Il glutatione: la molecola del benessere

Cosa è possibile fare per aumentare i livelli di glutatione

Quindi sembrerebbe non esistere nessuna possibilità di aumentare i livelli di glutatione. Il glutatione presente nell’organismo dovrebbe essere praticamente solo quello di origine endogena cioè quello fabbricato all’interno delle cellule a partire dai tre aminoacidi che lo compongono e (glicina, cisteina e acido glutammico).

In realtà invece esiste la possibilità di aumentare i livelli di glutatione per via esogena. Vediamo come. 

Il TAD 600

La  modalità più diretta di assumere glutatione ed innalzarne i livelli nell’organismo è quella di utilizzare un farmaco, il  TAD 600, a base di glutatione, da iniettare  per via intramuscolare o endovenosa.

Si tratta di un farmaco utilizzato per ridurre gli effetti altamente ossidativi della chemioterapia.

Nel foglietto illustrativo nelle sezione “Indicazione Terapeutiche” si parla  di “Profilassi della neuropatia (malattia del sistema nervoso) conseguente a trattamento chemioterapico con cisplatino o analoghi, usati per alcuni tipi di tumore”.

Modalità di utilizzo del TAD 600

La confezione contiene:

  • dieci flaconcini di polvere (600 mg di glutatione),
  • dieci fiale di acqua  per preparazioni iniettabili.

La polvere del flacone contenete glutatione deve essere ricostituita con l’acqua, prima di essere iniettata.

Un accorgimento

Agitate bene il flaconcino dopo avere aggiunto alla  polvere l’acqua. La polvere si scioglie con un pò di difficoltà e possono rimanere dei grumi che dovranno essere completamente dissolti prima di effettuare l’iniezione.

Il liquido deve esser iniettato lentamente e successivamente massaggiato bene nella sede di inezione, per evitare che si accumuli ed indurisca, creando un certo indolenzimento.  A me è capitato, ma è sufficiente continuare a massaggiare, per permettere al liquido accumulatosi  di diffondersi.

Controindicazioni e precauzioni

Non ci sono controindicazioni all’utilizzo del farmaco, a parte l’ipersensibilità per il principio attivo, né sono necessarie particolari precauzioni da osservare prima del suo utilizzo.

Non sono neppure  descritti casi di interazioni del TAD 600 con altri farmaci né con alimenti.

Perché utilizzo il TAD 600

Ho cominciato ad effettuare un’iniezione intramuscolo di TAD 600 da quando ho iniziato le insufflazioni rettali di ossigenozono (a gennaio più o meno), su consiglio della Dottoressa Beltrami, per potenziarne gli effetti antiossidanti. 

Personalmente effettuo  un’iniezione intramuscolo, una volta alla settimana,  il giorno stesso in cui effettuo la seduta di ossigenozono terapia. 

Non esiste un unico  protocollo da seguire, corretto per tutti. Dipende molto dallo stile di vita di ognuno e dall’età. In condizioni “normali”, in cui non si hanno particolari patologie e si conduce uno stile di vita corretto, un’ iniezione, da effettuare una volta alla settimana, per un ciclo di circa tre mesi (12 fiale), da ripetere un paio di volte all’anno, dovrebbe essere sufficiente per stimolare l’organismo a ricaricare il glutatione.

Cosa ho ottenuto con il TAD 600

E’ difficile dire quali sono stati i risultati ottenuti. Vi posso solo dire che mi sento bene, mi sento meno stanca e che la mia pelle sembra più tonica, soprattutto nell’interno coscia (le mie famose onde) e nell’interno braccia. Quando si assumono alcuni tipi di  integratori è così. E’ difficile avere un riscontro visibile e immediato e poter elencare nel dettaglio i risultati che si ottengono. Si tratta più di sensazioni. Credo che in ogni caso, visto gli innumerevoli studi su questa molecola che ne indicano il suo ruolo come “l’antiossidante per eccellenza”, le mie cellule e il mio organismo in generale riceveranno un  beneficio di cui godrò nel lungo termine.

Tra l’altro io assumo anche altri integratori per bocca come:

  • la Vit. C e  Vit. E , mantenute attive grazie alla presenza del glutatione,
  • l’acido alfa lipoico, (sul quale a breve scriverò un articolo) che aumenta la concentrazione di glutatione nel fegato e nei muscoli, esercitando così un’azione antiossidante.

Dove acquistarlo

Il TAD 600 si acquista in farmacia e necessita di prescrizione medica.

Prezzo: 30 euro circa a confezione. 

Una precisazione

Il TAD 600 è un farmaco, non un integratore, quindi prima di utilizzarlo, nonostante non esistano controindicazioni al suo utilizzo, meglio chiedere il parere del proprio  medico o di un medico che si occupa di stress ossidativo.

Integratori da associare al glutatione

Per potenziare l’attività antiossidante del glutatione può essere utile l’associazione con Selenio (cofattore dell’enzima glutatione), Vitamina PP (Niacina), Vitamina B2 , Vitamina E e Vitamina C.

L’ N-acetilcisteina

La NAC o N-acetilcisteina è un precursore del glutatione in quanto viene utilizzata dall’organismo per ricavarne cisteina.  Da innumerevoli studi, l’integrazione di NAC è risultata utile all’organismo per la sintesi del glutatione. Quindi assumendo N-acetilcisteina dovrebbero aumentare anche  i livelli di glutatione. 

E’ altamente biodisponibile, arriva nel cervello, nei reni, nel fegato, nei polmoni, nella pelle, nei reni.

Non è tossica.

L’N acetil cisteina viene utilizzata:

  • come epatoprotettore
  • come antiossidante, soprattutto nelle patologie correlate all’invecchiamento come ad esempio la demenza senile;
  • come protettivo del sistema cardiocircolatorio ;
  • come mucolitico.

Controindicazioni

L’uso di N-Acetilcisteina non presenta controindicazioni  a parte il l’ipersensibilità al principio attivo.

Effetti collaterali

Le reazioni avverse più frequentemente osservate se pur rare sono: nausea, vomito, emicrania diarrea e rash cutanei.

Oltre a svariati integratori disponibili in commercio contenenti N-acetilcisteina esiste un farmaco molto comune: il Flumicil 600 compresse effervescenti che viene utilizzato come mucolitico, l’unico che conosco e che ho provato

Dosaggio

La dose ottimale per un’adeguata supplementazione sembrerebbe essere una compressa da 600 mg  da assumere 1-3 volte al giorno.

Ho provato per un pò ad assumere il Flumicil, ma vi dico la verità  non mi convince.  Mi faccio questa domanda e la rivolgo anche a chi mi legge e magari ne sa più di me: perché dovrei assumere solo uno degli amminoacidi di cui il glutatione è composto (cisteina) quando si può assumere direttamente  la molecola stessa attraverso il TAD 600, che, tra l’altro, non presenta nessuna controindicazione?

Secondo il mio modesto parere ritengo che sia molto meglio assumere direttamente la molecola di Glutatione, piuttosto che un suo precursore, anche se capisco che è molto più semplice prendere una compressa piuttosto che  effettuare un’iniezione. 

Oltre a quanto vi ho appena raccontato esistono anche degli integratori di nuova generazione che promettono meraviglie. Se volete scoprirli  leggete la pagina successiva…..

Rispondi