La ristrutturazione dei tessuti con l’acido polilattico (Sculptra): la mia esperienza e quella di Roberta

La mia esperienza con il polilattico sulle braccia e quella di Roberta sul viso, conclusioni personali

La mia esperienza con l’Acido Polilattico

Come vi ho già raccontato, avevo deciso di eseguire il trattamento con l’acido polilattico su viso e braccia. Ma la lectio magistralis era durata parecchio ed il tempo a disposizione rimasto era troppo poco per eseguire il trattamento su due zone.  Tra l’altro anche la mia amica Roberta aveva deciso di iniziare con la prima seduta. Ho quindi dovuto scegliere in quale zona  eseguire il trattamento  ed ho optato per le braccia. Nonostante, ad onor del vero, secondo il dott. Forte Sculptra dia il meglio di sè sul viso e  abbia quindi  tentato di dissuadermi. Ma lo sapete, le braccia rappresentano il mio cruccio ed alla fine ho deciso di fare un tentativo. In ogni caso il prossimo mese, quando effettuerò la seconda seduta sulle braccia, comincerò, come consigliato,  a trattare anche il viso. Nel mio caso il trattamento avrà lo scopo di migliorare la microrugosità delle guance, che tratto di continuo con vari prodotti che consentono buoni risultati, ma poco duraturi.

Il trattamento è stato eseguito, nel mio caso, dal dott. Domenico Romano, medico e chirurgo estetico,  collaboratore del dott. Forte, che chi ha seguito le dirette di qualche settimana fa avrà già avuto modo di conoscere.

Come avviene il trattamento è visibile nel video sotto pubblicato. Nel mio caso il trattamento è stato eseguito molto superficialmente e il prodotto utilizzato è stato idratato a lungo e diluito molto  con l’obbiettivo di ottenere un effetto di ristrutturazione dei tessuti e cercare di eliminare la microrugosità superficiale.

Il trattamento è assolutamente indolore e  non ha lascito nessun esito, nè rossore, nè ematomi.

Purtroppo ho eseguito un’unica seduta e non posso ancora dirvi niente sull’efficacia del trattamento, ma vi prometto che, non appena avrò  eseguito  le sedute successive, scriverò un nuovo articolo corredato dalle varie foto. Nel frattempo vi lascio le foto a distanza di una settimana dalla prima seduta.

A sx prima del trattamento a dx a distanza di una settimana dal trattamento. Le rughette sono ancora là, ovviamente. Anche se a prima vista sembrerebbero essere migliorate. Attendiamo pazientemente ….

A sx prima del trattamento a dx a distanza di una settimana dal trattamento. 

 

L’esperienza di Roberta con l’acido Polilattico

Roberta, come potete vedere dal video, ha eseguito il trattamento sul viso nella zona della guancia. Nel suo caso, il dottor Forte ha optato per una preparazione leggermente diversa da quella utilizzata nel mio caso e leggermente più concentrata. Lo scopo infatti, nel caso di Roberta, è quello di  ottenere un effetto ristrutturante medio profondo. Il prodotto è stato depositato  nel grasso.

Come avviene il trattamento è ben visibile nel video sottopubblicato.

Anche per Roberta il trattamento è stato indolore e   non ha lascito nessun esito, nè rossore, nè ematomi.

Anche lei, come me, ha eseguito una sola seduta, ma la seguirò nel suo percorso. Vi farò quindi sapere quali risultati conseguirà.

Per ora vi posto le foto dell’immediato post  trattamento. A sinistra potete osservare il prima e a destra il dopo. Notare come si sono distese le nasolabiali. Peccato che come tende a sottolineare il dott. Forte nel video, dopo due giorni, questo minimo edema fosse completamente scomparso. Speriamo che l’immediato post mimi veramente il risultato definitivo! Vedremo….

 

 

Le mie conclusioni personali

Devo ammettere di avere avuto, anche io , in passato, parecchia diffidenza  rispetto  all’acido polilattico. Ne avevo sentito parlare in modo talmente distruttivo che, fino al congresso dell’Agorà, non avevo mai pensato di approfondire. Mi sembra invece di avere capito che l’acido polilattico è un prodotto efficace e sicuro solo se:

  • diluito  e idratato correttamente, 
  • sono rispettate le tecniche d’iniezione, la  quantità di prodotto e il timing delle sedute, 
  • vengono rispettate le raccomandazioni nel post trattamento (massaggio) da parte del paziente.

Certo non è un prodotto facile, ma deve essere capito e che richiede parecchia esperienza. Quindi la mia raccomandazione è di non andare ad eseguire il trattamento dal primo che capita, ma solo da professionisti  capaci ed esperti  che lo utilizzano da tempo. Quindi, come  già più volte sottolineato qui su queste pagine,  non è quasi mai  il prodotto ad essere dannoso, ma il suo scorretto utilizzo.

Leave a Reply