Migliorare la lassità cutanea della zona delle ginocchia con GANA, l’acido polilattico di nuova generazione. La mia esperienza

GANA: numero di sedute e loro frequenza, effetti collaterali , complicanze e loro gestione, tempi di recupero, precauzioni, differenze con SCULPTRA, costi, bibliografia

Indice

Numero di sedute e loro frequenza

Solitamente si consigliano due sedute  a distanza di circa 2 mesi l’una dall’altra.

Prima della seduta successiva è indispensabile  SEMPRE un  valutazione obiettiva da parte del medico per evitare IPERCORREZIONI. Si tratta infatti di un rischio  molto  frequente dovuto al fatto che spesso, non vedendo i risultati, il medico, sotto la spinta  della richiesta del paziente, tende ad eseguire la seduta successiva senza aspettare il tempo utile necessario. E’ quindi importantissimo informare i pazienti che si tratta di un prodotto che richiede pazienza e che il risultato che si nota immediatamente dopo la seduta è solo un leggero gonfiore dovuto all’acqua infiltrata utilizzata per diluire il prodotto  e che, in parte,  mima il risultato futuro.

Una volta raggiunto il risultato, per mantenerlo, è sufficiente eseguire una seduta ogni 12 mesi.

Dopo quanto tempo è possibile cominciare ad apprezzare i risultati

Se pur sia molto variabile da soggetto a soggetto, in linea di massima, i risultati si cominciano ad apprezzare già dopo alcuni  giorni dalla prima seduta di  trattamento, ma poiché la produzione di nuovo collagene avviene in modo  graduale, i risultati saranno  più evidenti nei 6 mesi successivi al trattamento. E si manterranno per circa uno/due anni. Per il mantenimento nel tempo del risultato  è consigliato, come appena sottolineato, un piccolo ritocco una volta all’anno.

Quali sono gli effetti collaterali del trattamento con Acido Polilattico

Se il trattamento è eseguito correttamente,  gli effetti collaterali sono analoghi a quelli riscontrabili con qualunque altro trattamento iniettivo quindi è possibile:

  • un minimo rossore in sede d’infiltrazione,
  • lividi  molto rari se il trattamento è stato eseguito con cannula,
  • minimo edema dovuto all’acqua  infiltrata, utilizzata per diluire il prodotto.

Quali sono i tempi di recupero post trattamento

Il trattamento consente la ripresa immediata delle attività quotidiane.

Quali sono le precauzioni da osservare nel post trattamento

Nel post trattamento non devono essere osservate particolari precauzioni.

  • E’ consigliabile non esporsi al sole al meno il giorno successivo al trattamento e proteggere gli eventuali ematomi che potrebbero formarsi,
  • E’ INDISPENSABILE eseguire un massaggio nella zona trattata di almeno 5 minuti, 5 volte al giorno, almeno per  7/10 giorni dal  trattamento, per permettere  al prodotto di diffondersi in modo uniforme.

Quali sono le complicanze derivanti dall’utilizzo del polilattico

Le complicanze derivanti dall’utilizzo dell’acido polilattico sono relative alla formazioni  di Noduli, più o meno infiammati, dovuti ad accumuli e/o ad eccesso di prodotto. 

Un esempio di Nodulo da polilattico.The courtesy of Riccardo Forte

Le complicanze sono tutte riferibili ad:

  • errori di preparazione,
  • cattiva distribuzione del prodotto,
  • errato piano di infiltrazione,
  • errata indicazione,
  • errata sede anatomica,
  • ipercorrezione,
  • risposta individuale (rara).

Si tratta quindi complicanze TUTTE derivanti da MALPRACTICE

Come si trattano i noduli dopo un trattamento con  acido polilattico

L’acido polilattico non ha il suo antidoto. Quindi nel caso si presentino dei noduli questi possono essere dissolti:  

  • iniettando cortisonici o acqua fisiologica  nel nodulo in modo tale da reidratare il polilattico  e rompere il nodulo. Si tratta di un metodo ormai superato,
  • utilizzando Endolift, Ultrasuoni focalizzati  (HIFU) o radiofrequenza monopolare  che riescono a sciogliere  il nodulo e ad eliminarlo. 

Quali sono i soggetti che non devono essere trattati con acido polilattico

Non possono essere trattati con acido polilattico  i pazienti:

  • con malattie autoimmuni attive (artrite reumatoide),
  • soggetti a malattie che richiedono terapia con interferone.

Vantaggi di GANA rispetto a SCULPTRA

GANA rispetto a SCULPTRA presenta alcuni  vantaggi:

  • si idrata più velocemente,
  • può essere agitato energicamente senza fare schiuma,
  • può essere utilizzato solo dopo 30min/un’ora di idratazione,
  • l’effetto è più immediato,
  • sono necessarie generalmente due sedute per ottenere il risultato desiderato (contro le tre di SCUPTRA).

Una volta che  GANA  è stato preparato alle diluizioni raccomandate, può essere poi ulteriormente  diluito, a seconda dell’effetto che si desidera ottenere come spiegato precedentemente.

GANA può essere utilizzato entro 72 ore dalla sua ricostituzione. Trascorso questo tempo, la sua efficacia si esaurisce perchè le molecole di cui si scompone il polilattico diventano troppo piccole  e perdono le loro potenzialità.

Costi

Il trattamento con acido polilattico ha un costo di circa 400/600 euro a seduta a seconda dell’ampiezza dell’area da trattare.

Bibliografia

Pagine: 1 2 3 4

Leave a Reply