Gruppi etnici ed invecchiamento. Chi sono i più fortunati?

By 19 agosto 2017La cura del viso

Dalla teoria alla pratica

Dai risultati dello studio, l’azienda Olay (www.olay.com), ha realizzato prodotti mirati e consigliati:

  • per fascia di età, prendendo in considerazione quali sono gli effetti del processo di invecchiamento cellulare sulla nostra pelle nelle varie decadi della vita che (aihmè, vi dò questa triste notizia!) inizia dai vent’anni in poi;
  • per etnia.

Pagina web di Olay in cui si illustra lo skincare più adatto per ogni etnia

Pagina web di Olay in cui si illustra quali sono gli effetti del processo di invecchiamento cellulare sulla nostra pelle nelle varie decadi della vita

 

La mia opinione su questo studio

Da quello che ho letto mi sembra di capire che, oltre al fatto che appartenere alla razza caucasica sia una grande fregatura (anche la cellulite è una nostra prerogativa!), sembra che l’unico modo per noi “bianchi” di prevenire l’invecchiamento o comunque rallentarlo e non incorre in gravi malattie della pelle (e quindi non si tratta solo di un fatto solo estetico, ma di salute!), sia quello di:

  • proteggersi sempre e tanto dal sole in estate ed inverno,
  • utilizzare, per la nostra beauty routine quotidiana,  a seconda della decade in cui ci troviamo, prodotti contenenti retinoidi, antiossidanti e/o fattori di crescita che contrastano l’invecchiamento cellulare.

E soprattutto iniziare presto a farlo, senza aspettare di vedere le prime macchie o le prime rughe. Quando il danno è fatto cercare di recuperare diventa difficile. Si tratta, tra l’altro, di  raccomandazioni suggerite già in altri articoli (vedi Operazione tintarella, Il sole amico delle donne) e che anche la Dottoressa Libone, nell’articolo Il trattamento Dermamelan: intervista alla dottoressa Carla Libone, ha sottolineato.

Una precisazione. In tutto l’articolo ho sempre parlato di foto-protezione e mai di astenersi dal sole.  Il sole infatti è salutare (non a caso si parla di elioterapia), stimola la produzione di vitamina D, è un antidepressivo naturale.

La parola d’ordine, dunque, è  sole sì, ma con moderazione, proteggendosi SEMPRE ed evitando le ore più calde.

Certo ragazze che guardando l’immagine di Naomi Campbell, (appena!!!!) 47enne, non si può che dare ragione ai risultati della ricerca……

Naomi Campbell

Rispondi