Il face lifting: intervista al dott. Paolo Santanchè

Il lifting rallenta l'invecchiamento, età in cui è preferibile ricorrere al lifting, differenze tra lifting vecchio stampo e il lifting vettoriale

E’ vero che il lifting rallenta l’invecchiamento? E se sì in che modo?

Si è proprio così. Diciamo che me ne sono reso conto nel corso del tempo,  rivedendo i pazienti che hanno effettuato il lifting da giovani, dove per giovani intendo una fascia di età compresa tra i 40 e i 45 anni . E dopo glielo dimostrerò mostrandole le loro foto scattate a distanza di parecchi anni dall’intervento.  E per giovani intendo 40/45 anni. 

Il lifting  consente non solo un ringiovanimento estremamente naturale, ma rallenta proprio l’invecchiamento. Chi ha affrontato una procedura chirurgica in età giovanile,  arriva ai 55/60 anni in una condizione assolutamente migliore di quella in cui vi sarebbe arrivata se l’intervento non l’avesse effettuato. 

Quindi quali sono i miti da sfatare riguardo al lifting?

Principalmente i miti da sfatare sono che:

  •  il lifting consente risultati innaturali,
  •  vada effettuato  in vecchiaia  quando una persona non riesce più a riconoscersi  allo specchio.

Qual’è il momento ideale per effettuare un lifting?

Il momento ideale è quando tutti ti dicono che stai benissimo e che non ne hai ancora bisogno. Credo che non sia opportuno aspettare che  l’incalzare  del tempo e il declino fisico  rendano la propria immagine, riflessa in uno specchio, insostenibile ai nostri occhi.

Ritengo che bisognerebbe cambiare l’idea su cosa è la chirurgia. Convertendo  il concetto di  chirurgia di ringiovanimento in chirurgia di non invecchiamento. E’ molto meglio non invecchiare o farlo molto lentamente, invece che dover rimediare ai segni che il passare del tempo  ha impresso sui nostri volti.  Oltretutto i danni che subisce il viso, invecchiando, possono essere emendati solo parzialmente mediante la chirurgia. Se invece un volto si riesce a non farlo invecchiare, quei danni non li subirà mai e non si sarà  mai costretti a rimediarli.

Inoltre il lifting, fatto all’inizio del  processo di invecchiamento,  aiuta a mantenere un aspetto giovane, senza drastici cambiamenti, anche agli occhi di chi ci guarda.

Qual è l’età in cui secondo lei è preferibile ricorrere al lifting?

Secondo il mio punto di vista l’età più adeguata in cui sottoporsi ad un lifting  è tra i 40 e i 45 anni

Quali sono i motivi per cui  sarebbe  opportuno  sottoporsi ad un lifting così presto?

Il lifting si può fare  a qualunque età. Diversi però saranno risultati.  Diciamo che mediamente un lifting toglie 10 anni. Se quindi il lifting viene eseguito su una donna di 45 anni anni, quella donna cambia categoria e,  da signora, ritorna ragazza. Se lo stesso tipo di intervento viene eseguito su  una donna che ha superato i 65 anni, è vero che l’intervento avrà sempre lo stesso risultato, ossia togliere mediamente 10 anni, ma quella donna non potrà mai aspirare a ritornare ad avere l’aspetto di una ragazza.  Sarà una donna in ordine,  che porta bene gli anni, ma avrà sempre le caratteristiche di una signora di 50 anni.  Ossia non cambia categoria, rimane una signora. E’ chiaro che poi:

  • in una donna di 65 anni anni le differenze tra il prima dopo si noteranno molto di più che non su una donna di 45 anni,
  • i risultati, su una pelle invecchiata e quindi meno elastica, non saranno gli stessi che si potranno ottenere  lavorando su una pelle giovane,
  • inutile avere un viso perfetto quando le altre parti del corpo cominciano a subire cedimenti evidenti e le differenze tra viso e corpo (mani ad esempio) saranno molto evidenti.

Ma la cosa interessante, non è tanto vedere le differenze tra prima e dopo l’intervento, ma verificare cosa accade poi a questi volti nel tempo. Ebbene in queste donne che si sottopongono al lifting in giovane età, come ho già accennato,  il tempo sembra quasi non trascorrere.

