Psiconeuroendocrinologia all’Università di Parma e di Nutrizione e Endocrinologia all’Università di Pavia.

E’ responsabile Nutrizione e Supplemetazione SPORT FC Juventus – Fc Empoli – Vr46 Riders Academy e segue insieme al suo  Staff numerosi Atleti Top Level (Giuliano Razzoli, Antonio Giovinazzi, Simone Ciulli recente Argento nel Nuoto Paralimpico a Tokyo).
Ma il campo professionale sia a Empoli che a Torino al Jmedical è quello della Tiroide,  Nutrizione Clinica (obesità Sindrome Metabolica- Osteopenia-Osteoporosi-Osteosarcopenia)  trasferendo nella clinica un approccio  ideato e  portato avanti nello sport.

Quando l’ho fermato per presentarmi e chiedergli se fosse stato possibile utilizzare il materiale della relazione  per un articolo sul blog, lui gentilissimo mi ha dato subito il suo consenso

Eccomi quindi a raccontarvi cosa ho scoperto a proposito dell‘utilizzo della creatina nello sport e non solo.

Pagine: 1 2 3 4 5 6

Leave a Reply