Nithya: il collagene iniettabile

Cosa è Nithya, a cosa serve, come agisce

Cosa è Nithya

Nithya è collagene iniettabile. E’ una polvere, da diluire con acqua fisiologica, costituita da microparticelle micronizzate di collagene eterologo di tipo I, prodotte con una tecnologia che non modifica  la struttura nativa (originaria) della proteina. Queste particelle, definite biomimetiche, stimolano i fibroblasti a produrre collagene endogeno di tipo III.

A cosa serve Nithya

Nithya svolge un’azione bioristrutturante naturale all’interno della cute.

Nithya, stimolando la produzione di collagene, contribuisce a contrastare il fenomeno dell’invecchiamento, aiutando a mantenere la compattezza e la tonicità della pelle

Come agisce Nithya

Una volta iniettato sottocute nelle zone ipotoniche di viso e/o corpo, Nithya è in grado di stimolare la produzione di collagene comportando la rigenerazione del tessuto connettivo dermico ed ipodermico attraverso un meccanismo di stimolazione fibroblastica e neocollagenesi.

Infatti, il collagene di tipo I esercita un’azione meccanica sui fibroblasti che  a loro volta vengono stimolati a produrre nuova ECM e quindi nuovo collagene, elastina e glicosamminoglicani endogeni (sostanza fondamentale del tessuto connettivo, la cui funzione consiste nel regolare la quantità di acqua presente nella cute contribuendo al mantenimento del trofismo, dell’idratazione e dell’elasticità della cute stessa).

Questo processo ha come conseguenza il mantenimento dell’integrità strutturale e funzionale dei tessuti. Si parla infatti  di biorigenerazione dermoconnettivale, poichè, l’attività svolta dal collagene Nithya, riproduce esattamente il processo di rigenerazione della matrice extracellulare

Le differenze tra il collagene di tipo I e di tipo III

Il collagene di tipo 3 o reticolare è quello quello “buono”, giovanile (vedi articolo La Biorivitalizzazione con Skin R) Stimolare la produzione di questo tipo di collagene significa migliorare le funzioni biologiche della cute attraverso una stimolazione non solo riparativa, ma soprattutto rigenerativa (rigenerazione dermica). In questo caso non si mira esclusivamente al miglioramento della pelle dal punto di vista estetico, ma alla sua rigenerazione, a cui poi in seconda battuta, seguirà anche un miglioramento estetico.

Il collagene di tipo I è quello cicatriziale, fibrotico.  Stimolando  la produzione di questo tipo di collagene si avrà solamente un effetto di tipo estetico e non rigenerativo. 

Join the discussion 6 Comments

  • Rita piva ha detto:

    Io ho fatto il trattamento con il collagene iniettato sia su viso, collo e decolte, che sull’interno cosce e braccia e l’ ho fatto in estate. Ho avuto dopo qualche ora i famosi ponfi che sono durati fino a tutto il giorno dopo. Poi più nulla. Quindi credo che la reazione allergica sia soggettiva.

    • Faceboost ha detto:

      Grazie Rita. Sono contenta che tu abbia avuto questa esperienza positiva. Questo mi spinge a riprovare. E quali risultati hai avuto ? Il trattamento funziona? Grazie mille. A presto Michela

  • dany ha detto:

    Io ho fatto il Linerase, credo sia la stessa cosa. Non ho avuto reazioni allergiche, e i ponfetti si sono dissolti nel giro di qualche ora. Solo una volta, vicino all’occhio, mi si è formato un piccolo ematoma che si è risolto dopo tre giorni. Dopo tre sedute ho visto un bel miglioramento, viso più sodo e rughe meno evidenti

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Dany. S^ Linerase è sempre collagene di derivazione equina. Bene sono proprio contenta che il trattamento sia andato bene e che abbia dato risultati. Siete già in due che mi date questa bella notizia. A questo punto riproverò anche io. Grazie. Michela

  • Salve, sono medico estetico e le riporto la mia esperienza clinica con Linerase, prodotto similare. Effettivamente il trattamento può causare una reazione irritativa, con la formazione di pomfi a volte dolenti ma più spesso solo arrossati, che però di solito non permangono per più di 24h. Per questo motivo è raccomandabile non eseguire iniezioni troppo ravvicinate (come vedo dalle foto) ma lasciare anche 2,3cm tra un sito di iniezione e l’altro (soprattutto in viso) ed effettuare una maschera lenitiva (nel caso di Linerase è compresa) in studio. Il protocollo prevede tre trattamenti a distanza di 15 giorni (alle volte abbiamo atteso anche 21 giorni) e devo dire che in tutte le pazienti la seconda e la terza volta la reazione è stata notevolmente meno intensa, un può come se la pelle fosse preparata a ricevere il successivo trattamento. In tutti i casi abbiamo notato un significativo miglioramento della tonicità e della texture cutanee a partire però dal 21esimo giorno dopo la prima seduta, con picchi alla fine del protocollo. Insomma bisogna avere un pò di pazienza. Sono curiosa di approfondire le mie conoscenze ed eventualmente provare anche questo prodotto, non avendone esperienza diretta.
    Saluti

    • Faceboost ha detto:

      Dottoressa buonasera. La ringrazio per la sua precisazione. Il problema nel mio caso non è stato tanto relativo al dolore patito, che peraltro io sopporto benissimo, ma soprattutto alle macchie sulla pelle, che ho definito pois, che sono rimaste per quasi tre settimane. Macchie che all’inizio erano solo rosse, ma che nei giorni successivi erano diventate scure proprio come se si stessero trasformando in macchie. Ecco perchè non ho proseguito nel trattamento. Che peraltro in molte, anche sul blog, considerano efficace. Effettivamente mi piacerebbe provare Linerase per verificare se la mia pelle abbia la stessa reazione. La ringrazio ancora. Saluti. A presto.

Rispondi