Il Lipogems: rigenerarsi con il grasso

Come avviene il trattamento, quali sono i campi di applicazione del Lipogems, quante sedute sono necessarie

Come avviene il trattamento

Il trattamento Lipogems è ben visibile nel video pubblicato.

Si tratta di una metodica chirurgica minimamente invasiva che avviene in regime ambulatoriale se effettuata in anestesia locale o in day-hospital nel caso  di un’eventuale sedazione.

Nella prima parte del trattamento viene effettuata la lipoaspirazione dalle zone del corpo individuate per la raccolta del grasso, che prevede due fasi: infiltrazione e aspirazione.

Nella fase di infiltrazione, viene iniettata una soluzione salina contenente adrenalina con una sottile cannula smussa monouso appositamente progettata. La vasocostrizione, assieme alla punta smussa della cannula, evita qualsiasi accidentale iniezione intravascolare e facilita la lipoaspirazione successiva. A questa soluzione si può aggiungere anche lidocaina per fornire anche un’anestesia locale aggiuntiva alla sedazione.

La soluzione salina da infiltrare

La procedura di aspirazione viene eseguita manualmente con una siringa da 10cc connessa a una cannula apposittamente progettata connessa ad una speciale siringa.

La cannula con fori ovali appositamente progettata

Una volta effettuata l’aspirazione del grasso si procede  alla sua processazione.

Il lipoaspirato raccolto può essere progressivamente inserito nel dispositivo Lipogems, precedentemente riempito con soluzione salina, per essere processato. Il dispositivo Lipogems è costituito:

  • da un cilindro in materiale plastico trasparente,
  • dai filtri,
  • dalle sfere per la microfratturazione del tessuto adiposo.

I filtri dispongono di connessioni per collegare, in modo facile e sicuro, le siringhe contenenti lipoaspirato e quelle per il prelievo del tessuto processato.

Al cilindro sono collegati i tubi per garantire il costante afflusso di soluzione fisiologica e l’eliminazione dei prodotti di scarto.

Il dispositivo Lipogems

Mediante  il  dispositivo si  riducono progressivamente le dimensioni dei cluster di tessuto adiposo prelevato (diametro di 1 – 3,5 mm) a cluster di 0,2 – 0,8 mm e si eliminano le sostanze oleose e residui di sangue. Questa procedura avviene in un sistema ad immersione con flusso di soluzione fisiologica, evitando qualsiasi azione traumatica sui prodotti cellulari.

La prima riduzione della dimensione dei cluster è ottenuta inserendo il tessuto adiposo aspirato nel device (bussolotto) attraverso il primo filtro, consentendo alla corrispondente quantità di soluzione fisiologica di uscire verso la sacca dei rifiuti oleosi. Quando la quantità desiderata di lipoaspirato è stata introdotta nel dispositivo questo viene agitato, e grazie alla presenza di 5 biglie d’acciaio inossidabile, il lipoaspirato viene emulsionato e i residui oleosi vengono successivamente rimossi insieme alle componenti di sangue, mentre i cluster di adipociti ridotti e lavati.

Dopo circa un minuto, quando la soluzione salina, all’interno del device Lipogems, appare chiara e pulita e il lipoaspirato completamente giallo, il flusso di soluzione fisiologica viene interrotto. La seconda riduzione dei cluster viene ottenuta facendo passare il lipoaspirato ”lavato” attraverso un secondo filtro a maglie più strette. Il prodotto finale Lipogems viene poi raccolto in siringhe da 10 cc collegate all’apertura superiore del dispositivo e quindi pronto per l’applicazione desiderata. 

Il Lipogems ottenuto viene poi infiltrato con la tecnica a micro tunnel nella zone da sottoporre a rivitalizzazione o che necessitano di aumenti volumetrici mediante l’utilizzo di cannule sottili (21G) a punta smussa in modo tale da rendere minimo l’effetto traumatico. Tale effetto traumatico è minimizzata anche da altri due fattori:

  • la minima dimensione dei cluster adiposi (il prodotto ha  una consistenza simile a quella di un  filler) che consente un numero minimo di passaggi,
  • il Lipogems inizia immediatamente a liberare fattori antinfiammatori.

Nelle zone di prelievo viene applicata una medicazione elasto-compressiva con gommapiuma che permette di ridurre al minimo la comparsa di ematomi e gonfiore.,

Quali sono i campi di applicazione del Lipogems

La tecnica Lipogems può essere utilizzata:

  • in campo estetico per la rigenerazione cutanea del viso e del décolleté, sia per migliorare globalmente  la qualità della pelle, sia per attenuare le rughe e ripristinare i volumi del viso;
  • per il ringiovanimento delle mani,
  • per il rimodellamento dei glutei,
  • in campo ortopedico in caso di artrosi, tendinopatie, problemi articolari. Le principali indicazioni ortopediche al trattamento rigenerativo con Lipogems sono i processi degenerativi su base artrosica a carico delle cartilagini articolari (condropatia degenerativa), la degenerazione e/o lesioni infiammatorie a carico dei menischi e di tutte le strutture tendinee e legamentose peri-articolari, che causano dolore e limitazione della funzionalità articolare,
  • in campo ginecologico: per il ringiovanimento vaginale e nei casi di atrofia vaginale post menopausa o post chemioterapia,
  • in alcune patologie come la sclerodermia,
  • per ridurre gli esiti da radioterapia, 
  • per migliorare cicatrici da ustioni, traumi o interventi chirurgici,
  • nel caso di ulcere cutanee.

Quante sedute sono necessarie

Ho appena sottolineato che il procedimento di lipoaspirazione, processazione e trasferimento del tessuto adiposo avviene contemporaneamente in un’unica seduta, sufficiente solitamente al raggiungimento del  risultato desiderato.

Il trattamento è comunque ripetibile più volte in caso di parziale riassorbimento del grasso impiantato o nel caso si desideri un ulteriore rigenerazione.  Anzi a volte si preferisce  iniziare il trattamento di reinnesto con una quantità minore di volume rispetto a quello desiderato. È quindi prevedibile un secondo o un terzo trattamento, in particolare in caso di estrema atrofia dei tessuti quando la quantità  che è possibile introdurre è fin dall’inizio molto limitata.

Leave a Reply