Radiesse: il filler per il ringiovanimento delle mani e del viso

Radiesse: numero di sedute, precauzioni da osservare prima e dopo il trattamento, effetti collaterali e complicanze, costi

Quante sedute sono necessarie

Il numero delle sedute dipende molto:

  • dall’inestetismo da trattare,
  • dai risultati che si desidera conseguire, 
  • dalla condizione di partenza del paziente.

Una seduta generalmente è sufficiente, ma visi particolarmente svuotati e con lassità accentuata potrebbero richiedere  qualche seduta in più. 

Quali sono le precauzioni da osservare prima del trattamento

Sono le stesse da osservare prima di sottoporsi ad un qualunque trattamento iniettivo e consistono essenzialmente nell’evitare l’assunzione di farmaci anticoagulanti e antinfiammatori  (aspirina, ibuprofene, ketoprofene, etc.) ni 5 giorni  precedenti al trattamento per evitare la formazione di ematomi. 

Quali sono i tempi di recupero dopo il trattamento con Radiesse

Radiesse è un filler e, come tutti i trattamenti con i fillers, non necessita di tempi di recupero. Successivamente al trattamento è possibile riprendere immediatamente le proprie attività quotidiane, osservando semplicemente alcune precauzioni sotto elencate.

Effetti collaterali derivanti dall’utilizzo del Radiesse

 Gli effetti collaterali derivanti dall’utilizzo del Radiesse sono analoghi a quelli che si riscontrano dopo l’utilizzo di un qualunque filler e possono essere:

  • un leggero fastidio al momento dell’iniezione,
  • un lieve indolenzimento della zona trattata per un paio di ore dopo il trattamento ,
  • un lieve rossore,
  • piccoli ematomi,  rari se l’impianto viene effettuato con la cannula.

Quali possono essere la complicanze conseguenti all’utilizzo del Radiesse

Il rischio di complicanze gravi è molto basso.

La letteratura scientifica riporta la comparsa di noduli cutanei visibili, che tuttavia sono da attribuirsi ad una tecnica scorretta di infiltrazione, ossia troppo superficiale.

Tali noduli, qualora si formassero, possono essere facilmente ridotti mediante energici massaggi ripetuti. A volte se pur raramente possono rendersi necessarie soluzioni più aggressive, come:

  • la rimozione chirurgica,
  • le infiltrazioni di cortisonici.

Non vi è invece evidenza di formazione di granulomi conseguenti all’utilizzo del Radiesse.

Quali sono le precauzioni da osservare dopo il trattamento con Radiesse

Dopo il trattamento con Radiesse è consigliabile:

  • non esporsi al sole diretto e proteggersi con un adeguato schermo almeno nei 3/4 giorni  dopo il trattamento per evitare , l’acuirsi di eventuali  reazioni infiammatorie, se presenti, e per ridurre il rischio della formazione di macchie in caso di ematomi,
  • per almeno 24 ore e fino a quando sia presente rossore, evitare bagno turco, solarium, saune, attività fisica intensa,
  • per 24 ore dopo il trattamento evitare di massaggiare la zona e  di applicare il trucco.

Quali sono i casi in cui il trattamento con Radiesse è controindicato

Non possono essere sottoposti al trattamento i pazienti:

  • che presentano allergie accertate nei confronti di qualunque componente del prodotto o con allergie multiple e severe;
  • in terapia con antiaggreganti o anticoagulanti per il rischio aumentato di ematomi;
  • in stato di gravidanza o  allattamento;
  • con infezioni in atto in sede di infiltrazione del prodotto. 

I costi del Radiesse

Una fiala di Radiesse ha un costo di circa 500/600 euro.

