Gli integratoriLe mie esperienze

SARMs: gli ormoni selettivi degli androgeni che aiutano a migliorare la forma fisica. La mia esperienza

By 3 Maggio 2021 2 Comments

I SARMs: meccanismo d'azione, confronto con gli steroidi anabolizzanti, effetti collaterali, studi clinici

Come agiscono  i SARMS

SARMs,  interagiscono con i recettori tessutali degli ormoni androgeni (in particolare il testosterone) inducendo lo sviluppo delle strutture muscolari.

I SARMs si legano in modo selettivo ai recettori del testosterone mimandone gli effetti solo sugli organi interessati  (muscoli, ossa, tendini ed articolazioni).

Hanno la caratteristica di:

  • mostrare una ridotta attività androgenica in quanto non vengono metabolizzati  in diidrotestosterone  dalla 5 alfa-reduttasi, un enzima deputato alla conversione del testosterone in diidrotestosterone,
  • non sono metabolizzati in estrogeni.

Non stimolando altri organi bersaglio (apparato cardiovascolare, seno e prostata) risultano essere privi di quegli effetti collaterali dovuti ad un’eccessiva stimolazione di questi organi che si possono osservare quando vengono somministrati il testosterone o altri steroidi ad ampio campo d’azione come gli steroidi anabolizzanti.

Cosa sono gli steroidi anabolizzanti

Gli steroidi anabolizzanti sono sostanze sintetiche con azione simile agli ormoni maschili (androgeni). Hanno per lo più effetti anabolici, ossia provocano la crescita dell’apparato muscolo-scheletrico ed effetti androgeni di sviluppo delle caratteristiche sessuali maschili.

Sono usati in medicina per:

  • curare bassi livelli di testosterone (ipogonadismo),
  • prevenire il deperimento muscolare in soggetti,
    • allettati,
    • gravemente ustionati,
    • affetti da cancro o da AIDS.

Nonostante il loro uso sia vietato vengono utilizzati, soprattutto nel mondo del fitness e del body building, per migliorare la performance  e aumentare  la massa  e la forza muscolare.

Effettivamente se  assunti in grandi quantità ed associati ad un duro allenamento, queste sostanze possono, come dimostrato da innumerevoli da studi scientifici,  aumentare la massa muscolare,  peraltro a fronte di  dannosi effetti collaterali .

Gli effetti collaterali dannosi degli steroidi anabolizzanti sull’organismo

Gli anabolizzanti possono provocare effetti dannosi, anche molto gravi sulla salute a:

  • livello riproduttivo,
    • negli uomini possono comportare  infertilità temporanea, atrofia (rimpicciolimento) dei testicoli. Un abuso potrebbe favorire inoltre il cancro ai testicoli e alla prostata,
    • nelle donne  possono provocare irregolarità mestruale e la diminuzione delle secrezioni degli ormoni sessuali femminili con un conseguente calo delle dimensioni del seno,
  • livello cardiovascolare: l’uso di steroidi può aumentare il rischio di sviluppare gravi complicanze cardiovascolari, sia nell’uomo che nella donna come ipertensione, ictus, attacco cardiaco ,
  • livello del fegato con conseguenti disfunzioni epatiche a causa del sovraccarico a cui è sottoposto questo organo,
  • livello psichico:  aumento dell’aggressività e degli sfoghi di rabbia fino a veri propri quadri di psicosi e dipendenza fisica in caso di utilizzo prolungato (pensieri ed atteggiamenti omicidi durante l’assunzione, pensieri ed atteggiamenti suicidiari durante l’astinenza).

Inoltre gli uomini potrebbero andare incontro

  • a ginecomastia (abnorme crescita di tessuto mammario nell’uomo),
  • ad alopecia androgenetica in soggetti predisposti,
  • eccessiva crescita della peluria corporea.

La ginecomastia negli uomini e gli effetti mascolinizzanti nelle donne possono essere irreversibili.

L’aumento dell’acne è comune in entrambi i sessi.

La libido può aumentare o, meno comunemente, diminuire.

Negli adolescenti più giovani, gli steroidi possono interferire con lo sviluppo delle ossa di braccia e gambe.

