Il Lipogems: rigenerarsi con il grasso

Quali sono i pazienti per cui è indicato il Lipogems, a quale età si può essere sottoposti al trattamento, effetti collaterali e complicanze del trattamento

Quali sono i pazienti per cui è indicato il Lipogems

Possono sottoporsi al trattamento Lipogems tutti quei pazienti che presentino una o più problematiche tra quelle appena descritte.

Nel caso in cui il Lipogems venga effettuato sul viso con finalità puramente estetiche i candidati più idonei sono uomini e donne che presentano inestetismi legati alla presenza di rughe, accompagnati da mancanza di volume, in particolare nella regione periorbitale e nelle guance, a cui si può associare una mancata  definizione del profilo mandibolare o del mento.

A livello delle labbra e della regione zigomatica l’aumento volumetrico effettuato mediante tale metodica rappresenta una valida alternativa ai filler con materiali riassorbibili ottenendo un risultato più stabile e naturale.

A quale età si può essere sottoposti a Lipogems

Non esistono limiti di età in quanto i periciti sono presenti anche negli anziani. Diciamo che in linea generale si possono sottoporre  a trattamento Lipogems i pazienti che hanno un’età compresa tra i 20 e i 60 anni, ma tale metodica viene eseguita con successo anche su persone tra i 60 e gli 80 anni. Nei pazienti più anziani gli effetti sono particolarmente evidenti. 

Quanto tempo dura il trattamento

La durata di un intervento di solito è compresa fra i trenta minuti e un’ora, in relazione al numero e all’estensione delle zone da trattare.

Quali sono le sensazioni che si avvertono durante il trattamento

Il trattamento non è doloroso dal momento che viene praticata una leggera sedazione a cui si aggiunge un’anestesia locale con lidocaina nei punti di accesso delle cannule. Il momento leggermente più doloroso è relativo all’infiltrazione del Lipogems nelle articolazioni, che andrebbe eseguito sempre sotto guida ecografica per garantire una maggiore precisione.

Quali sono gli effetti collaterali e le complicanze del trattamento

Il lipofilling con tecnica Lipogems è una procedura, sicura e minimamente invasiva.

Gli effetti collaterali conseguenti al trattamento riguardano:

  • l’eventuale presenza di ematomi sia nella zona di prelievo che in quella in cui il Lipogems  viene  trasferito;
  • nel caso in cui il Lipogems venga infiltrato nelle articolazioni può permanere un dolore anche acuto per un massimo di 24 ore,
  • modesto gonfiore sia nella zona di prelievo del grasso sia nella zona di infiltrazione del Lipogems,
  • indolenzimento di tre /quattro giorni nella zona di prelievo del grasso.

Le rare complicanze quali infezioni o sanguinamento   possono essere facilmente risolte solo se l’intervento è eseguito da uno specialista in chirurgia plastica all’interno di strutture certificate e autorizzate.

Gli esiti cicatriziali sono inesistenti. Le cannule utilizzate per il prelievo sono talmente sottili che il piccolo foro che viene a formarsi non necessita neppure di punti di sutura.

Rispondi