La mia esperienza con Redensity 2: il filler per la correzione degli inestetismi delle palpebre inferiori

By 19 Dicembre 2018La cura del viso

Cosa contiene Redensity2, quali sono le sue caratteristiche, come agisce, come viene iniettato

Cosa contiene Redensity 2

Redensity 2 contiene:

  • un mix di acido ialuronico ad alto peso molecolare  crosslinkato (con legami BDDE) e non cross linkato (15 mg/ml),
  • un complesso dermoristruttuarante contenente 14 ingredienti essenziali per il benessere della pelle:
    •  8 aminoacidi per la rigenerazione e l’idratazione cellulare  (Leucina, Isoleucina, Valina, Glicina,Lisina, Treonina, Prolina, Arginina)
    • 3 antiossidanti per proteggere la pelle dall’attacco dei radicali liberi (Glutatione, N-acetil-L-cisteina, Acido-Alfa-Lipoico)
    • 2 minerali (Zinco, Rame) 
    • Vitamina B6 per il metabolismo cellulare,
  • Lidocaina 0,3%.

Quindi, grazie a queste sostanze, Redensity 2 agisce sulla pelle con una duplice azione:

  • di riempimento delle depressioni grazie all’acido ialuronico cross linkato,
  • dermostimolante sulla pelle grazie al cocktail di 14 principi attivi . 

Quali sono le caratteristiche di Redensity 2

Le caratteristiche di Redensity 2 possono essere così riassunte:

  • presenta  un profilo reologico ottimale (reologia è la scienza che studia lo scorrimento e la deformabilità della materia). Ha una viscoelasticità ideale e  un’ottima coesività che lo rendono in grado di integrarsi e diffondersi in modo omogeneo nei tessuti,

  • è un gel morbido caratterizzato da una  consistenza leggera che, esercitando una minore pressione sui tessuti, consente di ridurre il rischio di edema,
  • ha una minima attività igroscopica (Volume iniettato=Correzione osservata).  Quindi, richiamando poca acqua, riduce il rischio di gonfiore ed edema molto frequente in questa zona,
  • è dermostimolante.

Come agisce Redensity

Gli effetti del trattamento con Redensity 2 dimostrati mediante espianto di cute effettuato dopo 9 giorni dall’infiltrazione sono di:

  • maggiore idratazione dovuta all’azione sinergica dell’acido ialuronico,  che consente un aumento della produzione di glicosamminoglicani epidermici,  e del complesso dermoristrutturante: 
  • aumento dell’elasticità e della compattezza cutanea:
    • +98% della produzione di collagene di tipo 4,
    • +26% di fibrillina 1 che conferisce effetto tensore ai tessuti,
  • riduzione dello stress ossidativo (-28% malondialdeide, marker dello stress ossidativo).

Osservate come cambia la cute dopo il trattamento con Redensity 2

Come avviene il trattamento

Il trattamento è ben visibile nel video sotto pubblicato

Come viene iniettato Redensity 2

Redensity 2 può essere infiltrato 

  • con ago molto sottile (30g) con la tecnica a micro bolo,
  • con  ago cannula con tecnica retrograda a ventaglio. Mediante l’utilizzo di un ago molto sottile, viene  praticato un piccolo foro, più o meno al centro della guancia, immediatamente sotto l’incavo dell’occhiaia, attraverso cui viene inserita la cannula.  Una volta inserita, la cannula viene fatta scorrere fino a raggiungere l’occhiaia dove, mediante lo spostamento a ventaglio, verrà depositato il filler. Alcuni medici  creano la via di accesso per inserire la cannula all’esterno dell’occhio, più o meno in corrispondenza dello zigomo,  anche se sembra che l’accesso migliore sia quello dalla guancia. Da qui si riesce a dosare meglio il prodotto ed evitare accumuli.

I vantaggi della cannula, che in questa zona è da preferire, sono quelli di:

  • essere meno traumatica dell’ago che se utilizzato, essendo la zona delicata e ricca di capillari, causerebbe la comparsa di  vistosi ematomi, 
  • permettere una migliore uniformità di distribuzione del prodotto.

Nel caso in cui Redensity 2 venga utilizzato per  correggere le borse, il trattamento avviene mediante infiltrazione di prodotto al di sotto delle borse stesse. L’iniezione viene effettuata con la cannula. La visibilità delle borse si riduce perché l’infiltrazione determina una riduzione del dislivello tra la palpebra inferiore e lo zigomo. 

