Ridefinire il contorno mandibolare con HIFU: la mia esperienza

By 28 Gennaio 2021La cura del viso

Ultraformer III: quali zone possono essere trattate, come agisce sul viso, come agisce sul corpo

Quali sono le zone che possono essere trattate con Ultraformer III

Con Ultraformer III è possibile trattare  sia il viso che il corpo:

Le zone del viso che possono essere trattate sono:

  • arcata sopraccigliare,
  • regione zigomatica,
  • guance,
  • profilo mandibolare,
  • regione sottomandibolare,
  • regione sottomentoniera, 
  • fronte.

Le zone del corpo che possono essere trattate sono:

  • décolleté,
  • interno braccia,
  • interno cosce,
  • addome.

Come agisce Ultraformer III utilizzato sul viso

Ho appena osservato  che i trasduttori di Ultraformer III:

  • arrivano a profondità differenti,
  • emettono frequenze differenti,
  • emettono una  temperatura mantenuta  stabile, tra i 65-75°Cprovocando una coagulazione che stimola la produzione di collagene di viso o corpo,   rassodando i tessuti.

I trasduttori utilizzati per il viso sono 4:

  • raggiungono differenti profondità (1,5 mm, 3 mm, 2mm, 4,5 mm) ed
  • emettono ultrasuoni microfocalizzati, i quali trasmettono energia concentrata,  con precisione ed esattezza nella zona mirata del viso

 

Le diverse profondità servono:

  • 1.5 mm e 2.0 mm per trattare la parte più superficiale del derma a cui consegue un miglioramento dell’aspetto della rugosità della pelle,
  • 3.0 mm, per il trattamento del derma profondo,
  • 4.5 mm, per il trattamento del tessuto sub-dermico, comprese le fasce muscolari dello  SMAS (superficial muscular aponeurotic system) che comprende i muscoli facciali delle guance.

I trasduttori di Ultraformer III

Come già osservato gli ultrasuoni in Ultraformer III attraversano la pelle, lasciandola intatta ed integra in superficie, agendo solo in profondità.

Con HIFU  vengono trattati quindi non solo gli strati superficiali del derma, ma si riesce, attraverso l’azione del calore sviluppato dagli ultrasuoni, a scendere in profondità ed andare a colpire lo (SMAS). La muscolatura su cui interviene il trattamento  è la stessa trattata con un classico intervento di lifting ecco perché si è soliti definire HIFU, lifting non chirurgico

 

 

Cosa promette Ultraformer III utilizzato sul viso

Il trattamento con Ultraformer III agisce principalmente sulla lassità della pelle tonificandola e rassodandola. Nello specifico quindi attraverso HIFU si può ottenere:

  • ridefinizione delle guance,
  • innalzamento della zona zigomatica,
  • riduzione delle pieghe nasolabiali,
  • elevazione dell’arcata sopraccigliare,
  • ridefinizione dell’ovale del volto.
  • riduzione della lassità della pelle del collo e della regione sotto mentoniera

Tali  effetti non alterano in alcun modo i lineamenti, ma sono raggiungibili in modo naturale,  nel rispetto della fisionomia del viso del paziente,  senza gonfiori innaturali

Come agisce  Ultraformer III utilizzato per il corpo

Con Ultraformer III si possono trattare alcuni inestetismi di  alcune zone del corpo utilizzando trasduttori Macrofocalizzati  che lavorano rispettivamente alla profondità di:

  •  6,0 mm,
  • 9,0 mm,
  • 13,0 mm

Anche in questo caso, i trasduttori, trasmettono direttamente e in modo omogeneo l’energia a ultrasuoni nel tessuto sotto-cutaneo e inducono  contrazioni che distruggono le cellule adipose, che vengono successivamente  eliminate  per vie naturali.

Gli ultrasuoni macrofacolizzati , utilizzati per trattare il corpo, hanno un duplice effetto:

  • migliorano la lassità cutanea stimolando come nel caso del viso la produzione di nuovo collagene,
  • riducono le adiposità localizzate: infatti se utilizzati a livello più profondo del derma, hanno anche un effetto lipolitico. L’emissione di energia con trasduttori che emettono ultrasuoni macrofocalizzati  danneggiano le membrane adipose composte da trigliceridi che vengono quindi trasportate al fegato attraverso il sistema vascolare e linfatico e poi espulsi. 

I trasduttori utilizzati per il corpo  emettono frequenze più basse che consentono la penetrazione in maniera più profonda nella zona da trattare, con una grande densità di energia.

Il trattamento con Ultraformer III è standardizzato?

Il trattamento con HIFU viene personalizzato per rispettare le caratteristiche di ciascun paziente regolando l’energia e la profondità focale dell’ultrasuono, che viene scelta dall’operatore in funzione:

  • della regione anatomica da trattare,
  • dello spessore della pelle,
  • dell’effetto che si vuole ottenere,
  • del grado di lassità della pelle.

 

Pagine: 1 2 3 4 5 6

Join the discussion 6 Comments

  • Antonella Maria Alisio ha detto:

    Molto interessante. Avevo fatto un trattamento presso lo studio del dott.Forte a dicembre 2019 per il contono mandibolare. È passato un po’ di tempo e sono visibili cedimenti nella parte bassa del viso e non solo … Abito in provincia di Torino e volevo chiederti se esistono bravi medici che utilizzano Ultraformer 3 anche qui! Ti ringrazio anticipatamente. Un abbraccio. Antonella A.

    • Faceboost ha detto:

      Ciao cara. A Torino lo utilizza la dottoressa Cristina Sartorio . Se andrai fammi sapere come ti sei trovata. Un abbraccio

  • Michela ha detto:

    Ciao Michela,
    E a Milano chi consigli per Ultraformer?
    Grazie ciao!

    • Faceboost ha detto:

      Ciao cara Ti consiglio il dottor Matteo Tretti Clementoni. A presto

  • Michela ha detto:

    Benissimo grazie! Un abbraccio

Leave a Reply