CREME ALLA KINETINA

Parlando con un’amica, molto ben informata su tutto ciò che concerne il mondo dell’estetica, ci siamo confrontate sui vari trattamenti provati e sulle varie creme che avevamo trovato più o meno valide. Mi ha detto di usare da un bel po’ di tempo, una crema alla kinetina che le era sembrata molto efficace. Non conoscendola mi sono informata subito per sapere di che cosa si trattasse e chiaramente l’ho comprata per provarla. Anzi con quel principio attivo (kinetina) ne ho provate due,  di due marche diverse. Voglio condividere con voi quello che ho scoperto.

CHE COSA E’ LA KINETINA?

La kinetina fa parte delle  citochinine, molecole che influiscono sulla crescita dei vegetali, promuovendone la divisione cellulare e la differenziazione. E’ capace di ritardare l’invecchiamento delle piante senza allungarne la vita.   La kinetina, applicata sulle foglie le protegge  dall’ingiallimento e le fa  rimanere verdi. L’allungamento dei tempi d’invecchiamento delle piante ad opera della kinetina è stato studiato e dimostrato, ma non sono ancora stati chiariti i meccanismi d’azione. Alla luce di questo, sono stati condotti di recente numerosi studi sugli effetti della kinetina su fibroblasti e linfociti umani: i risultati di questi studi confermano la capacità anti-invecchiamento della molecola, che si esplica attraverso un meccanismo di protezione dallo stress ossidativo. Altri studi sui fibroblasti umani hanno evidenziato come la kinetina sia in grado di ridurre le macchie scure della pelle dovute all’età e le alterazioni morfologiche tipiche dell’invecchiamento cellulare. Come nelle piante anche nei confronti dei fibroblasti (cellule che producono collagene ed elastina) umani la kinetina è stata capace di contrastare l’invecchiamento, ma non di allungarne la vita. Sono emersi inoltre dati interessanti riguardo alla capacità della kinetina di proteggere dall’invecchiamento causato dal sole (fotodanneggiamento).

STUDIO SULL’UTILIZZO DELLA CHINETINA

Queste caratteristiche hanno promosso uno studio sperimentale per l’utilizzo topico della kinetina allo 0,1% (due applicazioni al giorno) nella cura e prevenzione  dell’invecchiamento cutaneo.

Sono stati studiati 32 pazienti adulti (età media 49 anni) con fotodanneggiamento da medio a moderato, per 24 settimane, valutando rughe, colore , trama, macchie, disidratazione e situazione globale della cute trattata. Al termine delle 24 settimane, è stata data ai pazienti l’opportunità di proseguire il  trattamento per ulteriori 24 settimane, al fine di valutare la sicurezza d’impiego a lungo termine della kinetina.

Come si può notare dalle tabelle 1 e 2 sotto riportatate, al termine delle 24 settimane tutti i pazienti hanno ottenuto un miglioramento. Secondo gli sperimentatori, sono migliorate:

  • la rugosità tattile è il parametro che è migliorato per primo (24% dopo 4 settimane e 60% dopo 24);
  • le discromie sono migliorate complessivamente del 27%,
  • le rughe fini complessivamente del 13%.

Gli stessi parametri, valutati dai pazienti, indicavano valori di miglioramento molto superiori alle valutazioni dei medici.

FullSizeRender 11.jpg

Particolarmente significativa è stata la diminuzione della disidratazione (del 26% dopo 24 settimane): è noto infatti che la cute fotodanneggiata ha una maggiore perdita di acqua in quanto diminuisce la capacità di barriera della cute. Questo studio attesterebbe dunque anche un aumento dell’effetto barriera ad opera della kinetina.

Inoltre, il trattamento è stato ben tollerato da tutti i pazienti che hanno proseguito per le successive 24 settimane: nessuno ha avuto segni o sintomi di irritazione: solo 9 pazienti hanno riportato un’acne transitoria all’inizio del trattamento.

EFFICACIA DELLA KINETINA

L’uso topico della kinetina allo 0.1% può quindi migliorare alcuni dei segni di fotodanneggiamento, medio o moderato, e può essere un valido aiuto nel ripristinare la funzione di barriera dell’epidermide dopo 12–24 settimane di utilizzo. Il meccanismo con cui la kinetina interviene nel fotoinvecchiamento necessita di ulteriori studi, ma sappiamo che essa è:

  • un potente antiossidante che può aiutare le pelle a proteggersi dal danno ossidativo prodotto dalle radiazioni ultraviolette (questo farebbe supporre inoltre una sua particolare indicazione in tutte quelle pelli che per motivi differenti sono sottoposte a stress ossidativi, come ad esempio in chi utilizza i retinoidi o pratica procedure cosmetiche come peeling chimici, laser o dermoabrasioni);
  • protegge i fibroblasti ritardandone l’invecchiamento;
  • presenta proprietà idratanti ed umettanti: ripristina infatti l’idratazione della pelle, aumentandone la naturale funzione barriera e migliorandone la capacità di trattenere l’acqua.

Fonti:

“La Kinetina: dalla botanica alla dermocosmetologia” di Silvia Pinelli e Stefano Veraldi”. DERMO COSMO news

“The clinical anti-aging effects of topical kinetin and niacinamide in Asians: a randomized, double-blind, placebo-controlled, split-face comparative trial” di PC Chiu, www.pubmed.gov.

