Silisorg Tensor: il biorivitalizzante a base di silicio organico

Gli effetti del silicio sulla pelle, inestetismi per cui è indicato, stimolazione di collagene fibrotico o reticolare

Il silicio ed i suoi effetti sulla pelle

Il Silicio organico è  un elemento strutturale del tessuto connettivo ed entra nella costituzione delle principali macromolecole quali:

  • l’elastina,
  • il collagene,
  • i proteoglicani,
  • le glicoproteine.

promuovendone la loro rigenerazione.

Il silicio organico:

  • induce e favorisce, la sintesi di collagene, dell’elastina e dell’acido ialuronico nei tessuti connettivi, irrobustendo la struttura dei tessuti stessi e conferendovi elasticità e compattezza,

Courtesy of dott. Vincenzo Varlaro

 

  • interviene come co-fattore nel processo di maturazione del collagene, insieme alla vitamina C e alla vitamina E, facilitando l’idrossilazione della lisina e della prolina (responsabile della struttura del collagene) processo indispensabile che consente la sintesi del collagene,
  • favorisce la cicatrizzazione dei tessuti.

E’ inoltre stato anche dimostrato un incremento dell’acido ialuronico e un incremento dell’attività mitotica (divisione cellulare) proliferativa dei fibroblasti. Con l’attività mitotica viene realizzata la produzione di fibroblasti giovani che producono collagene reticolare.

 

Courtesy of Prof. Vincenzo Varlaro

Ecco perchè il silicio organico, quindi, può essere utilizzato nelle terapie iniettive distrettuali per trattare l’invecchiamento cutaneo perché stimola i fibroblasti a produrre elastina, collagene, acido ialuronico e perché ne stimola l’attività mitotica.

Quali sono gli inestetismi per i quali è indicato il silicio

Il silicio organico iniettabile può essere utilizzato in medicina estetica: 

  • per prevenire e ridurre i segni dell’invecchiamento cutaneo, 
  • dare compattezza alla pelle,
  • trattare le smagliature, 

Alcuni ricercatori, tra cui il professor Vincenzo Varlaro, autore dei più recenti  studi su questa molecola, sostengono  che sia utile anche nel trattamento dell’alopecia, delle tricodistrofie, della psoriasi, della cellulite, dell’obesità.

Il silicio organico induce la produzione di collagene di tipo 1 o di tipo 3?

L’ho scritto in moltissimi articoli, ma  è bene ricordare qual è la differenza tra i prodotti o trattamenti che stimolano collagene reticolare e quelli che stimolano collagene fibrotico:

  • stimolando la produzione di collagene reticolare (quello “buono” giovanile di tipo 3) si ha un  miglioramento delle funzioni biologiche della cute attraverso una stimolazione non solo riparativa, ma soprattutto rigenerativa (rigenerazione dermica). In questo caso non si mira esclusivamente al miglioramento della pelle dal punto di vista estetico, ma alla sua rigenerazione, a cui poi in seconda battuta, seguirà anche un miglioramento estetico
  • stimolando la produzione di collagene cicatriziale fibrotico (di tipo 1),  si otterà solamente un effetto di tipo estetico e non rigenerativo. Trattamento che stimolano tale tipo di collagene si effettuano solitamente su soggetti con pelli mature ed ipotoniche in cui si ha già una presenza notevole di collagene fibrotico e nei quali diventa praticamente impossibile riuscire a stimolare la produzione di quello giovanile (di tipo 1).

Da quello che ho letto mi è sembrato di capire che esistono due visioni differenti rispetto a questo argomento, ossia se il silicio organico, somministrato sotto forma di iniezioni intradermiche, sia in grado di stimolare la produzione di collagene reticolare o fibrotico.

In un articolo del Prof Varlaro pubblicato su Medicina ed Estetica (www.medicinaedestetica.com )a dicembre 2015 egli sostiene che, a seguito di terapia iniettiva con silicio organico,  : “…nel derma con problemi di invecchiamento si ritroverà tutta una generazione di nuovi fibroblasti che producono collagene reticolare di tipo III. Ottimizzare la funzione dei fibroblasti porta anche a una migliore organizzazione strutturale e quindi fisiologica della matrice extracellulare. Sia perché viene favorita la biosintesi dell’acido ialuronico, sia perché i glicosaminoglicani sono legati a proteine a formare i cosiddetti proteoglicani che stabilizzano l’organizzazione molecolare dei polisaccaridi per cui ottimizzare la biosintesi di tali proteine offre un contributo importante alla buona salute del gel polisaccaridico extracellulare”.

Gli studi che il prof. Varlaro indica a supporto delle sue tesi sono:

Di parere opposto il prof. Maurizio Ceccarelli  ( https://www.aephymed.org/home-it-it/pubblicazioni/file/72-full-face-medical-rejuvination-2013-cap-2?tmpl=component  ) ed il prof Fabiano Svolacchia www.docvadis.it/fabiano-svolacchia/document/fabiano-svolacchia/il_silicio_organico_in_medicina_estetica/fr/metadata/files/0/file/IL%20SILICIO%20ORGANICO%20IN%20MEDICINA%20ESTETICA.pdf www.docvadis.it/fabiano-svolacchia/document/fabiano-svolacchia/la_biostimolazione_nocumento_o_beneficio/fr/metadata/files/0/file/La%20biostimolazione%20ed%20i%20suoi%20effetti.pdf) secondo i quali il Silicio organico stimola la produzione di collagene fibrotico di tipo 1.

A supporto di questa tesi essi indicano i seguenti studi:

Join the discussion 6 Comments

  • claudia ha detto:

    mi sembra un’ottima proposta e “naturale”; dati però i costi si potrebbero provare anche integratori a base di silicio organico e collagene di tipo I e III da ingerire per via orale che possano contribuire , se non come questa tecnica, per lo meno in parte a dare effetti analoghi di miglioramento e rigenerazione della pelle? grazie cla

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Claudia. Hai ragione infatti l’abbinata vincente sarebbe quella di, associare il silicio organico iniettabile a quello da assumere per via orale. Quello maggiormente biodisponibile è l’acido ortosilicico, come scrivo nell’articolo. Personalmente prendo Biosil, a base di acido ortosilicico stabilizzato con colina. Effettivamente avrei dovuto scrivere anche questo nell’articolo. Ora lo aggiungo. A presto. Michela

  • daniela daniela ha detto:

    Ciao Michela cara, due anni fa ho preso anche io per circa un mese il silicio (biosil), purtroppo ho dovuto interrompere perché mi procurava tachicardia! Ho riprovato a prenderlo l’anno scorso, stesso effetto dopo circa 4 settimane di assunzione. E’ un vero peccato perché vedevo già la mia pelle veramente migliorata! Avevo anche letto un articolo in inglese di una dottoressa anti age che lo prescrive con ottimi risultati alle sue pazienti. Forse dovrei rivedere dosi e tempi di assunzione, chissà! un caro saluto

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Claudia. Che strano effetto collaterale. Avevi chiesto a qualcuno in proposito? Quante capsule prendevi al giorno? Fammi sapere

  • daniela daniela ha detto:

    Prendevo 6 gocce di quello liquido, tutti i giorni con un pò di succo di frutta. I sintomi sono scomparsi entrambe le volte pochi gg dopo aver smesso l’assunzione, e cercando in rete avevo trovato testimonianze simili. Un vero peccato! Però posso dire che non è una cosa comune a tutti, conosco persone che lo prendono senza problemi

Leave a Reply