Il peeling domiciliare: il DMAE mandelato

La mia esperienza con il DMAE mandelato

Una premessa: non possiamo pretendere da un peeling domiciliare risultati angoli a quelli che si ottengono con un trattamento effettuato in uno studio medico.

E’ un peeling molto, molto superficiale. Le concentrazioni di acido mandelico sono di gran lunga inferiori rispetto a quelle contenute in un peeling chimico ad uso professionale. E quindi anche i risultati saranno differenti.

Consapevoli di ciò, il prodotto è assolutamente efficace. Tanto è vero che, come vi ho già detto, lo utilizzo da più di dieci anni. 

Conferisce:

  • un ottimo effetto lifting immediato grazie alla presenza del DMAE,
  • un aspetto di maggiore compattezza alla pelle,
  • luminosità e lucentezza grazie all’effetto di rinnovamento cellulare che provoca l’acido mandelico.

E’ un prodotto che mi sento di consigliare, per esperienza diretta, anche alle mie amiche più giovani che hanno la pelle con qualche brufoletto.  Infatti il DMAE mandelato può risultare efficace nel ridurre la proliferazione dell’acne, grazie alle proprietà antibatteriche che ha l’acido mandelico presente nel prodotto.

Lo consiglio perché  è un peeling:

  • semplice,
  • veloce,
  • senza effetti collaterali,
  • economico, se confrontato con un peeling professionale eseguito da un medico.

Potete utilizzare questo peeling con due differenti obiettivi:

  • per ottenere un “effetto bellezza istantaneo”, come se fosse una maschera di bellezza, quindi prima di un’occasione speciale  o tutte le volte in cui  avete voglia di vedervi più belle, visto l’effetto lifting e di luminosità immediato che dona alla pelle, 
  • con regolarità, una volta alla settimana, come forma di “cura”, sfruttandone “l’effetto accumulo”, per ottenere risultati duraturi nel tempo e mantenere la pelle sempre sana e luminosa. Infatti, i peeling ripetuti, sono molto utili per migliorare alcuni inestetismi come acne, foto-aging, o discromie.

Una raccomandazione.  Al primo utilizzo, vi consiglio di testare   il prodotto in un angolo del viso o del collo  per evitare il verificarsi di eventuali, se pur rari (non si sa mai, come si dice dalle mie parti “meglio aver paura che toccarne”), effetti indesiderati. 

Dedico questo articolo a tutte le mie amiche che mi dicono che non possono prendersi cura di loro stesse perchè non hanno nè tempo nè voglia di sottoporsi a lunghi e “dolorosi” trattamenti di medicina estetica.  

Questo è facile, veloce, e indolore. Da domani, amiche care, non avete più scuse e….. fatemi sapere com’è andata.

P.S. Dopo aver letto l’articolo, mio marito, correttore di bozze, che mi sfotte sempre per questa mia fissazione/passione sulla bellezza, ha trovato il prodotto talmente interessante per la sua semplicità, che mi ha chiesto se poteva provarlo. In questo momento, mentre sto scrivendo, è in bagno che si sta “spennellando”……

Fonti:

“Structural characterization and stability of Dimethylaminoethanol and dimethylaminoethanolbitartrate for possibile use in cosmetic firming”  Clares B, Ruíz MA, Morales ME, Tamayo JA, Lara VG.
J Cosmet Sci. 2010 Jul-Aug.


“Dimethylaminoethanol affects the viability of human cultured fibroblasts” Gragnani A, Giannoccaro FB, Sobral CS, Moraes AA, França JP, Ferreira AT, Ferreira LM.
Aesthetic Plast Surg. 2007 Nov-Dec.


“The role of dimethylaminoethanol in cosmetic dermatology” 
Grossman R.
Am J Clin Dermatol. 2005.

Join the discussion 12 Comments

  • Lucia ha detto:

    Ciao cara, é possibile ti abbia vista mercoledì scorso (10 maggio) in sala di attesa dal Tretti?

  • Lucia ha detto:

    Dal vivo sei molto più bella. Tutta un’altra cosa. Le foto non ti rendono giustizia. Eravamo sedute accanto…avevo appena fatto il laserr. Hai un corpo spettacolare. Eri con tua figlia giusto? Se non sono indiscreta…che trattamento dovevi fare? Hai mai fatto il filler labbra? Avresti un nome di uno bravo da consigliarmi? Grazie

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Lucia. Troppo buona!!!! Si ero con mia figlia la quale ha girato il video del trattamento che ho fatto: la radiofrequenza ad aghi. Scriverò un articolo a breve. Per le labbra. Sì le ho fatte, ma non da Tretti. Ti posso consigliare la Dottoressa Beltrami (istituto Image). Risultato naturale garantito. Ci vuole un pò di tempo per ottenere il risultato: è molto cauta e procede per gradi. Oppure la Dottoressa Lia Lavagno sempre a Milano. A presto. Michela

  • Katiuscia levi ha detto:

    Ciao cara, seguo molto il tuo Blog e lo trovo utilissimo per chi come noi è sempre alla ricerca di new sull’estetica! A tal proposito vorrei chiederti un parere, ho un appuntamento con il Dott. Di Pietro a Milano, il famoso dermatologo… consigli utili? Lo conosci?

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Katiuscia. Grazie per i complimenti. Il dott. Di pietro lo conosco, ma non bene. Sono stata da lui molti anni fa per un problema di tipo dermatologico, che lui mi ha risolto. All’epoca per una visita pagai uno sproposito: 250 euro per 5 minuti, dicesi 5. “A pelle” non mi fece una buona impressione: troppo sbrigativo e freddo. Ma del resto con i medici, come con le persone di qualunque tipo, in generale, si va a sensazioni. E non tutti abbiamo le stesse. Dal punto di vista dei trattamenti estetici non posso dire niente. So solo che è, inspiegabilmente, contrario al botox che io invece considero efficace, rapido e sicuro. Quindi non andrei mai da lui proprio perchè non effettua trattamenti a base di tossina botulinica. Non posso quindi esserti di molto aiuto. Spero che tu ti trovi bene. Fammi sapere com’è andata. A presto. Michela

  • Lucia ha detto:

    Ciao Michela, non riesco a trovare il trattamento che avevi fatto dal dottor Tretti e di cui dovevi caricare l’articolo. Mi aiuti? Grazie mille

    • Faceboost ha detto:

      Ciao cara Lucia. Non lo trovi perchè non l’ho ancora scritto. Dovrei pubblicarlo alla fine di questa settimana o della prossima. A presto. Michela

  • Lucia ha detto:

    Letto. Interessante.

  • dany ha detto:

    Ciao!ho letto il tuo articolo su questo peeling che mi incuriosisce molto. Tivorrei chiedere questo:ho a casa il prx t 33 originale e un peeling enzimatico comprato in farmacia. Sono interessata anche a questo d cui parli:si possono alternare i tre?se si,con che distanza l uno dall altro?

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Dany. Sia il DMAE che il prx t33 sono leggeri, ma io non li alternerei tra loro. Forse sarebbe meglio che prima tu utilizzassi il prx t33 nelle modalità prescritte e poi, come mantenimento, il DMAE Mandelato, lasciando intercorrere due settimane tra i due. Quest’ultimo viene consigliato una volta alla settimana, ma io a volte lo faccio anche due. Sul peeling enzimatico non so cosa dire perché non lo conosco. A presto. Michela

Rispondi