CREME ALLA KINETINA DA ME UTILIZZATE

Alla luce di quello che avevo letto ho deciso di acquistare queste due creme:

Gentle Rejuvenation Advanced Night Repair di Obagi contiene kinetina e zeatina (appartiene sempre al gruppo delle citochinine) allo 0,1%.

FullSizeRender 10.jpgIn realtà sarebbe un crema da notte, ma io la utilizzo come crema da giorno.

I benefici che ho ottenuto sono:

  • pelle più compatta;
  • pelle più luminosa ed idratata;
  • minore micro rugosità, dovuta probabilmente ad una maggiore idratazione.

Prezzo 51 US$ spedizione inclusa (circa 45 euro). Acquistata su Amazon

Kinetin Cream 0,1% della Gold Cosmetics. Contiene kinetina allo 0,1%.

FullSizeRender 8.jpg

I benefici ottenuti sono molto simili a quelli descritti con l’utilizzo della crema di Obagi. 

Prezzo 45 US$ spedizione inclusa (circa 40 euro). Acquisto effettuato su Amazon.

La consegna di quest’ultima crema è risultata abbastanza problematica e tortuosa. La crema arriva dagli USA, paese extraeuropeo, per cui, affinché possa essere consegnata, è necessario compilare e spedire una liberatoria, che viene recapitata a casa da Poste Italiane (4 paginate!), in cui l’acquirente deve dichiarare che la merce non viene commercializzata, se ne conosce la composizione,  e che è ad uso strettamente personale. A questa documentazione, si richiede di allegare i documenti dell’acquirente. Di tutto ciò non viene fatta menzione da parte di Amazon al momento dell’acquisto. Se avessi saputo di questa complicazione non l’avrei acquistata. Perché oltre alla noia di dovere compilare i moduli e spedirli, se pure per email, c’è anche l’inconveniente di dover aspettare tantissimo per la consegna (15-25 giorni dal momento dell’invio della documentazione).

Posso dire di aver trovato entrambe le creme molto valide e più o meno equivalenti. Ed entrambe con un rapporto qualità prezzo eccellente.

Ho scelto di acquistare proprio questi due prodotti essenzialmente perchè :

  • per quanto riguarda Gentle Rejuvenation Advanced Night Repair,  conoscevo già la linea Obagi (utilizzo altri prodotti da molto tempo vedi articoli La prima regola: curare la pelle e Rilassamento cutaneo: che fare?) ed ero certa che si trattasse di un ottima marca;
  • per quanto riguarda Kinetin Cream 0,1%, era la crema consigliata dalla mia amica.

L’acquisto è stato effettuato su Amazon in quanto si tratta di prodotti non reperibili in Italia. Non sono riuscita ad acquistare nel nostro paese neppure Kinerase, che è la crema più conosciuta con quel principio attivo. Anche la mia farmacista di fiducia non è stata in grado di reperirla, sebbene mi abbia riferito che qualche fornitore dovrebbe averla. Anche Kinerase era acquistabile su Amazon, o su altri siti, ma si tratta di una intera linea di prodotti con quel nome e non sapendo quale scegliere  (non riuscivo a capire quali fossero gli ingredienti) ho deciso di orientarmi verso prodotti conosciuti e  che non avessero un prezzo eccessivo. 

Una richiesta: se qualcuno conoscesse o avesse provato qualche altra crema efficace contenente kinetina, potrebbe scrivermi per indicarmela.

Join the discussion 7 Comments

  • letiziajaccheri ha detto:

    chissa’ come si chiamano in norvegese. mo’ mi informo. oggi leggevo sul giornale locale che ci sono tanti che usano snapchat per pubblicizzare interventi di chirurgia estetica. snapchat pero’ non lo so usare nemmneno io non mi ci sono appassionata. credo che per le nostre coetanee che sono il target di questo blog snapchat non vada bene. ho fatto un bel pensierino…

  • Faceboost ha detto:

    Brava un pensierino fantastico! Soprattutto per una che, penso, sia spappolata dalla stanchezza! Snapchat. Vittoria e Guglielmo sono dei maghi……ma, appunto, son giovani!

  • Arianna Giuntini ha detto:

    Interessante articolo Michela , come sempre sei chiara, esauriente, efficace nel messaggio .. Mi hai convinto a provarla questa crema alla liberiana, quella di Obagi ovviamente .. Buon lavoro !

    Inviato da iPhone

    >

  • love Armreif Größe 19 großhandel

    cartierbraceletlove Mind to look over the information of your enemy. The color on their name describe their aggressiveness. While color on their level describe the exp point, depend on your current level (black means no exp)

  • Ileana Campanile ha detto:

    Ciao scusa visto la tua esperienza ti chiedo se hai mai utilizzato creme contenenti fattore di crescita e se si vorrei sapere qual è la differenza tra le creme contenenti kinetina rispetto ai fattori di crescita

    • Faceboost ha detto:

      Ciao Ileana. Si ho provato una crema di Obagi con fattori di crescita, ma solo quella. Si chiama Growth factor serum plus. Molto valida. Sia i fattori di crescita che la kinetina agiscono come antiage. Le creme alla kinetina sono un po’ più corpose della crema di Obagi. Quindi direi che non vanno bene d’estate. Certo è che le creme alla kinetina sono molto più economiche rispetto a quelle con fattori di crescita che si trovano in commercio e che spesso hanno prezzi molto elevati, che, per la mia esperienza, ritengo ingiustificati. E poi quanti fattori di crescita conterranno davvero? A presto. Michela

Leave a Reply