Il prodotto deve essere iniettato in profondità, a livello sovra- periostale/ sub orbicolare.

E’ consigliabile iniettare una quantità di prodotto che non superi gli 0,5 ml per palpebra

Pagine: 1 2 3 4 5

Join the discussion 27 Comments

  • Morena ha detto:

    Ciao Michela , molto interessante, immagino non sia stato facile restare in quel modo , ma ora L effetto sembra molto bello! Quindi mi sembra di capire che redensity 2 il migliore per quando riguarda il contorno occhi? Quindi il viscoderm che ho fatto in questa non è proprio corretto?
    Grazie ,
    Morena

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Morena. E’ stato difficilissimo stare in quello stato e tra l’altro non essere più neppure sicura di riuscire a dare validi consigli, come scrivo nell’articolo. Redensity 2, più che essere il migliore, è l’unico prodotto esistente ad oggi studiato appositamente per la zona perioculare. Viscoderm Hydrobooster va bene per le rughette superficiali del contorno occhi che sono resistenti anche al botox. Redensity 2 invece serve proprio per riempire l’occhiaia o per camuffare le borse. Diciamo che sono prodotti cha hanno due finalità diverse. Spero di essere stata chiara. Se hai dubbi chiedi pure. A presto.

    • Alessandra ha detto:

      ciao sono anch io nella stessa situazione adesso e ti prego di dirmi a chi rivolgermi ….ho fatto venerdì scorso il trattamento e dopo una settimana ho la borsa sotto gli occhi piena di acqua …ho cambiato chirurgo e o sbagliato accidenti a me…. grazie se puoi inviarmi il nome e l indirizzo della dottoressa

    • Faceboost ha detto:

      Cara Massaggia e fai impacchi caldo umidi. Se non ti è stato messo troppo prodotto la situazione dovrebbe stabilizzarsi in 10 giorni. Incrociamo le dita. Un abbraccio e in bocca al lupo

  • Tania ha detto:

    Wow brutta esperienza, per fortuna risolta. Certo si dovrebbe poter mettere anche il nome di chi combina guai, purtroppo non si può. Felice che tu abbia risolto alla fine. Anche questa è esperienza che serve a tutti. Non ti devi scoraggiare. Servono anche le esperienze negative. A presto.

    • Faceboost ha detto:

      Esperienza terribile, cara Tania. Purtroppo fare nomi non si può. Ma a chi mi ha chiesto in privato ho parlato chiaramente. Almeno ho evitato guai anche ad altre

    • Francesca ha detto:

      Ciao Michela, sono una tua nuova iscritta e devo dire che ti seguo con molta attenzione perchè mi piace molto il modo in cui ti rapporti ai temi trattati.
      Ti scrivo per un consiglio..a settembre ( per la prima volta in vita mia) mi sottopporrò ad un filler per riempire un pochino il solco lascrimale con una fiala di acido ialuronico della linea juvederm allergan di 1 ml.
      Tu cosa ne pensi della scelta del materiale?
      Grazie

    • Francesca ha detto:

      Cara Michela, oltre al tuo parere del tipo di acido ialuronico che il medico utilizzerà per farmi il filler all’occhiaia, vorrei anche chiederti quali sono eventuali domande che devo fargli prima del trattamento per tranquillizzarmi, visto che per me è la prima volta e comunque un po’ di ansia e preoccupazione per il risultato ce l’ho..
      Grazie

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Francesca. Ti ringrazio per i complimenti. Per darti un consiglio dovresti dirmi come si chiama il prodotto che ti inietteranno nel solco lacrimale. Quella che indichi tu è la marca. Di solito per quella zona si utilizza volbella. Ma devi chiedere. Poi una cosa importante è che il prodotto venga infiltrato con cannula. E raccomandati che il medico vada per gradi. Sarebbe opportuno eseguire il trattamento in due tempi, magari distanziarti di 15 giorni . Anche perchè quella è una zona che edemizza molto ed è opportuno verificare il risultato a distanza di qualche giorno per capire la reazione della zona e se quindi sia necessario aggiungere materiale. Ricorda sempre che ad aggiungere siamo sempre in tempo, togliere spesso è complesso. Fammi sapere se hai bisogno di ulteriori chiarimenti. A presto

  • Juliana Merz ha detto:

    Brooklyn

  • barbara ha detto:

    Ciao
    io ho avuto una pessima esperienza con il Redensity 2. O meglio, la prima volta è andata bene e poi…il dramma! Oggi a distanza di 2 anni ho un edema cronico…………………nessuno vuole metterci le mani per cercare di riparare all’errore del medico che ha sbagliato evidentemente a iniettarmi l’acido. Cosa posso fare?