Ricordo che maggiore è la dose di farmaco assunto, maggiore sarà l’effetto dannoso.

I SARMs sono dannosi?

Il principale vantaggio dei SARMs è la ridotta attività androgenica che rappresenta la principale fonte di effetti collaterali come quelli appena citati, che sia hanno con la somministrazione di sostanze anabolizzanti.

I SARMs non sono steroidei e non si convertono in estrogeni. Anche se va detto i SARMSs potrebbero sopprimere  i  livelli naturali di testosterone.

In che misura lo faranno dipende dal composto che viene utilizzato dalla dose, dalla durata del tuo ciclo e dalla tua propensione individuale alla soppressione.

Potremmo definire i SARMs come molecole non steroidee che esercitano gli effetti positivi di tipo anabolizzante del testosterone solo in alcuni organi senza gli effetti collaterali dannosi degli anabolizzanti.

Potremmo parlare di ormoni intelligenti ad azione mirata e distrettuale.

I SARMs quindi, non esercitando i tipici effetti collaterali dannosi del testosterone, potrebbero essere utilizzati sia negli uomini che nelle donne, laddove ne sussista la necessità e vi siano le indicazioni cliniche.

Gli studi clinici avviati sui SARMs

Sebbene attualmente i SARMs  non siano approvati dall’FDA, i ricercatori stanno continuando ad  esplorare i potenziali usi di queste sostanze. La ricerca di base si è concentrata sulla loro farmacocinetica e farmacodinamica, dimostrando una buona disponibilità con una scarsità di interazioni farmacologiche. I primi studi clinici hanno dimostrato i potenziali usi dei SARM, con risultati positivi  nel trattamento della:

  • cachessia correlata al cancro,
  • iperplasia prostatica benigna,
  • ipogonadismo,
  • cancro al seno,
  • l’incontinenza urinaria .

Nella tabella sotto pubblicata è possibile osservare un  riassunto degli attuali studi clinici e delle loro fasi di avanzamento elencati su www.clinicaltrails.gov .

Interessante come Enobosarm (ostarina) abbia  svolto un ruolo centrale in diversi studi.

Una sintesi degli attuali studi clinici sui Sarms elencati su www.clinicaltrails.gov Courtesy of https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6326857/

Quali sono i principali SARMs

La  scoperta dei SARMs è avvenuta intorno al 2000 e da allora ne sono stati sintetizzati parecchi, tutti essenzialmente a scopo di ricerca.

I  SARMs più conosciuti sono:

  • l’ Ostarina o MK-2866,
  • l’LGD(4033) o Ligandrol, 
  • RAD140 o Testolone
  • S4 o Andarina.

Vediamo di esaminarli uno ad uno.

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9

Join the discussion 2 Comments

  • Gian ha detto:

    Ciao io li ho usati, più di uno. I risultati, in termini di ricomposizione, erano molto buoni. Unico problema, appena smetti torni come prima. Semplicemte l’aumento di massa magra deriva dallo spostamento dei liquidi dal sottopelle all’interno del muscolo. Finché prendi il prodotto va bene, appena lo smetti torni come prima.
    Il migliore era Andarina comunque. Secondo non hai preso una dose sufficiente. Io prendevo tre compresse, mi asciugava tantissimo. La Cardarina invece è pessima, probabilmente è quella che non ti ha trasformato adeguatamente. Tutto quello che ha a che fare con il bilancio glicemia/insulina sembra aiutare ma non lo fa mai. Funziona solo su chi è molto grasso e non ha una forte componente di ritenzione idrica. A me ad esempio la Cardarina come la Metformina mi faceva scendere di peso sulla bilancia ma mi gonfiava un sacco, apparivo flaccido. Se vuoi altre informazioni, chiedi pure. Detto questo, complimenti per il tuo sito, sei una persona curiosa ed interessante.

    • Faceboost ha detto:

      Grazie per i complimenti e per queste delucidazioni. Tra l’altro per quanto riguarda la metformina a metà mese parteciperò ad un congresso in cui si parlerà di metformina come antiaging . Vediamo che viene fuori, grazie ancora . A presto

Leave a Reply