Ridensificare e migliorare la qualità cutanea del collo con i fili biorivitalizzanti lisci in PDO: la mia esperienza

Fili biorivitalizzanti lisci in PDO: aree di applicazione, indicazioni, come vengono inseriti, numero di sedute e loro frequenza, quanto durano gli effetti e dopo quanto tempo sono percepibili, effetti collaterali e complicanze, trattamenti associabili, costi

Indice

Quali zone è possibile trattare con i fili biostimolanti lisci PDO

Con il Fili lisci in PDO è possibile trattare:

  • il viso (rughe nasogeniene, codice a barre,  sopracciglio, regione zigomatico/malare, area della guancia, sottomento),
  • il collo
  • il decollete
  • l’interno braccia 
  • l’interno coscia 
  • i glutei
  • l’area sopra al ginocchio 
  • l’addome

Quali sono i soggetti per i quali è indicata l’applicazione di fili lisci in PDO

I migliori candidati per l’applicazione dei fili in PDO sono donne e uomini che non vogliono modificare i volumi e iniziano a sperimentare una:

  • lieve e modesta perdita di tonicità su corpo o viso,
  • microrugosità diffusa importante.

In alcuni casi, combinato ad altri trattamenti, l’utilizzo del fili in PDO, si è rilevato efficace anche per trattare le cicatrici da acne.

Come vengono inseriti i fili lisci in PDO

Come avviene il trattamento è ben visibile nel video sotto pubblicato nel paragrafo dedicato alla mia esperienza. I fili lisci vengono introdotti, SUPERFICIALMENTE,  mediante aghi sottilissimi all’interno dei quali è posizionato il filo.

Il piano corretto di posizionamento, affinchè sia possibile l’effetto  biostimolante,  è il sottocute.

I fili vengono inseriti parallelamente o incrociati tra loro, in modo da creare una sorta di rete sottodermica, un reticolo, che pavimenti e faccia da supporto al tessuto trattato.

Un esempio di impianto dei fili in PDO nel collo

Importante è che la loro applicazione segua le linee di Langer, linee virtuali che identificano i punti di maggiore tensione e resistenza alla trazione della pelle.

Il trattamento con i fili lisci in PDO è doloroso?

Il dolore sperimentato durante i trattamenti è sempre molto soggettivo. In ogni caso il trattamento  non è completamente indolore.

Il livello di dolore, più o meno intenso,  dipende:

  • dalla zona in cui i fili vengono impiantati,
  • dal calibro dell’ago,
  • dalla quantità di fili inseriti.

In ogni caso la procedura non prevede nessun  tipo di anestesia.

Numero di sedute e loro frequenza

Come sempre il numero delle sedute dipende:

  • dalla rilevanza dell’inestetismo da trattare,
  • dal risultato che si desidera ottenere.

Proprio sulla base della problematica è possibile stabilire protocolli differenti che possono prevedere:

  •  3/5 sedute a distanza di 3/4  settimane l’una dall’altra. Dopodichè per mantenere i risultati è consigliata una seduta una volta ogni 6/8 mesi,
  • una seduta  da ripetere ogni 3/4 mesi.

Dopo quanto tempo si osservano gli effetti dei fili Biostimolanti  lisci in PDO e quanto durano

Gli effetti dei fili in PDO si dovrebbero cominciare ad osservare dopo circa 2/3 settimane dal trattamento quando inizia il processo di stimolazione del collagene e, una volta terminato il ciclo delle sedute,  dovrebbero durare  per circa 6/8  mesi, dopodichè è possibile ripetere il ciclo di trattamento.

Quali sono gli effetti collaterali conseguenti al trattamento con i fili in PDO

Gli effetti collaterali sono analoghi a quelli di un qualunque altro trattamento iniettivo, dal momento che, anche se non viene iniettato niente, la pelle subisce, anche in questo caso,  un traumatismo da un ago.

Quindi nel post trattamento potranno presentarsi:

  • lividi,
  • rossore,
  • gonfiore,
  • leggero indolenzimento.

Si tratta di effetti collaterali che si esauriscono completamente nel giro di 10 giorni circa

Quali sono le complicanze del trattamento con il Fili in PDO

Il trattamento non presenta complicanze  se viene eseguito in modo adeguato e il filo viene posizionato nel piano corretto.

In alcuni casi  possono verificarsi complicanze (in gran parte derivanti da mal practice) quali:

  • infezioni che devono essere tempestivamente trattate,
  • superficializzazione del filo nel caso in cui questo venga posizionato troppo superficialmente con la conseguenza che questo potrebbe intravedersi attraverso la pelle  in controluce o addirittura  in alcuni casi sfilarsi ed
  • lesioni a strutture vascolari e nervose, se il filo viene  posizionato troppo  in profondità,
  • reazioni da corpo estraneo, rarissime con il PDO e con  fili lisci così sottili,
  • parestesie dovute a  lesioni superficiali dei piccoli dei nervi che arrivano in cute e che si risolvono spontaneamente,
  • limitazioni dei movimenti e della mimica nel caso in cui venga inserito un numero elevato di fili intrecciati tra loro tale da provocare una rete ingombrante (effetto massa)
  • irregolarità superficiali apprezzabili anche in statica.

Trattamenti da combinare ai fili in PDO

In medicina estetica, ormai è acclarato, l’abbinamento e  la combinazione con altri trattamenti, spesso può consentire di amplificare i risultati che si otterrebbero con un’unica metodica  e mantenerli più a lungo.

I trattamenti da combinare con fili in PDO  possono essere:

  • biorivitalizzazione con acido ialuronico libero (non cross-linkato) da alternare ai fili biostimolanti,
  • infiltrazioni di acido polilattico da eseguire prima di impiantare  i fili di biostimolazione,
  • HIFU da eseguire prima di impiantare  i fili di biostimolazione,
  • Endolift da eseguire prima di impiantare i  fili di biostimolazione,
  • filler a base di acido ialuronico.

Nell’abbinare i vari trattamenti va sottolineata l’importanza del rispetto delle tempistiche tra le varie metodiche che verrà stabilito dal medico sulla base di un protocollo personalizzato

Costi

Il costo del trattamento dipende dal numero di fili che vengono impiantati. Un singolo filo costa mediamente 15/20 euro

Pagine: 1 2 3 4 5 6

Leave a Reply