Cosa contengono i sieri che promettono di allungare le ciglia?

La mia esperienza con Latisse e con gli altri sieri che allungano le ciglia, efficacia ed INCI dei sieri testati

Indice

 

La mia esperienza con Latisse

Avevo già provato il Latisse appena uscì. Me lo aveva portato mia cognata dagli USA ed era una novità assoluta. 

Fu una rivelazione. Ciglia folte e lunghissime in meno di 4 settimane

All’epoca costava la bellezza di 120 dollari a confezione. Una fortuna per un prodotto che durava circa 60 giorni e che comunque andava utilizzato di continuo per mantenere il risultato. Al limite, una volta raggiunta la lunghezza desiderata, l’unica cosa che si poteva fare era utilizzarlo  a sere alterne. Ma ovviamente, interrompendo l’applicazione, le ciglia, una volta  cadute, ricresceranno della loro lunghezza naturale.

Comunque me ne ero innamorata e quando qualche anno dopo andai  in Usa,  chiesi a mio cognato di indicarmi un medico dove poterlo acquistare. Ne feci incetta Lo acquistai anche per parecchie amiche e familiari. Insomma rientrai con una valigia stracolma di Latisse. Solo negli anni successivi scoprii che in realtà il Latisse era identico al Lumigan e che non era valsa  la pena acquistarlo. Avevo acquistato una copia di uno stesso prodotto pagandolo più del doppio. Ma tant’è…. 

La mia esperienza con gli altri sieri che allungano le ciglia

L’esperienza con Latisse era stata positiva. Non avevo avuto nessun effetto collaterale tra quelli descritti. Ma dal momento  che  avevo capito che qualche problematica, se pur rara, con l’uso del prodotto si sarebbe potuta verificare, ho cominciato a prendere in considerazione dei sieri alternativi SENZA analoghi delle prostaglandine

Ho iniziato quindi a studiare gli INCI dei prodotti  pubblicizzati   come NATURALI  per capire se lo fossero realmente  e quali fossero i più efficaci.

Vi rivelo cosa ho scoperto.

Esistono sieri senza prostaglandine efficaci?

Cominciando  a fare un pò di ricerche, ho capito che in realtà, tutti  i prodotti  da me conosciuti oltre ad alcuni  dei quali sono riuscita a risalire all’INCI, che hanno come obbiettivo quello di allungare le ciglia e che sono efficaci, contengono  analoghi delle prostaglandine anche se non lo dichiarano e se sbandierano ai quattro venti la “NATURALEZZA” delle sostanze in esso contenuti.  Ma laddove l’INCI  sia leggibile, spulciando un pò, si capisce che in quasi tutti di questi prodotti, sono presenti analoghi delle prostaglandine pur non  essendo presente il nome  Bimatoprost, una molecola il cui brevetto è posseduto dalla Allergan, e che quindi, per legge,  non può essere utilizzata da nessun’altra azienda senza incorrere in quella che legalmente si chiama violazione di brevetto.

Molte aziende quindi cos’hanno fatto. Fiutando la ghiotta opportunità fornita da un mercato di questo tipo, hanno cominciato a creare prodotti molto simili al Latisse che non contenevano Bimatoprost, ma altri principi attivi, analoghi delle prostaglandine,  registrandone i loro nomi INCI.

Qui l’elenco completo delle sostanze registrate e che sono analoghi delle prostaglandine (tratto da http://www.nononsensecosmethic.org/revitalash-ed-i-sieri-che-farebbe-crescere-di-piu-le-ciglia/):

  • DECHLORO DIHYDROXY DIFLUORO ETHYLCLOPROSTENOLAMIDE)
  • Nortafluprost
  • Tafluprost
  • Cyclopropylbimatoprost
  • Cyclopropylmethylbimatoprost
  • Dechloro Cyclopropylcloprostenolamide
  • Dechloro Cyclopropylmethylcloprostenolamide
  • Dechloro Ethylcloprostenolamide
  • Dehydrolatanoprost
  • Dihydroxypropyl Didehydrolatanoprostamide
  • Ethyl Tafluprostamide
  • Ethyl Travoprostamide
  • Isopropyl Cloprostenate
  • Ketotravoprost
  • Methyl Travoprost
  • Norbimatoprost
  • Nortafluprost
  • Trifluoromethyl Dehydrolatanoprost
  • Trifluoromethyl Dechloro Ethylprostenolamide

Questa situazione ha smosso un tale polverone che alla fine del 2012  l’agenzia del farmaco svedese (MPA) ha condotto un’indagine  su sieri e prodotti per la crescita delle ciglia, i cui risultati riportano che, in ben nove, dei ventisei prodotti analizzati, sono stati rinvenuti analoghi delle prostaglandine, e, in tre prodotti, non ne era stata dichiarata la presenza sulla confezione.

