Oliviero Toscani vuole te. Selezioni per una mostra del maestro della fotografia sul tema della chirurgia estetica come sfida alla natura

Oliviero Toscani, noto fotografo italiano, conosciuto in tutto il mondo per le sue campagne pubblicitarie su temi importanti di attualità, vorrebbe organizzare una mostra e raccontare la storia delle donne che sfidano la natura attraverso la chirurgia estetica. Che si oppongono al tempo e lo vogliono fermare. Che credono nel fatto che corpo e anima non siano cose così diverse e che il corpo sia una nostra espressione di bellezza su cui possiamo agire.

Foto: Remo Di Gennaro

La sua intenzione è come sempre aderente alla realtà: Oliviero vuole fotografare la gente. Basti pensare a un servizio mondiale come quello di Razza umana. Ed il maestro, anche questa volta, vuole fotografare non modelle, ma persone comuni che utilizzano e si servono della chirurgia per piacersi di più e per “stare bene” con e nel proprio corpo.

Lui vuole “noi”, che parliamo e raccontiamo di come siamo, di cosa desideriamo, dei nostri sogni attraverso i nostri sguardi. Perché i nostri corpi, i nostri visi, i nostri occhi, le nostre labbra  parlano.

Non importa l’età né il risultato degli interventi. Importa il nostro obiettivo ed il fatto di essere riuscite a realizzarlo.

Oliviero – e io – vi invitiamo ad aderire a questa iniziativa: farsi fotografare e partecipare  a una mostra su questo tema.

Io sono stata la prima ad accogliere l’invito.Fatelo anche voi.

Fermeremo il tempo con uno scatto.

Siamo, in fin dei conti, delle pioniere di un sogno, coraggiose, ambiziose, audaci.

Sarà entusiasmante dimostrare e mostrare che non c’è niente di svilente né di cui vergognarci nel cercare di apparire più belle.

Di seguito la lettera che mi ha inviato Oliviero e che voglio condividere con voi affinché sia chiaro l’intento e  l’obiettivo della sua opera.

“Cara…,

    ciascuno di noi ha difficoltà a convivere con il proprio corpo ma pochi hanno il coraggio di manometterlo, di cercare nel falso un rifugio e un antidoto al veleno del vero.

      Donne e uomini, giovani e vecchi, siamo tutti come te, milioni di Pinocchio in cerca di un Geppetto che ci tolga i nei e le macchie di vecchiaia, che rimodelli mani e glutei, nasi e labbra. Ebbene, è inutile negare che questa domanda di bellezza, questo bisogno, legittimo e diffuso, di cambiare se stessi, ha dei rischi. Vale la pena correrli?

    Tutti capiscono che il narcisismo può essere amore, anche nella forma della chirurgia estetica, ma pochi sanno cosa significa fare investimenti narcisistici sul proprio corpo, truccarlo, tatuarlo, manipolarlo senza ritorno.  C’è  un limite che non bisogna superare?

     E perché l’umanità che abbatte montagne, costruisce canali, disegna autostrade, irriga deserti, prosciuga paludi, interra porti, desertica foreste e scala il cielo, non deve spianare anche le rughe,  riempire o svuotare un seno,  rimodellare i corpi?

    Cara…., l’occhio è molto più veloce e diretto dell’intelligenza e la gente ormai si fida solo di quello che vede. Permettimi di fotografarti, di narrare la tua avventura, di fermare nelle immagini la manipolazione di se stessi. Solo davanti alla verità delle foto spariscono i ragionamenti, non c’è più bibliografia, non ci sono più dibattiti e non valgono più i distinguo. Tu puoi mostrarci dove porta l’ambizione, che tutti coltiviamo, di sostituirci alla natura”.

Oliviero Toscani

Scrivetemi i vostri dati e mandatemi un vostro recente ritratto, anche scattato con un semplice smart phone, al mio indirizzo mail. Sarà mia cura farlo pervenire esclusivamente ad Oliviero che si occuperà della selezione.

Rispondi