Le maschere di bellezza sono utili? La mia esperienza con Hyaluronic Youth Mask di Fillmed

By 25 settembre 2020I cosmetici, La cura del viso

Introduzione

Sono una grande utilizzattrice di maschere di bellezza delle quali vi ho parlato qua e là nel blog, ( La prima regola: curare la pelle, Qualche consiglio in più per curare la pelle in modo naturale) indicando  le mie preferite che utilizzo da tempo immemore. 

Foto di repertorio

Ma non ho mai dedicato un intero articolo a questo argomento rispetto al quale, peraltro, c’è molto interesse. E dal momento che spesso in tante mi chiedete se veramente le maschere di bellezza sono utili,  eccomi a darvi una mia opinione sulla loro validità,  oltre a parlarvi di una maschera la HYALURONIC YOUTH MASK  della linea SKIN PERFUSION di FILLMED una linea completa di cosmeceutici reperibile  esclusivamente presso gli studi medico estetici che mi ha regalato per l’appunto  un amico medico e che ho trovato valida.

Ma prima di raccontarvi com’è andata con la HYALURONIC YOUTH MASK vorrei cercare di spiegare cosa è una maschera di Bellezza, a cosa serve e se è veramente utile

Cosa sono le maschere di bellezza

Le maschere di bellezza sono a seconda dei principi attivi inseriti, una categoria di prodotti  cosmetici o cosmeceutici, utilizzati per migliorare in modo molto rapido l’aspetto della pelle del viso, del collo o del decollete. Potremmo definirli “trattamento d’urto”.

Costituiscono il metodo più semplice e diffuso per prendersi cura della propria pelle a casa in tutta comodità.

Le maschere di bellezza, soprattutto quelle calmanti o lenitive, vengono utilizzate spesso anche negli studi di medicina estetica,  dopo i trattamenti con il preciso scopo di lenire la pelle e ridurre arrossamenti causati da alcune metodiche.  

Qual è lo scopo di una maschera di bellezza

Le maschere sono utili per tutti i tipi di pelle e a qualunque età.

Essendo le maschere  più concentrate di principi attivi rispetto alle creme che applichiamo quotidianamente, hanno un effetto molto più evidente ed  immediato. Possiamo dire  quindi che la loro azione serve per potenziare la nostra beauty routine quotidiana

Personalmente definirei una  maschera di bellezza una “coccola”. Un modo per prendersi cura della propria pelle, per ritagliarsi un momento dedicato a noi stesse, al nostro aspetto. Un modo molto semplice e veloce per farci sentire più belle e curate.

A seconda dei principi attivi contenuti e se l’applicazione della maschera avviene in modo regolare, l’effetto può  nel tempo  avere effetti positivi sullo stato della pelle mantenendola in salute.

Quali sono gli effetti di una maschera di bellezza

A seconda dei principi attivi contenuti,  le maschere possono avere differenti effetti:

  • purificanti e astringenti: ottime per pelli grasse, acneiche e ed impure. Questo tipo di maschere spesso contengono ingredienti come l’acido glicolico, l’acido salicilico, gli estratti di tè verde, l’argilla, il carbone (black mask),
  • leviganti e liftanti con effetto tensore immediato che  donano un aspetto immediatamente più riposato di solito a base di DMAE, o di peptidi botox like,
  • schiarenti ed esfolianti a base generalmente di alfa o polidrossiacidi, abbinati ad agenti schiarenti come l’acido mandelico o cogico in basse percentuali,
  • nutrienti, idratanti, con azione riparatrice, lenitiva  ed anti-aging utili per pelli secche o mature caratterizzate da microrugosità. Ripristinano il film idrolipidico, in modo tale da rendere la pelle più forte e protetta dalle aggressioni esterne. Gli ingredienti più comuni in questo tipo di maschere sono l’acido ialuronico, il collagene, gli oli e i burri vegetali, l’aloe vera.

E’ bene precisare che le categorie non sono così nette e che ad esempio, una maschera  esfoliante può avere effetto astringete e purificante,  come una maschere liftante può essere al tempo stesso idratante.

Le differenti texture delle maschere di bellezza

Le  maschere per il viso a seconda della loro formulazione e del loro effetto,  possono avere differenti texture e presentarsi sotto forma di:

  • creme che possono essere applicate sul viso collo o decollete con un  pennellino o con le dita in uno strato abbastanza spesso,
  • gel in questo caso generalmente quando si asciugano formano una pellicola e sono le cosiddette maschere Peel off  che, una volta applicate sul viso, si lasciano asciugare  fino a quando non si trasformano in una sorta di velo  che deve essere rimosso a “strappo”,

Maschera peel-off

  • tessuto o sheet mask: sono le maschere di nuova generazione e rappresentano la nuova tendenza in questo campo. Garantiscono una più profonda penetrazione degli attivi. Infatti essendo  imbibite di principi attivi in alto dosaggio e  aderendo perfettamente al viso, creano una sorta di sigillo che aumenta l’efficacia del prodotto. Sono caratterizzate da un “foglio” realizzato in  materiali differenti  particolare (garza, cotone, microfibra o hydrogel),   in grado di veicolare i principi attivi presenti nel prodotto. Hanno il grande vantaggio di non sporcare i capelli e posso essere fatte “al volo”, prima di una serata o di un evento importante o quando ci vediamo con la pelle particolarmente “stropicciata” o  stanca. Di solito infatti le maschere di questo tipo hanno effetto: 
    • idratante e rimpolpante,
    • anti aging,
    • liftante.

Le maschere in tessuto esistono anche per il contorno occhi e sono molto utili per contrastare occhiaie, borse e gonfiori. 

Il MULTIMASKING: cosa è?

Il multimasking, proveniente dal Corea del Sud, rappresenta il nuovo trend nella skin-care.

Consiste nell’applicazione contemporanea sul viso di 2/3 maschere differenti, selezionate in relazione  alle esigenze della nostra pelle. L’idea parte dal principio che tutti noi  presentiamo un viso “a zone”, con esigenze quindi differenti. Un esempio è la zona a T (fronte naso mento) dove generalmente la pelle è più grassa rispetto al contorno occhio e alle guance.  

E quindi a zone diverse, con esigenze diverse , corrisponderanno maschere diverse.

Come scegliere una maschera di bellezza

Una maschera di bellezza deve  essere scelta in base al:

  • proprio tipo di pelle,
  • al risultato che vogliamo ottenere.

Solo se la scelta sarà corretta, la maschera sarà efficace.

Leave a Reply