Capelli sottili e sfibrati. L’hair stylist Adriana Serretti consiglia

La mia esperienza

Il Trattamento da me utilizzato e sul quale posso esprimere un mio personale giudizio è stato ed è attualmente:

Pro Fiber dell’Oreal Professionel.

I miei capelli sono sottili e sfibrati. A ragioni genetiche (il mio babbo, purtroppo, ha sempre avuto capelli sottilissimi),  si aggiunge il fatto che:

  • sono più di 20 anni che faccio i colpi di sole, talvolta neppure da parrucchieri competenti che mi hanno letteralmente distrutto i capelli (per fortuna si tagliano e ricrescono!),
  • non riservo ai capelli  le stesse attenzioni  (maniacali)  che ho invece nei confronti della mia  pelle,
  • uso, una volta alla settimana, (per fortuna non troppo spesso!) la piastra per arricciare i capelli.  Splendida (anzi varrebbe la pena scriverci un bell’articolo!) ma….,
  • vado in piscina. Uso un olio protettivo, ma si sa che il cloro li danneggia comunque….
  • al mare porto con me l’olio protettivo  per capelli, ma non sempre mi ricordo di metterlo…..

Insomma sono un concentrato di cattive abitudini. Faccio tutto quello che non si dovrebbe.

Quando Adriana mi ha proposto quindi di utilizzare il trattamento Profiber, ho accettato subito.

La linea che l’esperta ha ritenuto più idonea per il livello di usura dei miei capelli è stato Restore (verde). Tutto sommato è andata bene: livello di danneggiamento diagnosticato medio. Credevo molto peggio!

Quindi, come da manuale, utilizzo shampoo, maschera ammorbidente e, ogni 4 lavaggi, la ricarica monodose Re-Charge da circa un anno.

Della linea Profiber non ho invece mai utilizzato il prodotto da applicare prima dell’asciugatura. Prima del phon e soprattutto prima della piastra, per proteggere i capelli dal calore sono abituata ad utilizzare Nectar Thermique di Kerastase con cui mi trovo molto bene.  Un ottimo prodotto che lascia i capelli molto morbidi e lucidi. Il problema è che non sempre mi ricordo di applicarlo…..

Prezzo: 20 euro circa

Cosa ho ottenuto con Profiber Restore

Il trattamento è molto efficace. Dopo un paio di  settimane di utilizzo i capelli sono diventati, :

  • più morbidi sia al tatto che alla vista e più facili da pettinare,
  • meno ispidi sulle punte e hanno perso l’aspetto “frizz” che avevano,
  • più “voluminosi”,
  • più luminosi, come se il trattamento  ne avesse ravvivato il colore.

Al termine dell’altra intervista ad Adriana, dopo tutto quello che ci era stato consigliato,  mi ero ripromessa  di curare di più i miei capelli, troppo importanti nella bellezza di una donna per trascurarli. E, come potete constatare, qualcosa ho già cominciato a fare: il trattamento appena descritto e …l’acquisto di spazzole adeguate che non stressano i capelli. Un gesto semplice ed economico. Un elemento  che, come avete letto, sembra essere molto importante a cui, invece, non avevo mai prestato la minima attenzione.

Il prossimo passo sarà quello di effettuare qualche trattamento alla cheratina e provare assolutamente il trattamento Therapiste. Vi saprò dire com’è andata…..

E voi cosa fate per prendervi cura dei vostri capelli? Potreste raccontarcelo…..

 

Rispondi