Biostimolare la pelle con la tecnica del Radiesse iperdiluito

Risultati conseguibili con il Radiesse iperdiluito, come avviene il trattamento, numero di sedute e loro frequenza, dopo quanto tempo sono visibili i risultati e quanto si mantengono, effetti collaterali del trattamento e tempi di recupero, costi

Quali risultati si possono ottenere con questo tipo di trattamento?

Voglio essere chiaro ed onesto per non creare false illusioni nelle pazienti.

Con il Radiesse Iperdiluito i risultati sul viso sono straordinari. Mentre non lo sono altrettanto sul corpo che, per la mia esperienza, posso definire buoni, ma non eccellenti.

Vorrei comunque sottolineare, che ad oggi , per la pelle del corpo non esiste nessun trattamento veramente valido per ridurre la lassità cutanea  nè in medicina estetica né in campo chirurgico, tale da consentire risultati stabili e duraturi nel tempo.

Come viene eseguito l’impianto con il Radiesse iperdiluito?

Il Radiesse Iperdiluito viene impiantato:

  • con cannula (25/27 gauche)   con tecnica retrogada (il prodotto viene depositato in fase di uscita dell’ago) a ventaglio. In questo  modo  il prodotto può essere distribuito  diffusamente su una superficie ampia,
  • superficialmente. Solo in questo modo si riesce ad ottiene un effetto  biostimolazione.

E’ molto importante che il mix di acqua fisiologica e idrossiapatite venga miscelato con un minimo di dieci passaggi e che tale operazione venga sempre ripetuta  nel caso in cui, durante il trattamento, fossimo  costretti ad effettuare delle interruzioni e  il prodotto non venisse  iniettato tutto insieme. Infatti l’idrossiapatite di calcio diluita, pur non decantando, tende a perdere di coesione. 

 

Questo video esplicativo che mostra come deve essere miscelata l’idrossiapatite di calcio prima di essere iniettata, è un estratto di un filmato  pubblicato nell’articolo Radiesse: il filler per il ringiovanimento delle mani e del viso  .

Dopo quanto tempo sono visibili  i risultati?

I risultati sono visibili a distanza di   circa 30/45 giorni dal trattamento. Gli studi hanno evidenziato:

  • una diminuzione della rugosità del 40% a 30 giorni dal trattamento 
  • una riduzione della profondità delle rughe maggiore del 50% dopo tre mesi  dal trattamento.

Quante sedute sono necessarie e qual’è la loro frequenza?

Dipende dal grado di inestetismo della paziente e dal risultato desiderato. Diciamo che  gli effetti del trattamento sono già visibili dopo la prima seduta e che quindi, una  singola applicazione potrebbe essere sufficiente a raggiungere un buon risultato. Di fatto non è stato stabilito un protocollo di sedute vero e proprio come esiste in altri tipi di trattamenti biorivitalizzanti.

Quanto si mantengono i risultati?

I risultati, variabili da soggetto a soggetto,  si mantengono, di norma,  circa 5/6 mesi dopodiché il trattamento deve essere ripetuto. Se lo si ripete con costanza,  per almeno tre sedute consecutive, distanziate di 6 mesi l’una dall’altra  i risultati tendono a stabilizzarsi nel tempo. Almeno per quello che ho potuto constatare fino ad oggi dopo due anni di utilizzo di tale tecnica. Del resto si tratta di una metodica giovane rispetto al quale non abbiamo un lungo follow up . Vedremo in seguito quali risultati riusciremo ad ottenere.

Quali sono gli effetti collaterali del trattamento con Radiesse iperdiluito?

Gli effetti collaterali eventuali, tutti  temporanei  e comuni a qualunque altra pratica iniettiva analoga  sono:

  • rossore della durata di qualche ora,
  • edema ,
  • prurito nel punto d’iniezione,
  • eventuale comparsa di lividi, soprattutto in chi ha la pelle molto sottile che, a seconda della loro profondità, possono permanere fino a 10 giorni.

Quali sono i tempi di recupero necessari dopo il trattamento?

Il trattamento con Radiesse Iperdiluito non comporta tempi di recupero e consente la ripresa immediata delle attività quotidiane.

 Quali sono i rischi o le complicanze del trattamento?

Rispetto al trattamento con Radiesse puro che richiede una maggiore attenzione, abilità ed esperienza, la tecnica con Radiesse iperdiluito è molto semplice e non comporta nessun tipo di rischio. La diluizione rende il prodotto talmente fluido (io lo chiamo la “mia acqua sporca”) che il suo impianto risulta assolutamente scevro da complicanze dovute a mal practice. 

Quali sono le precauzioni da osservare dopo il trattamento con Radiesse Iperdiluito?

Le precauzioni da osservare dopo  il trattamento con Radiesse Iperdiluto  sono analoghe a quelle di un qualunque altro tipo di trattamento iniettivo. E’ quindi  consigliabile:

  • non esporsi al sole diretto e proteggersi con un adeguato schermo almeno nei 3/4 giorni  dopo il trattamento per evitare , l’acuirsi di eventuali  reazioni infiammatorie, se presenti, e per ridurre il rischio della formazione di macchie in caso di ematomi,
  • per almeno 24 ore e fino a quando sia presente rossore, evitare bagno turco, solarium, saune, attività fisica intensa,
  • per 24 ore dopo il trattamento evitare di massaggiare la zona e  di applicare il trucco.

Quali sono i casi in cui il trattamento con Radiesse Iperdiluito  è controindicato?

Non possono essere sottoposti al trattamento i pazienti:

  • che presentano allergie accertate nei confronti di qualunque componente del prodotto o con allergie multiple e severe;
  • in terapia con antiaggreganti o anticoagulanti per il rischio aumentato di ematomi;
  • in stato di gravidanza o  allattamento;
  • con infezioni in atto in sede di infiltrazione del prodotto. 

Quali sono i costi?

Il trattamento con Radiesse iperdiluito ha un costo di circa 400/500 euro a seduta 

Join the discussion 4 Comments

  • Giuliana Perini ha detto:

    Buona sera Michela Taccola,
    Ho sentito alcuni casi che con radiesse hanno avuto granulomi.
    Ora con l’iper diluizione non esiste più questo rischio ?
    Chiedo perchè anni fa feci radiesse agli zigomi e mi trovai molto bene, sia come effetto sia come durata, poi però sentii alcuni casi di sviluppo, anche dopo diverso tempo di granulomi.
    Mi piacerebbe rifarlo per le rughe naso labiali e marionetta.
    Buona serata
    Giuliana

    • Faceboost ha detto:

      Ciao cara Giuliana il rischio di granulomi anche con il Radiesse puro, se il trattamento viene eseguito correttamente, è analogo a quello che si può avere con lo ialuronico. Con il Radiesse iperdiluito se la miscelazione viene eseguita in modo corretto, con i 10 passaggi questo prblema non si pone. Il dottor Renzi parla definisce questo mix addorittura acqua sporca…. Da tanto che è diluita . Considera che comunque non è un riempitivo e va bene su pelle particolarmente invecchiata. A presto

  • Giuliana Perini ha detto:

    Grazie per le informazioni Michela.
    A presto

    • Faceboost ha detto:

      Prego carissima. E’ sempre un piacere rispondere alle mie amiche se pur virtuali ! Alla prossima

Leave a Reply