Il peeling domiciliare: il DMAE mandelato

Introduzione

In alcuni articoli ( Il PEELING ANTIETA’: 3 STEP STIMULATION PEEL DI OBAGII trattamenti per il ringiovanimento delle mani: il peeling Enerpeel Hands) vi ho raccontato di vari tipi di peeling da me sperimentati, tutti effettuati presso lo studio di  un medico.

Oggi invece voglio indicarvi un peeling “speciale”, che utilizzo con regolarità settimanale da più di dieci anni. “Speciale” perchè,  pur essendo di tipo chimico, può essere effettuato comodamente a casa  propria e non necessita dell’intervento del medico per essere eseguito.

Si chiama DMAE Mandelato ed è della OTI (www.cosmeticsphere.com).

Innanzitutto meglio ripassare cosa è un peeling  e a cosa serve.

Cosa è un peeling

Il peeling chimico è un trattamento che, attraverso l’applicazione di una sostanza chimica sulla pelle, stimola la sua esfoliazione ed il  suo  conseguente ricambio.

A cosa serve un peeling
  • Stimola la rigenerazione (turnover) cellulare rimuovendo ed esfoliando le cellule morte della pelle, provocando una vera e propria accelerazione del ricambio cellulare che avviene già naturalmente nel derma.
  • Elimina le cellule della pelle danneggiate e degenerate, che vengono sostituite da cellule epidermiche normali.
  • Produce un’infiammazione che attiva la produzione di collagene ed elastina (rivitalizzazione e ringiovanimento del derma con formazione di collagene autologo).
Differenti tipologie di peeling

Un peeling può  agire sia a livello più superficiale della pelle o a livello più profondo.

Infatti le differenti tipologie di peeling chimici si dividono  in base alla loro profondità d’azione (capacità penetrante)  e si distinguono in:

  • molto superficiali,
  • superficiali,
  • medi
  • profondi.

La profondità d’azione del peeling dipende da vari fattori: 

  • l’agente chimico utilizzato,
  • la sua concentrazione,
  • l’area cutanea su cui viene applicato,
  • il tempo di posa, 
  • la modalità di esecuzione,
  • il risultato che si vuole ottenere .
I peeling molto superficiali

I peeling molto superficiali (il DMAE mandelato rientra in questa categoria),  generalmente inducono la rimozione dello strato corneo della pelle. Sono utili per:

  • ottenere una rimozione dell’opacità cutanea,
  • aumentare la luminosità alla pelle,
  • attenuare le pigmentazioni superficiali,
  • migliorare la qualità della cute acneica.

Ma cosa è il peeling DMAE mandelato? Se siete curiose di scoprirlo andate a leggere la pagina successiva…..

12 pensieri su “Il peeling domiciliare: il DMAE mandelato”

  1. Dal vivo sei molto più bella. Tutta un’altra cosa. Le foto non ti rendono giustizia. Eravamo sedute accanto…avevo appena fatto il laserr. Hai un corpo spettacolare. Eri con tua figlia giusto? Se non sono indiscreta…che trattamento dovevi fare? Hai mai fatto il filler labbra? Avresti un nome di uno bravo da consigliarmi? Grazie

    1. Ciao Lucia. Troppo buona!!!! Si ero con mia figlia la quale ha girato il video del trattamento che ho fatto: la radiofrequenza ad aghi. Scriverò un articolo a breve. Per le labbra. Sì le ho fatte, ma non da Tretti. Ti posso consigliare la Dottoressa Beltrami (istituto Image). Risultato naturale garantito. Ci vuole un pò di tempo per ottenere il risultato: è molto cauta e procede per gradi. Oppure la Dottoressa Lia Lavagno sempre a Milano. A presto. Michela

  2. Ciao cara, seguo molto il tuo Blog e lo trovo utilissimo per chi come noi è sempre alla ricerca di new sull’estetica! A tal proposito vorrei chiederti un parere, ho un appuntamento con il Dott. Di Pietro a Milano, il famoso dermatologo… consigli utili? Lo conosci?

    1. Ciao Katiuscia. Grazie per i complimenti. Il dott. Di pietro lo conosco, ma non bene. Sono stata da lui molti anni fa per un problema di tipo dermatologico, che lui mi ha risolto. All’epoca per una visita pagai uno sproposito: 250 euro per 5 minuti, dicesi 5. “A pelle” non mi fece una buona impressione: troppo sbrigativo e freddo. Ma del resto con i medici, come con le persone di qualunque tipo, in generale, si va a sensazioni. E non tutti abbiamo le stesse. Dal punto di vista dei trattamenti estetici non posso dire niente. So solo che è, inspiegabilmente, contrario al botox che io invece considero efficace, rapido e sicuro. Quindi non andrei mai da lui proprio perchè non effettua trattamenti a base di tossina botulinica. Non posso quindi esserti di molto aiuto. Spero che tu ti trovi bene. Fammi sapere com’è andata. A presto. Michela

  3. Ciao Michela, non riesco a trovare il trattamento che avevi fatto dal dottor Tretti e di cui dovevi caricare l’articolo. Mi aiuti? Grazie mille

    1. Ciao cara Lucia. Non lo trovi perchè non l’ho ancora scritto. Dovrei pubblicarlo alla fine di questa settimana o della prossima. A presto. Michela

  4. Ciao!ho letto il tuo articolo su questo peeling che mi incuriosisce molto. Tivorrei chiedere questo:ho a casa il prx t 33 originale e un peeling enzimatico comprato in farmacia. Sono interessata anche a questo d cui parli:si possono alternare i tre?se si,con che distanza l uno dall altro?

    1. Ciao Dany. Sia il DMAE che il prx t33 sono leggeri, ma io non li alternerei tra loro. Forse sarebbe meglio che prima tu utilizzassi il prx t33 nelle modalità prescritte e poi, come mantenimento, il DMAE Mandelato, lasciando intercorrere due settimane tra i due. Quest’ultimo viene consigliato una volta alla settimana, ma io a volte lo faccio anche due. Sul peeling enzimatico non so cosa dire perché non lo conosco. A presto. Michela

Rispondi