Gli analoghi delle prostaglandine sono stati trovati nei seguenti prodotti:

  • Xlash Eyelash Enhancer;
  • Neulash;
  • Neulash (New improved formula);
  • NeuveauBrow;
  • NeuveauBrow (New improved formula);
  • RevitaLash;
  • Nutraluxe MD Lash;
  • M2 Lashes Eyelash activating serum;
  • Peter Thomas Roth Lashes to die for Platinum.

Nell’autunno 2012, l’MPA ha deciso di vietare la vendita dei sieri per ciglia contenenti queste sostanze.

Quali sono i sieri SENZA che ho testato

Vediamo di elencare i sieri testati, ma soprattutto, laddove sia possibile, di analizzare i loro INCI. 

Revitalash

Ottimi risultati in poche settimane tra l’altro applicandolo una sola volta al giorno e non due  come raccomandato dalla casa madre. 

Cosa contiene Revitalash

Revitalash è un prodotto pubblicizzato come senza prostraglandine. Ed effettivamente a prima vista sembrerebbe essere così. Ma se andiamo sa pulciare bene vediamo che contiene Dechloro Dihydroxy Difluoro Ethylcloprostenolamide ossia un  analogo della prostaglandine …. Ecco perché funziona così bene!

 

Immagine tratta dal sito Revitalash. Notare che non si fa menzione di analoghi delle Prostaglandine

….poi però nella lista degli ingredienti….

Orolash

Risultati ottimi. Anche lui come Revitalash è pubblicizzato come NATURALE (?). In realtà sul sito ufficiale nella sezione dedicata alle domande vengono elencati gli ingredienti. E cosa troviamo tra gli ingredienti? Il Norbimatropost…. Che è anche lui un analogo delle prostaglandine.

Immagini tratti dal sito ufficiale Orolash

Nanolash

Risultati buoni. Sul sito si parla di prodotto naturale….

Ma anche questo contiene analoghi delle prostaglandine. Gli ingredienti sono menzionati nelle faq

Immagine tratta dal sito ufficiale Nanolash

Dermastir Brow – Eyebrows Growth Filler

Risultati insoddisfacenti. E’ pubblicizzato come contenente 13 ingredienti tra cui:

  • Citochine
  • Ialuronico,
  • Amminoacidi,
  • Fosfolipidi
  • Vitamine
  • 7 Petidi.

In realtà non è reperibile un INCI vero e proprio. Probabilmente, dal momento che le ciglia non si allungano, deve essere plausibile  che non contenga analoghi delle prostaglandine.

Conclusioni

Non ho provato nient’altro e, a questo punto, avendo capito che l’unico modo per fare allungare le ciglia, è quello di applicare degli analoghi delle prostaglandine, contenuti comunque in tutti i prodotti testati, se pur probabilmente in percentuali differenti che non è dato conoscere,  ho deciso che tanto valeva  comprare il Lumigan, con il quale, almeno,  risparmio parecchio. Ovviamente avendo chiesto il parere alla mia amica oculista prima di iniziare (cosa che consiglio di fare anche a voi) e osservando minuziosamente le modalità di applicazione, le  precauzioni e le avvertenze  menzionate  per l’utilizzo del Latisse. 

E i risultati sono straordinari, come lo furono a suo tempo con il Latisse.

Le mie ciglia dopo 6 settimane di Lumigan/Latisse

BIBLIOGRAFIA

Long‐term safety and efficacy of bimatoprost solution 0·03% application to the eyelid margin for the treatment of idiopathic and chemotherapy‐induced eyelash hypotrichosis: a randomized controlled trial, D.A. Glaser, P. Hossain, W. Perkins, T. Griffiths, G. Ahluwalia, E. Weng, F.C. Beddingfield, Br J Dermatol. 2015 May

Bimatoprost 0.03% for the Treatment of Eyebrow Hypotrichosis, Jean Carruthers, Kenneth Beer, Alastair Carruthers, William P. Coleman, III, Zoe Diana Draelos, Derek Jones, Mitchel P. Goldman, Michael L. Pucci, Amanda VanDenburgh, Emily Weng, Scott M. Whitcup, Dermatol Surg. 2016 May

