Protocollo domiciliare anti-aging a base di alfaidrossiacidi per migliorare la texture cutanea, i pori dilatati e la luminosità della pelle

Introduzione

Come sapete, ve ne ho già parlato in altri articoli, tra i miei principi attivi preferiti presenti all’interno dei cosmetici , ci sono gli alfa idrossiacidi.

Quindi,  visto che ormai siamo entrati nell’autunno ed il sole è un lontano ricordo, possiamo cominciare a prenderci cura del nostro viso  con queste sostanze che consentono di migliorare l’aspetto della nostra pelle , rendendola più luminosa e riducendo discromie e microrugosità.

Interessante, a tale proposito, un protocollo  domiciliare completo  che voglio proporvi e che comprende l’utilizzo di vari prodotti di Neostrata a base  appunto di alfaidrossiacidi:

  • Smooth Surface Daily Peel, un peeling domiciliare a base di acido glicolico e Aminofill,
  •  Glycolic Renewal Smoothing Cream 10 AHA (Ultra Smoothing Cream) di Neostrata o in alternativa High Potency Cream di Neostrata, da applicare successivamente al peeling,
  • Matrix support SPF 30 da applicare come crema giorno.

Si tratta di un protocollo che avevo già testato la scorsa primavera dopo la diretta effettuata con la dottoressa Magda Belmontesi, che pubblico nuovamente qui sotto.

Ma prima di entrare nel dettaglio e descrivere questi prodotti,  cerchiamo prima di tutto di capire cosa s’intende per peeling,  cosa sono gli alfaidrossiacidi e quali benefici possono consentire.

Cosa è un peeling chimico

Il peeling chimico è un trattamento che, attraverso l’applicazione di una sostanza chimica sulla pelle, stimola la sua esfoliazione ed il  suo  conseguente ricambio.

A cosa serve un peeling

Un peeling ha lo scopo di:

  • stimolare la rigenerazione cellulare: provocando una vera e propria accelerazione del ricambio (turnover) cellulare che avviene già naturalmente nel derma, rimuove ed esfolia le cellule morte della pelle,
  • eliminare le cellule della pelle danneggiate e degenerate, che vengono sostituite da cellule epidermiche normali,
  • produrre un’infiammazione che stimola la produzione di collagene ed elastina con conseguente ringiovanimento della pelle.

Differenti tipologie di peeling

Le differenti tipologie di peeling chimici si dividono  in base alla loro profondità d’azione (capacità penetrante)  e si distinguono in peeling:

  • molto superficiale: coinvolge solo l’epidermide
  • superficiale: coinvolge l’epidermide fino allo strato basale
  • medio: coinvolge l’epidermide e il derma papillare
  • profondo: arriva fino al derma papillare e può estendersi fino al derma reticolare.

Istologia della pelle

La profondità d’azione del peeling dipende da vari fattori: 

  • dall’agente chimico utilizzato,
  • dalla sua concentrazione,
  • dall’area cutanea su cui viene applicato,
  • dal tempo di posa, 
  • dalla modalità di esecuzione,
  • dal risultato che si vuole ottenere .

I peeling molto superficiali

I peeling molto superficiali, come quelli domiciliari,  generalmente inducono la rimozione dello strato corneo della pelle. Sono utili per:

  • ottenere una rimozione dell’opacità cutanea,
  • aumentare la luminosità alla pelle,
  • attenuare le pigmentazioni superficiali,
  • migliorare la microrugosità superficiale
  • migliorare la qualità della cute acneica.

Cosa sono gli idrossiacidi

Gli idrossiacidi sono degli “acidi organici” presenti in natura ed è possibile trovarli in due forme:

  • alfa-idrossiacidi, 
  • beta-idrossiacidi.

Cosa sono gli alfa-idrossiacidi

Gli  Alfa-Idrossiacidi (AHA o specificando il tipo di acido in INCI )  sono molecole organiche note come acidi della frutta, nella quale sono presenti in grande quantità e dalla quale derivano il loro nome. Sono utilizzati prevalentemente per le loro proprietà esfolianti ed antiossidanti.

Tra questi ricordo:

  • l’acido citrico, presente negli agrumi,
  • l’acido lattico, presente nel mirtillo e nell’ananas,
  • l’acido glicolico, presente nella canna da zucchero,
  • l’acido tartarico,  presente nell’uva,
  • l’acido malico, presente nella mela,
  • l’acido mandelico, presente nelle mandorle.

Quali funzioni esercitano gli alfa idrossiacidi

Gli Alfa-Idrossiacidi hanno la capacità di :

  • rimuovere  lo strato corneo della pelle rinnovandola ed uniformandone il colorito,
  • stimolare il turnover cellulare e rallentare il processo di invecchiamento,
  • incrementare l’attività dei fibroblasti,
  • stimolare la produzione di collagene,
  • migliorare l’idratazione cutanea.

Join the discussion 10 Comments

  • Bianca ha detto:

    come dici tu è proprio il momento giusto per prenderci cura della pelle visto che non c’è il sole. Ho prenotato prodotti esfoglianti dall’Inghilterra già da 2 settimane e ancora non arrivano…
    Non vedo l’ora di cambiar pelle!

    • Faceboost ha detto:

      Ben detto Bianca…. Prendiamoci cura della nostra pelle. Questo è il momento giusto. Come mai dall’Inghilterra ci mettono così tanto da arrivare i prodotti??? Devono fare il tampone? AHAHAHA

    • Bianca ha detto:

      non lo so…
      Ho anche scritto ma nessuno risponde! Altre volte mi rispondevano in pochi giorni…

    • Faceboost ha detto:

      Azzzzz! Speriamo bene allora

  • Antonella Alisio ha detto:

    Ciao. Una domanda: conviene utilizzare tutta la linea neostrata? Quali prodotti in particolare?
    Grazie! Antonella.

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Antonella. Non è detto tu debba utilizzare tutto di Neostrata. Solo se ti trovi bene. Tu hai problemi particolari? che tipo di pelle hai?

  • Antonella Alisio ha detto:

    Problemi dovuti all’età: rughe, rilassamento, pori visivili ma anche pelle secca con microrugosità….

    • Faceboost ha detto:

      Allora Antonella sul rilassamento le creme fanno poco o niente . Anche sulle rughe profonde . Zero. Mentre possono migliorare i pori dilatati la microrugosità e aumentare la luminosità della pelle. Io farei il protocollo consigliato con la crema più strong. A presto

    • Antonella Alisio ha detto:

      Grazie!

    • Faceboost ha detto:

      Prego cara

Leave a Reply