Botox off-label: efficacia e rischi

Introduzione

Lo scorso week end ho partecipato ad un congresso di medicina estetica, organizzato dalla FIME  (Federazione Italiana Medici Estetici), incentrato sui trattamenti applicabili al  terzo inferiore del volto e del collo.

Le relazioni sono state tutte molto interessanti. Alcune hanno introdotto qualche novità, almeno per me, delle quali voglio riferire.

Comincerei dai trattamenti Botox off-label (fuori indicazione vedi sotto) dei quali avevo già accennato in alcuni articoli (La Tossina Botulinica (Botox) ,I TRATTAMENTI MEDICO ESTETICI PER LA BELLEZZA DEL COLLO , I TRATTAMENTI DI MEDICINA ESTETICA PER LA BELLEZZA DELLE LABBRA

Nel mondo della medicina estetica,  originariamente, la parte superiore del volto (rughe dinamiche: glabellari,  della fronte, perioculari) veniva classicamente trattata con la tossina botulinica mentre  la parte inferiore (cosiddetto terzo medio inferiore) era appannaggio esclusivo dell’acido ialuronico.

Invece ….

Invece oggi è possibile trattare anche la parte inferiore del viso, dallo zigomo in giù, utilizzando la tossina botulinica, se pur in modalità off-label,  come trattamento unico o in sinergia con l’acido ialuronico.

Al congresso i medici intervenuti, tutti esperti in trattamenti di questo tipo, hanno messo in evidenza l’efficacia di tali procedure e gli eventuali rischi connessi.

Prima però vediamo di riassumere cosa è e a cosa serve la tossina botulinica e se esiste una tossina, tra quelle approvate ed utilizzabili, migliore e più duratura dell’altra.

Join the discussion 7 Comments

  • Roberta ha detto:

    Ciao Michela i miei complimenti per il tuo blog che è fonte di vera informazione sul mondo della bellezza estetica , e grazie per tenermi informata sempre su tutte le novità nel settore ! Ti seguo con grande interesse . ROBERTA

    • Faceboost ha detto:

      Grazie Roberta. Mi fa molto piacere che tu ritenga questo blog fonte di vera e, aggiungerei, di corretta informazione. Io ce la metto tutta per rimanere aggiornata il più possibile. Alla prossima. Michela

  • Roberta D'Emilio ha detto:

    Salve Michela, sono un medico estetico che pratica regolarmente il botulino full face sia estetico che funzionale (emtparesi facciale, brusimmo con ipertrofia masseteri, ptosi palpebrale) e sono capitata sul tuo blog per caso cercando notizie sullo zinco pre botulino suggeritomi da una mia nuova paziente che si accingeva a sottoporsi ad un trattamento.
    Sono piacevolmente colpita dalle tue analisi in campo medico estetico e dall’attenzione che poni a tutte le sfaccettature delle varie procedure. In particolare mi fa piacere trovare notizie sul botulino full face visto che è per me un trattamento irrinunciabile per una riarmonizzazione delicata ed assolutamente personalizzata del viso sia nelle donne che negli uomini. Inoltre colgo l’occasione per dire che sul botulino è uno dei farmaci più longevi in medicina estetica e non e che la demonizzazione che se ne è fatta è stata per lo più dovuta alla cattiva informazione.
    Concludo ringraziandoti del tuo capillare e preciso lavoro di informazione e non mancherò di consigliare alle mie pazienti il tuo blog come fonte di ulteriori notizie sui vari trattamenti.
    A presto Roberta

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Roberta è un piacere ricevere complimenti e consenso da un’esperta del settore. Il tuo giudizio vale doppio!! Come avrai potuto notare anche io sono una paziente affezionata al trattamento con tossina botulinica. Per vari motivi, tra cui la sicurezza e l’efficacia. E concordo sulla demonizzazione che è stata fatta in gran parte per disinformazione. Disinformazione che ahimè è poi stata trasferita sui pazienti che ancora oggi rifuggono da un trattamento che, se ben fatto, “non tradisce mai”. Inoltre, anche se capisco che non si può chiedere al tacchino di anticipare il Natale, posso dirti che Zytaze (il prodotto a base di zinco che prolunga l’efficacia del botox) su di me ha dato buoni risultati. Lo hai per caso consigliato alle tue pazienti? come si sono trovate? Ho visto che sei di Roma. Nel prossimo week end sarò al congresso della SIME se sarai presente potremmo assolutamente incontrarci. Mi farebbe piacere conoscerti. A presto. Michela

  • Martina ha detto:

    Michela il tuo blog è meraviglioso, grazie per i tuoi articoli e le tue esperienze di prima mano, grazie per tutte le informazioni e le novità, ti ho scoperta per caso e non ti abbandonerò più .

    Il Botox è l’unico trattamento che mi concedo ormai da 10 anni e ne sono perdutamente innamorata, ho notato però che gli ultimi trattamento durano sempre meno anche se il mio dottore utilizza sempre lo stesso prodotto.
    Ora leggo di Zytaze e penso che lo prenderò in considerazione per il prossimo trattamento.
    Grazie per queste info preziose

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Martina. Grazie per i complimenti. Oltre a Zytaze, chiedi al tuo dottore di alternare le varie tossine tra loro. Ad esempio se hai sempre utilizzato Botox potresti iniziare ad utilizzare Azzalure per un paio di volte o viceversa. E poi ritornare al Botox, e così via. Su di me questo funziona E’ vero che gli ultimi studi scientifici sostengono che le tossine sono tutte uguali, ma secondo me non è vero. Bocotoure per esempio dura pochissimo e lo sostengono anche i medici che lo utilizzano. E Zytaze ordinalo per tempo perchè ci mette un pò ad arrivare. Poi sappimi dire se ha funzionato. Spero di essere stata chiara. Altrimenti chiedi pure. A presto

  • Martina ha detto:

    Michela grazie per la risposta che mi ha aperto gli occhi
    Sono andata a cercare i talloncini che mi aveva rilasciato il medico dopo il botox, indovina? Bocouture, avevo ragione a dire che durava meno.

    Ne avevo parlato con lui e mi aveva assicurato che la durata era uguale, avevo letto in giro la stessa cosa perciò mi ero convinta di essere io il problema.

    Non ricordo cosa mi iniettava prima forse Vistabex, ma è passato troppo tempo e non ho più i talloncini.

    Grazie ancora per il tuo parere che ha confermato i miei dubbi, a presto.

Leave a Reply