Posso solo aggiungere che non esiste una linea di condotta da seguire obbligatoriamente. Queste sono le mie indicazioni e il mio pensiero.  Ritengo solo che, per chi  ha  deciso, nella propria vita, di sottoporsi al lifting, non  abbia senso aspettare. Prima  lo si esegue più a lungo ne potrà godere i  benefici  e gli effetti.

 Qual’è la differenza tra il lifting di vecchio stampo e quello moderno definito vettoriale o muscolare?

Il primo lifting facciale consisteva semplicemente nell’incisione e nell’asportazione di un piccolo lembo di pelle che veniva  tirata indietro e suturata in tensione. Con questo tipo elementare di lifting, la pelle, dopo poche settimane, ritornava più o meno nella condizione rilassata di partenza, in quanto non c’era alcun supporto che la potesse sostenere attivamente nella sua nuova posizione più elevata. Inoltre conduceva a risultati innaturali. Ricordiamo tutti i visi di VIP stravolti da interventi di questo tipo con facce che sembravano entrate “nella galleria del vento”. 

Successivamente si fecero passi in avanti  mediante un intervento che prevedeva plicature dello SMAS che però si dimostrarono poca utilità.

L’esperienza dimostrò ben presto che per ottenere un risultato più soddisfacente e soprattutto più duraturo, il lifting facciale doveva interessare anche i piani più profondi.  La svolta vera si è avuta quando  siamo arrivati alla dissezione dello SMAS che  ha poi consentito la sua successiva distensione. E’ stato da allora che siamo arrivati ai risultati ottimali che  sono quelli  che è possibile  ottenere attualmente.

Oltretutto, quando il viso comincia da avere cedimenti, la discesa dei tessuti non avviene nella stessa direzione. Un intervento di questo tipo detto vettoriale (personalmente lo definisco trivettoriale ultrasonico con sospensione dello Smas e del Platisma)   consente di applicare le tensioni nel senso opposto  a quello dell’invecchiamento. Ecco perché riusciamo a ricostruire un viso molto simile a  quello che il paziente ha avuto in passato.

Lo scopo e l’obiettivo di un lifting  moderno è quello di  cercare di restituire al paziente il viso che aveva  quando era giovane e non a “tirare” la sua faccia ormai invecchiata. E questo è quello che, sostanzialmente, ha fatto la differenza.

I risultati di un lifting sono migliori in chi ha la pelle sottile o spessa? E le pelli fibrotiche?

Diciamo che in tutti gli interventi chirurgici la pelle spessa non aiuta mai. Ha meno elasticità ed è più pesante. Mentre invece la pelle sottile, sicuramente consentirà sempre risultati migliori.

Per quanto invece riguarda le pelli fibrotiche queste possono dare qualche problema in più  in fase di esecuzione dell’intervento. Sono pelli dure, coriacee, che tenderanno a sanguinare maggiormente e che hanno perso elasticità. Di fatto è come se operassimo una pelle cronologicamente più vecchia. Questo non compromette l’esecuzione dell’intervento che  potrà essere eseguito comunque dal momento che, per fortuna, non si lavora tanto sulla pelle quanto sui tessuti sottostanti. Diciamo che il chirurgo dovrà affrontare un intervento tecnicamente un pò più complesso. 

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7

Join the discussion 20 Comments

  • Fiammetta ha detto:

    Sei una grande Michela !! La tua intervista a Santanche’ e’ cosi chiara ed esaustiva . Le tue considerazioni finali poi cosi preziose grazie alla tua intelligenza, cultura ed esperienza ! Grazie sempre per questo tuo fantastico blog !