Therapeutic potential of bimatoprost for the treatment of eyebrow hypotrichosis, Nongsak Chanasumon, Tueboon Sriphojanart, Poonkiat Suchonwanit, Drug Des Devel Ther. 2018

Bimatoprost for Eyelash Growth in Japanese Subjects: Two Multicenter Controlled Studies, K. Harii, S. Arase, R. Tsuboi, E. Weng, S. Daniels, A. VanDenburgh, Aesthetic Plast Surg. 2014

Eyelash Growth from Application of Bimatoprost in Gel Suspension to the Base of the Eyelashes, Sara Tullis Wester, Wendy W. Lee, Wei Shi, Ophthalmology. Author manuscript; available in PMC 2011 May 1., Published in final edited form as: Ophthalmology. 2010 May

Eyelash growth induced by topical prostaglandin analogues, bimatoprost, tafluprost, travoprost, and latanoprost in rabbits., Giannico AT, Lima L, Russ HH, Montiani-Ferreira F., J Ocul Pharmacol Ther. 2013 Nov

Enhancing the growth of natural eyelashes: the mechanism of bimatoprost-induced eyelash growth., Cohen JL., Dermatol Surg. 2010 Sep

Bimatoprost for the treatment of eyelash, eyebrow and scalp alopecia. Barrón-Hernández YL, Tosti A., Expert Opin Investig Drugs. 2017 Apr;26(4):515-522. doi: 10.1080/13543784.2017.1303480. Epub 2017 Mar

Therapeutic potential of bimatoprost for the treatment of eyebrow hypotrichosis.,Chanasumon N, Sriphojanart T, Suchonwanit P., Drug Des Devel Ther. 2018 Feb 

Enhancement of Eyelash growth using bimatoprost. A clinical trial, Rossella Petese, Vincenzo Varlaro, Aesthetic Medicine,  October-December 2016

Pagine: 1 2 3

Join the discussion 8 Comments

  • ivana ha detto:

    Ciao Michela anch’io nel 2011 trovandomi negli Stati Uniti e su consiglio di un’amica acquistai il Latisse con cui mi trovai benissimo. Per un po’ di tempo continuai ad utilizzarlo ma ad un certo punto lo sospesi per via della difficoltà di reperimento. Adesso leggendo il tuo articolo sul Lumigan mi viene voglia di ricominciare ad usarlo. Non ho capito se il Lumigan per ottenere il rinfoltimento lo utilizzi però come un collirio oppure lo applichi sul bordo della palpebra cosi come si faceva con il Latisse. Un saluto cordiale. Ivana

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Ivana. Nell’articolo l’ho scritto. Il lumigan deve essere utilizzato come se fosse il Latisse. Quindi applicandolo solo lungo la rima cigliare superiore, come facevi con il Latisse. E devi osservare le stesse precauzioni che osservavi con il Latisse. A presto

  • Ione Tarabella ha detto:

    Ciao Michela,
    ho chiesto al mio oculista se potevo usarlo (io uso da tempo il Cationorm perchè mi lacrima tantissimo l’occhio sinistro).
    Erroneamente ho chiesto del Bimatoprost anzichè del Lumigan… e mi ha risposto che posso usarlo ma che mi fa venire le congiuntive e le palpebre rosse!!!!!!
    E’ possibile?
    Grazie per tutto quello che fai per noi ragazze.
    Ione

    • Faceboost ha detto:

      Grazie mille per i ringraziamenti, cara Ione. Può darsi che il Bimatoprost possa darti rossore. Unica è provare. Dipende da te se vuoi correre il rischio. Se vedi che ti arrossi sai da cosa dipende e puoi interrompere immediatamente. Un abbraccio

  • Simona ha detto:

    Ciao , scusami , ma il lumigan 0,1 o 0,3?? Quale dei due vista la diversa concentrazione del principio attivo ? Grazie

  • marcella ha detto:

    Grazie pe tutte le preziose informazioni, chiederò al medico prima di acquistarlo. Avrei una domanda, è utile anche per le sopracciglia e si applica nello stesso modo?

    • Faceboost ha detto:

      Cara Marcella. Si chiedi al medico visti gli effetti collaterali che ci potrebbe essere con questi prodotti. Si è utile anche per le sopracciglia e si applica sempre nello stesso modo. Facendo molta attenzione . In realtà le prostaglandine funzionano su tutti peli, anche sui capelli. Se pur sarebbe troppo costoso da applicare e comunque meno efficace del Minoxidil. Un abbraccio

Leave a Reply