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Barbara purtroppo può capitare…. Se mi dici dove abiti ti posso indicare da chi andare per cercare risolvere. Sicuramente ci vuole ilauronidasi. Fammi sapere

  • Maura ha detto:

    Ciao Michela, letta la tua esperienza meno male ne sei venuta fuori e bene, io sono di Torino ee dovrei fare il filler per occhiaie profonde, ho paura e non so a chi rivolgermi puoi aiutarmI?

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Maura. Meno male davvero. A Torino puoi rivolgerti alla dottoressa Piersini. E’ molto brava e seria

  • Maura ha detto:

    Sei stata gentilissima bello il tuo video su youtube con lei, così il trattamento la già fa meno paura provarla

  • Alice ha detto:

    ciao! Anche io mi sono sottoposta a trattamento tramite redensity 2. La dottoressa ha deciso di iniettarmi inizialmente meno di metà fiale per vedere come reagisse l’occhiaia e a distanza di 15 giorni dovró ritornare per ritoccare con altre gocce. Durante la prima sedutà peró i miglioramenti sono quasi impercettibili. È normale? A te invece sono stati da subito evidenti! spero che con la seconda seduta i risultati possano arrivare.. sono passati solo 2 giorni e tra una decina dovró ritornare per la seconda seduta.. incrocio le dita.

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Alice. I miglioramenti dovrebbero vedersi fin da subito. Ma in quella zona meglio essere cauti. Meglio iniettare poco per volta, piuttosto che iniettare tutto insieme e dover poi correre ai ripari . Credo che la tua dottoressa abbia seguito la strategia migliore. Vedrai che con la seconda seduta andrà meglio. A presto

  • Gianluca ha detto:

    Salve, ho avuto dei trattamenti in passato zona contorno occhi che mi ha lasciato un po’ di gonfiore e un colore violaceo,volevo chiedere se redensity 2 fa al mio caso e se si chi rivolgermi nella zona Caserta o napoli, grazie mille

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Gianluca. Il violaceo è effetto Tyndall e difficilmente se ne andrà. Se hai ancora gonfiore io non metterei niente nella zona, neppure Redensity, ma se mai farei ialuronidasi. SE vuoi puoi rivolgerti al prof. Giuseppe Sito a Napoli. Molto bravo. a presto

  • valeria ha detto:

    ciao michela,
    mi puoi consigliare un ottimo medico a Roma per il redensity?

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Valeria. A Roma non conosco nessuno per Redensity 2 . Mi parlano della dottoressa Martina Ruggeri oppure Raffaele Rauso. Ma devi chiedere ad entrambi se lo utilizzano. Prova a chiamare. Un abbraccio

    • Valeria ha detto:

      Grazie michela!

    • Faceboost ha detto:

      Prego carissima. Un abbraccione

  • gabriella ha detto:

    preziosissima Michela! mi ha molto colpito il racconto della tua disavventura con Radiesse; se anche tu che sei un’esperta sei incappata in un trattamento sbagliato e/o in un medico sbagliato, pensa cosa può capitare a noi incompetenti! L’abilità del medico è fondamentale, ma non basta, perchè ogni persona può reagire in modo diverso, insomma sembra di camminare in un campo minato.
    comunque, anch’io ho fatto il Redensity 2 per le occhiaie, che ho sempre avuto e che mi davano un aspetto triste, e devo dire che la situazione è molto migliorata (e non mi è neanche venuto il livido) e credo anche di aver trovato una dottoressa brava. se vuoi (e se si può) posso dirti chi è.
    ti seguo sempre, grazie preziosissima Michela

    • Faceboost ha detto:

      Cara Gabriella. Non sai quanto mi ha messo in crisi quella disavventura….. Volevo mollare tutto. Sono felice che tu abbia trovato un medico competente. Ovvio che puoi dirmi chi è. Fai un servizio a tutte le persone che ci seguono. Questo è uno spazio di condivisone di esperienze. Ti ringrazio moltissimo. A presto

Leave a Reply