  • elisabetta ha detto:

    Buonasera Michela
    io vorrei un’amica come te.
    Detto questo ho un problema che mi affligge…nonostante filler, trattamenti viso, massaggi ecc mi vedo la pelle cadente.
    Mi spiego soprattutto di profilo mi sembra di avere le guance che cedono in avanti e ho 40 anni.
    Cosa posso fare?
    dove devo andare?
    Aiutami grazie
    Elisabetta

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Elisabetta. Puoi considerarmi una tua amica…..Se vuoi puoi mandarmi una foto per email: michela.taccola@hotmail.it. Considera che comunque anche i filler dipende da come vengono eseguiti e i biostimolanti o biorivitalizzanti non sono tutti uguali. Poi dipende da che vita fai. Fumi? fai tanta attività fisica? Mangi bene? Sei molto magra? Prendi tanto sole? Insomma i fattori che influiscono sul nostro aspetto sono anche questi. Per dirti a chi rivolgerti devi dirmi dove abiti. Vediamo se riesco ad aiutarti. Fammi sapere. A presto

  • elisabetta ha detto:

    Ciao grazie per la risposta.
    non fumo e non ho mai fumato.
    si faccio molta attività fisica.
    Sono alta 1.75 per 57 kg quindi direi normale.
    sole ne prendo un pò in estate ma sempre con la 50…certo da ragazzina non usavo la 50..
    mangio bene insomma….
    io abito a parma.
    grazie ancora

    • Faceboost ha detto:

      Sei magra E occhio. Tanta, tanta attivià fisica, (anche io sono fissata) produce radicali liberi. Quindi invecchia più velocemente. Inoltre degrada più velocemente l’acido ialuronico. Prendi integratori? E per quanto riguarda agli ormoni come sei messa? Anche quelli sono importanti. Allora se abiti a Parma potresti spingerti fino a Firenze per fare una visita dal dott. Salti? O preferisci qualcuno in zona? Perchè a Parma conosco una dottoressa brava ma che non esegue i lavori di Salti….Fammi sapere

  • elisabetta ha detto:

    Intanto grazie sei gentilissima e preparata.
    Ci credi che l’attività fisica è diventata un’ossessione?
    Arrivo ad allenarmi anche 2 volte al giorno è un circolo vizioso.
    Gli ormoni non li ho mai controllati.
    Come integratori prendo il collagene da bere
    vorrei imparare da te che sei bravissima.
    A parma chi conosci di bravo?
    ti ringrazio infinitamente

    • Faceboost ha detto:

      Elisabetta. E’ un piacere risponderti. Ascolta se ti alleni così tanto rischi di catabolizzare il muscolo. Ricordati che il muscolo cresce a riposo e se lo strassi troppo finirai per rimanere pelle e ossa. Insomma hai presente i maratoneti? Ecco ti viene il fisico e soprattutto la faccia così. E più che si va in là con gli anni questo è deleterio. Il muscolo è indispensabile per sorreggere la nostra struttura ossea e un pochino di grasso riempie e impedisce alla pelle di “crollare”. Inoltre allenarsi troppo alza i livelli di cortisolo che è l’ormone dello stress, e che comporta un sacco di problematiche. Per sistemare la parte diciamo sportiva con integratori annessi e connessi a Parma conosco un vero guru. Si chiama Massimo Spattini, ma la sua visita costa la bellezza di 1800 euro. Quindi io non sono mai andata. E non so consigliarti nessun altro. Per filler e quant’altro posso consigliarti Francesca Bocchi brava e simpaticissima. Oppure a Bologna Maurizio Vignoli. Fammi sapere se ha bisogno di altro. Un abbraccio

  • elisabetta ha detto:

    Grazie ancora
    Come prima cosa farò gli esami che hai consigliato ad un’altra signora, compresi quelli ormonali.
    Fra una settimana ho fissato una visita con il dott Beltrami che è un nutrizionista e medico sportivo, vediamo cosa mi dice.
    Detto questo degli integratori che hai indicato tu, quali posso prendere?
    grazie mille

    • Faceboost ha detto:

      Dunque gli integratori non devi prendere Vit. D e DEHA. senza avere fatto prima le analisi. Anche quelli per facilitare il sonno non prenderli se non ti servono, a parte la melatonina che è un antiaging. Anche il Dona non credo ti possa servire. Gli altri più o meno puoi prenderli tutti, ma se vai dal medico meglio che tu chieda a lui. Poi fammi sapere. A presto

