Cosa contengono i sieri che promettono di allungare le ciglia?

Introduzione

Qualche giorno fa una ragazza  mi ha scritto per chiedermi cosa utilizzassi per le mie ciglia. Mi aveva osservata in un video durante le dirette  che organizzo   sui social  ed  era rimasta colpita dalla loro lunghezza.

“Mascara super volumizzante, extension  o qualche siero miracoloso?” Mi ha chiesto.

Siero per le ciglia, ho risposto. 

In realtà quello che utilizzo attualmente  non è proprio un siero, ma un collirio. Un collirio a base di una sostanza, il BIMATOPROST che fa allungare le ciglia.

Ma di sieri per le ciglia ne esistono un’infinità. Personalmente ne ho provati parecchi e tutti  funzionano bene. Il problema è che spesso non si riesce a risalire a quali siano le sostanze in essi contenute, spesso definite “naturali”.  Sostanze  in grado da renderli molto efficaci. 

Ma andiamo per gradi e cerchiamo di capire quali sono gli ingredienti  presenti nei sieri per le ciglia che ne possono comportare un allungamento.

Cosa è il Bimatoprost

Il Bimatoprost è un analogo delle prostaglandine.  Le prostaglandine sono dei derivati degli acidi grassi polinsaturi che vengono sintetizzati in molti tessuti e implicati in diverse funzioni dell’organismo come ad esempio la vasodilatazione e la vasocostrizione.

Le prostaglandine e loro effetti sull’allungamento delle ciglia   

La scoperta  che le prostaglandine fossero in grado di allungare le ciglia  risale a circa venti anni fa e deriva, come in passato è già accaduto per altre opzioni terapeutiche (vedi tossina botulinica),  da un caso fortuito.  Si era infatti  constatato che, l’utilizzo nei pazienti affetti da glaucoma del  collirio  Lumigan   a base di  Bimatoprost approvato nel 2001  per ridurre la pressione oculare, avesse, come effetto secondario, quello di fare allungare le ciglia. Da qui la  decisione di iniziare ad utilizzarlo come cosmetico.

Fu così che la Allergan, produttrice  del collirio Lumigan a base di Bimatoprost e proprietaria della molecola, fiutando l’affare,  avviò la procedura per far approvare dalla FDA il Latisse, un prodotto  a base di  Bimatoprost ma finalizzato esclusivamente  a stimolare la crescita delle ciglia.

Nel 2008 il Latisse, fu approvato  dall’FDA, come un prodotto destinato ad uso esclusivamente estetico.

Reperto (archeologico) di un Latisse acquistato in USA nel lontano 2012

Cosa è il Latisse

Il Latisse è un prodotto cosmetico , mai approdato in Italia, identico al Lumigan, contenente  la stessa concentrazione di principio attivo del collirio, ma finalizzato ad:

  • allungare,
  • infoltire,
  • scurire le ciglia.

Qual è il meccanismo di azione del Bimatoprost

Il meccanismo d’azione non è ancora completamente chiarito. Sembra che, quando analoghi delle prostaglandine interagiscono con i recettori prostanoidi nel follicolo pilifero, molto probabilmente si verifica la stimolazione dei follicoli a riposo (fase telogen) verso i follicoli in crescita (fase anagen). Gli analoghi della prostaglandine possono anche prolungare la fase anagen delle ciglia portando ad un aumento della lunghezza delle ciglia. La stimolazione della melanogenesi indotta dal bimatoprost sembra provocare ciglia più scure e, allo stesso tempo, sembra aumentare le dimensioni della papilla dermica e del bulbo pilifero. Il bimatoprost applicato per via cutanea sembra essere associato a una minore incidenza di eventi avversi rispetto alla sua somministrazione come collirio. (Vedi art: Enhancement of Eyelash growth using bimatoprost. A clinical trial, Rossella Petese, Vincenzo Varlaro, Aesthetic Medicine,  October-December 2016)

Quali sono le differenze tra il Lumigan e il Latisse

Non esiste nessuna differenza tra Lumigan e Latisse dal punto di vista della composizione.

Foglietto illustrativo del Latisse

Inizialmente il Latisse 0,03% e il Lumigan 0,3 mg/ml avevano addirittura lo stesso identico flaconcino.

Attualmente invece il Lumigan 0,3 mg/ml è distribuito in confezione monodose. Rimane identica al Latisse  la confezione del Lumigan 0,1 mg/ml.

 

 

 

 

Latisse e il Lumigan hanno differenti: 

  • finalità:
    • il Latisse ha scopo estetico e serve per far allungare le ciglia,  
    • il Lumigan ha scopo terapeutico e serve per ridurre la pressione  oculare,
  • modalità di applicazione

Come deve essere applicato Latisse

Il Lumigan deve essere applicato all’interno dell’occhio, essendo il suo scopo quello di abbassare la pressione oculare.

Il Latisse deve essere applicato in un quantitativo pari ad una goccia di prodotto da distribuire su ognuno dei due pennellini sterili e monouso,  forniti all’interno della confezione del prodotto. Il Latisse deve essere applicato  SOLO lungo la rima cigliare superiore, evitando assolutamente quella inferiore, perché potrebbe macchiare la pelle. Questo è ben sottolineato nel foglietto illustrativo tra le avvertenze speciali.

I pennellini in dotazione all’interno del Latisse

Nel caso in cui il Lumigan venga utilizzato al solo scopo estetico, non indicato ovviamente nel bugiardino,  deve essere applicato nello stesso identico modo del Latisse.

Join the discussion 4 Comments

  • ivana ha detto:

    Ciao Michela anch’io nel 2011 trovandomi negli Stati Uniti e su consiglio di un’amica acquistai il Latisse con cui mi trovai benissimo. Per un po’ di tempo continuai ad utilizzarlo ma ad un certo punto lo sospesi per via della difficoltà di reperimento. Adesso leggendo il tuo articolo sul Lumigan mi viene voglia di ricominciare ad usarlo. Non ho capito se il Lumigan per ottenere il rinfoltimento lo utilizzi però come un collirio oppure lo applichi sul bordo della palpebra cosi come si faceva con il Latisse. Un saluto cordiale. Ivana

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Ivana. Nell’articolo l’ho scritto. Il lumigan deve essere utilizzato come se fosse il Latisse. Quindi applicandolo solo lungo la rima cigliare superiore, come facevi con il Latisse. E devi osservare le stesse precauzioni che osservavi con il Latisse. A presto

  • Ione Tarabella ha detto:

    Ciao Michela,
    ho chiesto al mio oculista se potevo usarlo (io uso da tempo il Cationorm perchè mi lacrima tantissimo l’occhio sinistro).
    Erroneamente ho chiesto del Bimatoprost anzichè del Lumigan… e mi ha risposto che posso usarlo ma che mi fa venire le congiuntive e le palpebre rosse!!!!!!
    E’ possibile?
    Grazie per tutto quello che fai per noi ragazze.
    Ione

    • Faceboost ha detto:

      Grazie mille per i ringraziamenti, cara Ione. Può darsi che il Bimatoprost possa darti rossore. Unica è provare. Dipende da te se vuoi correre il rischio. Se vedi che ti arrossi sai da cosa dipende e puoi interrompere immediatamente. Un abbraccio

Leave a Reply