Pagine: 1 2 3 4 5

Join the discussion 12 Comments

  • Luigi ha detto:

    Ciao Michela e per prima cosa grazie per il tuo sito ricchissimo di informazioni per i vari trattamenti…è stato utilissimo per me…ora riguardo al Radiesse vorrei chiederti è possibile farlo con il.botox o bisogna farlo separatamente? Grazie un abbraccio

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Luigi. Grazie per i complimenti. Allora il radiesse, come del resto lo ialuronico, si può effettuarli nella stessa sessione del Botox, ma solo se vengono trattate zone diverse del volto. Ad esempio Botox nella fronte e Radiesse nella mandibola. Grazie a te. A presto.

  • Laura ha detto:

    Ciao Michela 🙂 Io sono una fan di Radiesse, a gennaio farò il terzo trattamento per risollevare i contorni del viso ed accentuare gli zigomi. L’aspetto é decisamente naturale, nessun livido (la manina del mio chirurgo, KOL per il metodo in Italia). Inoltre la struttura della pelle è decisamente migliorata nel tempo. Trovo una netta differenza con lo ialuronico, sia per risultato sia per la durata del trattamento. A gennaio credo che farò anche il Botox sulla fronte, nella ruga centrale tra gli occhi diciamo. Non vedo l’ora 🙂

    • Faceboost ha detto:

      Benissimo Laura. Anche a me il radiesse piace come effetto. Iperdiluito, tra l’altro, è un ottimo biostimolante e migliora molta la texture della pelle e la microrugosità. Certo va saputo utilizzare bene altrimenti può creare più problemi di uno ialuronico. Per il botox fai benissimo. Io sono una sua fautrice. Fosse possibile lo farei ovunque. E’ sicuro, rapido, efficace, non ha effetti collaterali. Ha un unico difetto: dura troppo poco. A presto

  • Laura ha detto:

    Quanto dura più o meno il botox?

  • maria Aurelia lucchese ha detto:

    Anch’io mi sono sottoposta a radiesse per volumizzare il viso in quanto non ero una buona candidata per il lipofilling e, devo dire che il risultato mi piace tanto, anche se molti medici demonizzano il Radiesse in quanto porta alla produzione di collagene di tipo 1, anelastico e che viene prodotto dalla pelle delle persone anziane. Mi chiedevo se è vero che i risultati di Radiesse sono più duraturi dello ialuronico (circa 12 – 18 mesi) e se la ginnastica facciale che pratico quotidianamente, possa accelerarne il riassorbimento, così come mi è successo con i filler a base di ac. ialuronico. Grazie.

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Aurelia tutti i filler portano alla produzione di collagene di tipo 1. Forse il radiesse più dello ialuronico. Peraltro, se non si esagera non ci sono particolari problemi di fibrosi, che peraltro è l’unica che consente di ottenere retrazione cutanea. A me non sembra che il radiesse abbia una durata più lunga dello ialuronico. Se mai, essendo maggiore la fibrosi che produce, si può avere la sensazione che il prodotto duri di più. La ginnastica facciale potrebbe far riassorbire più velocemente anche il radiesse, non solo lo ialuronico. In ogni caso, visto che hai fatto la domanda alla dottoressa Beltrami, vediamo cosa risponde lei. Sicuramente più titolata di me. A presto

  • Aurelia ha detto:

    Grazie mille.

  • Maria ha detto:

    buonasera anch io vorrei sottopormi a radiasse per ridefinizione contorno mandibola e marionette ho letto di persone che hanno avuto problemi di costi nelle vicinanze degli occhi è possibile? e ora leggo fibrosi potreste spiegarmi in che senso ora mi stanno venendo in sacco di paure grazie

    • Faceboost ha detto:

      Il radiesse se utilizzato bene e se sussiste l’indicazione è molto efficace per la ridefinizione del contorno mandibolare. Per quanto riguarda la fibrosi, il trattamento stimola collagene fibrotico, che non è il male assoluto. Anzi permette la retrazione cutanea e soprattutto dopo una certa età è l’unico che puo essere stimolato se si vuole ottenere un risultato estetico visibile. Del resto la maggior parte di questi trattamenti stimola collagene fibrotico. Tu quanti anni hai?

Leave a Reply