  • francesca giovenco ha detto:

    ciao michela cara, a proposito di face lifting conosci il dr renato calabria? lo trovo eccezionale fa un lifting verticale e toglie i danni di eccesso e uso da filler. a mio parere e’ uno dei migliori per il lifting in questi ultimi tempi.la vora in america nel quadrilatero magico californiaano ovvio e a dubai.
    ho visto dei suoi lavori molto naturali e veramente eccezionali. prezzi altii alti pero’ ne vale la pena .
    e’ famoso il suo vertical endoschopic face lift
    che ne pensi?
    un abbraccio

    francesca

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Francesca. Anche io vedo bei lavori su Instagram. Ma Instagram non è la Bibbia e mi piacerebbe conoscere qualcuno che abbia eseguito il lifting con lui da poter vedere dal vivo. Un pò di tempo fa mi aveva contattato una ragazza per raccontarmi la sua esperienza proprio con Renato Calabria la quale non era rimasta soddisfatta dei risultati. Ma non l’ho mai vista personalmente e quindi non so se esagerava lei oppure no. Ti dico solo che ritengo sia molto difficile giudicare solo dalle foto quindi non so esprimere un giudizio. Ti dico solo che la ragazza aveva speso due anni fa per lifting e blefaro 33 mila eurini ….. Che mi sembra una follia…per poi non essere soddisfatta…. E non farti confondere dai nomi delee procedure. di lifting ne esiste solo uno che consiste nel riposizionamento della muscolatura . A presto cara . Un abbraccio anche a te

    • Francesca ha detto:

      Ciao Michela
      Ho visto che hai commentato un lavoro del dr Calabria su ig . Giudicandolo splendido.
      Ti sei ricreduta su di lui. Cosa ne pensi? Intendo riguardo la tecnica del vertical lifting , la fa solo lui o in Italia c’è qualcun altro?
      Certo i suoi prezzi sono molto alti si parla di un range dai 30,000 ai 40,000 che mi sembra eccessivo.
      Però vedendo questa tecnica mi sembra che i risultati siamo straordinari.
      Un abbraccio
      Francesca

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Francesca. Quel lavoro è effettivamente splendido. Andrebbe visto dal vero. Sai in foto e su IG cosa vuoi che mettano? Tra l’altro ho persone che mi hanno contattato che non erano soddisfattissime. Ma non le ho mai incontrate di persona. In ogni caso qualcuno non pienamente soddisfatto c’è sempre. Insomma per poter dare un giudizio dovrei vedere DAL VIVO dei prima e dopo. Anche a me i prezzi sembrano da capogiro. O almeno io non ho da spendere così tanto soldi. Per la tecnica tutti o quasi ormai eseguono quella tecnica. Lui la chiama vertical lifting. Ma il lifting è uno solo. Vettoriale con riposizionamento dello SMAS. A presto

    • Francesca ha detto:

      Si i prezzi esagerati . Lui opera tra Beverly Hills Dubai e Milano .alcune mie conoscenze mi hanno detto che alcune star sono state ritoccate da lui però sono d’accordo con te bisogna vedere i risultati dal vivo.
      La mia domanda era se conoscevi questa tecnica del vertical lifting che si dice faccia solo lui.
      Anche io non spenderei delle cifre del genere per un lifting
      Un abbraccio
      Francesca

    • Faceboost ha detto:

      Allora io avevo chiesto ad un chirurgo amico e mi aveva detto che nella sua tecnica non c’è niente di nuovo che “loro” non sapessero già. Sai anche tra i medici c’è competizione quindi non so dirti se effettivamente sia così. Devo dire che anche Santanchè mi disse che di lifting, qualunque sia il suo nome, ne esiste di un solo tipo. Per capire se questo corrisponde a realtà, dovrei chiamare Calabria e chiedergli un’intervista. Ma non credo me la concederebbe….. A presto cara

    • Francesca ha detto:

      Perché no Michela ? Se è in buona fede te la dovrebbe concedere.
      Un abbraccio e buon inizio settimana

    • Faceboost ha detto:

      Non tutti hanno tempo e voglia….

Leave a Reply