Il trucco semipermanente: intervista alla dermopigmentatrice Claudia Ades

Precauzioni da osservare prima e dopo il trattamento, i rischi connessi al trattamento, cosa si può fare per correggere eventuali errori

Quali sono le precauzioni da osservare prima del trattamento?

Nella settimana precedente al trattamento, soprattutto nel caso  di trucco delle labbra, è molto importante  preparare la pelle applicando  un crema emolliente in modo tale da non effettuare il trattamento su labbra screpolate o particolarmente asciutte.

Quali sono le precauzioni da osservare dopo il trattamento?

Dopo il trattamento è necessario:

  • nelle 2/3 ore immediatamente successive non toccare con mie mani sporche  la pelle della zona in cui è stato effettuato il trattamento  per evitare eventuali contaminazioni che potrebbero comportare infezioni
  • applicare in modo delicato e ripetuto un velo di crema lenitiva ed emolliente. Non è consigliabile l’applicazione di uno strato di crema spesso ad impacco che ammorbidirebbe troppo e potrebbe far macerare la pelle.

Si consiglia di  evitare:

  • saune e bagni turchi e tutto ciò che crea eccessivo calore,
  • attività fisica intensa che, aumentando la circolazione sanguigna,  provocherebbe un’accelerazione dell’eliminazione  del pigmento.  Chi vuole  fare attività fisica immediatamente dopo il trattamento  può farlo, consapevole del fatto che potrebbe avere necessità di un ritocco più ravvicinato, 
  • esposizione al sole prolungata,
  • creme troppo agressive,
  • peeling o trattamenti abrasivi.

Dobbiamo avere presente che dopo il trattamento esiterà una crosticina, simile a quella che si presenta dopo una leggera abrasione e che deve cadere in modo spontaneo, senza traumi.

La dermopigmentazione  può essere effettuata in estate?

Se effettuato in modo corretto il trattamento non essendo  invasivo ed essendo molto delicato sulla pelle  può essere effettuato anche in estate.

Sarà necessario comunque, per alcuni giorni, applicare la protezione totale nelle zone sottoposte a trattamento e non esporsi volontariamente al sole

L’esposizione al sole non provoca un’alterazione del colore applicato, soprattutto se i pigmenti sono di buona qualità,  ma su pelle irritata  potrebbe provocare una scottatura  che potrebbe poi comportare piccole cicatrici.

Dopo il trattamento si può utilizzare il trucco?

Se si utilizzano i trucchi minerali è possibile truccarsi anche immediatamente dopo.

Nel caso in cui il trattamento riguardi:

  • le labbra è preferibile attendere almeno un paio  di giorni dopo il trattamento prima di applicare  il rossetto.  Solitamente proprio per chi non vuole rimanere senza colore preparo un lucidalabbra mescolando un pò di crema lenitiva con il colore che è stato usato per effettuare il trattamento da applicare con un Cotton fiocc,
  • le sopracciglia non ci sono particolari problemi: consiglio semplicemente di togliere l’eccesso di fondotinta con un Cotton fiocc imbevuto di acqua,
  • l’eye-liner il problema può sorgere non tanto con l’applicazione del mascara, ma con la sua rimozione che non deve essere effettuata sfregando in modo eccessivo. Consiglio quindi, nei giorni immediatamente successivi al trattamento, di utilizzare un mascara che si può togliere con l’acqua e applicarlo solo sulle punte.

Si tratta di precauzioni che è meglio osservare, anche se in realtà,   già dopo 2/3 ore, i “buchini” creati sulla pelle dalla dermopigmentazione,  sono già chiusi, quindi, in linea di massima, non dovrebbero esserci problemi, soprattutto se si utilizzano trucchi puliti.

Quali sono i rischi connessi al trucco semipermanente?

I rischi a cui si può andare incontro con il trucco semipermante sono legati essenzialmente:

  • alla mancanza d’igiene e di sterilità dell’ambiente e dei prodotti che possono comportare infezioni, 
  • alla maggiore o minore presenza di rischi che può presentare la zona  in cui si sta effettuando il trucco semipermanente . Ad esempio, nell’infoltimento infracigliare, non si può arrivare:
    • troppo vicini all’angolo interno dell’occhio: si rischierebbe, infatti, di ledere  la ghiandola  lacrimale cosa che potrebbe comportare  gravi conseguenze  
    • troppo al di fuori dell’angolo esterno dell’occhio perché si rischierebbe  una migrazione del colore.

Inoltre, se in zone a rischio come l’occhio, con  pelle molto sottile,  utilizzassi pigmenti di bassa qualità ed imprimessi all’ago una forza eccessiva, la migrazione del colore (il colore si sposta e crea una macchia o un’ombra) sarebbe quasi certa.

Quando si verificano problematiche di questo tipo cosa si può fare? E’ possibile correggere l’errore?

Chiaramente anche per la correzione è molto importante a che ci si affida. A volte, per correggere macchie o aloni scuri generati da migrazioni di colore, vengono utilizzati pigmenti chiari color pelle che possono far virare il colore scuro, nero/blu dell’eyeliner,  all’azzurro.  E’ quindi di fondamentale importanza capire come reagiscono i colori. Tra l’altro, nel caso in cui venga utilizzato il color pelle per coprire una macchia scura,  è bene far presente che quella zona, in futuro, non si abbronzerà. 

 

Join the discussion One Comment

Rispondi